Huawei sfida l'iPad con il nuovo MatePad: a 329 euro con pennino incluso, IA e molto altro

Huawei sfida l'iPad con il nuovo MatePad: a 329 euro con pennino incluso, IA e molto altro

Il nuovo MatePad è un tablet abbastanza interessante come caratteristiche tecniche, e viene proposto con un gustoso bundle al lancio. Ecco tutti i dettagli

di pubblicata il , alle 15:21 nel canale Tablet
Huawei
 

Huawei MatePad arriva dopo l'ottimo MatePad Pro e si rivolge a un target d'utenza sensibilmente diverso. Se quest'ultimo è progettato per soddisfare anche l'utente più esigente, infatti, il nuovo arrivato si rivolge a un pubblico più esteso che punta a una soluzione ottimale per l'intrattenimento, l'apprendimento e per lo svago in generale nel tempo libero. Utilizza un display da 10,4" e viene venduto a 329,90€ in versione Wi-Fi, 379,90€ per la versione LTE. 

Il tablet viene proposto in taglio unico con display FullView da 10,4 pollici, FollowCam, funzioni smart e il processore Kirin 810 che offre prestazioni soddisfacenti per la stragrande maggioranza degli utenti. Huawei MatePad ha un corpo definito Micro-Arc privo di soluzioni di continuità con il retro, progettato in maniera tale da pesare, componenti incluse, solo 450 grammi. Il pannello, invece, ha lunette sottili 7,9 millimetri, fattore che garantisce un rapporto screen-to-body dell'84%.

Huawei MatePad, specifiche tecniche

La risoluzione supportata dal display è definita 2K, anche se in realtà è una via di mezzo fra una Full HD e una Quad HD. Il computo dei pixel, infatti, è di 2000x1200 con una densità di 224PPI e il 70,8% della gamma di colori NTSC. Il tablet supporta la tecnologia ClariVu Display Enhancement, un insieme di algoritmi che ottimizzano la qualità, la saturazione del colore e la nitidezza delle immagini scure e delle scene video anche durante la riproduzione. Non manca la certificazione TÜV Rheinland Low Blue Light, che attesta come l'affaticamento dell'occhio dell'utente sia mantenuto al minimo durante l'uso prolungato attraverso le modalità specifiche. 

Lato audio Huawei MatePad supporta Histen 6.0 per gestire effetti sonori stereo 3D attraverso i quattro altoparlanti ad alta ampiezza ottimizzati da Harman Kardon. Tutte le elaborazioni vengono gestite dal processore Kirin 810, stampato a 7-nm e con supporto al calcolo degli algoritmi di Intelligenza Artificiale in locale. Nello specifico troviamo due core Cortex-A76 a 2,27GHz e due processori efficiency Cortex-A55, con le risorse che vengono elaborate in tempo reale dalla NPU integrata DaVinci, che può analizzare in locale tutte le funzionalità di Intelligenza Artificiale.

Sul piano della grafica troviamo una GPU Mali-G52 personalizzata per lavorare in sinergia con GPU Turbo 3.0, mentre il tutto è alimentato da unaa batteria da 7250mAh.

Funzionalità software

Il tablet viene venduto con la EMUI 10.1 priva dei servizi Google (al posto di Google Play avremo AppGallery). Fra le funzionalità integrate avremo: 

  • Multi-Window, che consente l'apertura simultanea di due app, le quali possono anche interagire tra loro in multitasking;
  • Floating Window, che crea una sovrapposizione sull’app attiva, consentendo agli utenti di eseguire semplici attività senza interrompere quello che stavano facendo:
  • App Multiplier, mostra due schermate accostate della stessa pagina che possono essere consultate in maniera indipendente, funzione molto utile per le app di messaggistica, dove gli utenti possono visualizzare tutti i loro contatti su una finestra e una conversazione sull'altra;
  • Collaborazione multischermo, consente agli utenti di collegare il loro smartphone Huawei con il tablet e di utilizzare due dispositivi contemporaneamente su un unico display senza soluzione di continuità. Dopo il processo di abbinamento i file possono essere trasferiti eseguendo un'azione di trascinamento. Le periferiche e hardware sono condivise tra i dispositivi collegati. Ad esempio, l'utente può sfruttare il sistema quad-speaker per riprodurre i file musicali memorizzati sullo smartphone. Anche le chiamate e i messaggi di testo sullo smartphone possono essere gestite attraverso il tablet. Al termine di ogni sessione di collaborazione multischermo, tutte le registrazioni delle chiamate e i messaggi di testo vengono eliminati dal tablet per garantire la protezione della privacy dell'utente:
  • MeeTime, la funzione di conversazione nativa Huawei, che supporta videochiamate di alta qualità fino a 1080p tra due dispositivi Huawei.
  • Kids Corner, offre uno spazio sicuro per l'apprendimento e il divertimento dei bambini. Le opzioni di parental control consentono ai genitori di gestire facilmente i contenuti e le applicazioni disponibili per i loro figli, nonché il tempo che i bambini possono trascorrere sul dispositivo. Per promuovere un uso sano del dispositivo, il Kids Corner include modalità di protezione degli occhi come il filtro per la luce blu, avvisi di postura, avvisi di luminosità, avvisi di distanza e modalità eBook per offrire un'esperienza più confortevole.

Oltre ai quattro altoparlanti, Huawei MatePad offre anche quattro microfoni con cancellazione del rumore e capacità di riprendere l'audio fino a cinque metri di distanza. Inoltre, la fotocamera frontale grandangolare da 8MP supporta anche la funzionalità FollowCam per seguire il soggetto in movimento e regolare di conseguenza e in modo intelligente l'inquadratura. Abbiamo poi il controllo dei gesti, tra cui Smart View, la modalità Spotlight e le Camera Gestures. Huawei MatePad può essere utilizzato con Smart Keyboard e Huawei M-Pencil.

Prezzi e disponibilità in Italia

HUAWEI MatePad nella colorazione Midnight Grey è già disponibile su Huawei Store, presso Huawei Experience Store e nei principali negozi di elettronica di consumo, anche su Amazon.it ad un prezzo consigliato al pubblico di 329.90 euro per la versione WiFi, e di 379.90 euro per la versione LTE

Tutti coloro che acquisteranno Huawei MatePad entro la fine del mese di luglio riceveranno Huawei M-Pencil, la base di ricarica wireless e 4 puntine di ricambio (valore commerciale 129,90€), oltre a 15GB da utilizzare su Huawei Cloud, 3 mesi di Huawei Music e 3 mesi di Huawei Video in omaggio.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
rob-roy29 Giugno 2020, 15:31 #1
Huawei finchè non riavrà i GMS non potrà "sfidare" un bel nulla.
demon7729 Giugno 2020, 17:32 #2
Originariamente inviato da: rob-roy
Huawei finchè non riavrà i GMS non potrà "sfidare" un bel nulla.


Magari in ambito tablet questa cosa la si sente meno ma in genrale devo darti ragione. E' una mancanza che pesa.

Per il resto sembrerebbe un gran bel tablet (con tanto di pennino) e con hardware adeguato.. soprattuto con un buon prezzo visto alla fascia a cui mira.
sbeng29 Giugno 2020, 17:38 #3
GMS sta per?
demon7729 Giugno 2020, 17:47 #4
Originariamente inviato da: sbeng
GMS sta per?


GOOGLE MOBILE SERVICES.
A causa del ban voluto da scemociuffo (aka Trump) conto Huawei le aziende americane come Google sono costrette per legge a negargli l'uso dellle proprie app dei propri servizi e del proprio sistema operativo.
Per questo motivo Huawei è costretta ad usare Android in versione open e a costruirsi a parte il proprio APPSTORE ed i propri mobile services.

Se normalmente non usi nulla di google ti cambia poco, ma se come molti sfrutti i servizi offerti da google col tuo account allora Huawei diventa una scelta scomoda..
littlecesare29 Giugno 2020, 19:19 #5
Ho preso, qualche mese fa, un M6 su Amazon spagnolo.
Un po' più massiccio ma, a mio parere, più performante e un pelo più basso di prezzo.
Ottimo tablet.
I problema dei GMS si supera in 5 minuti, basta seguire uno qualsiasi dei tutorial in rete per inserire i GMS nei prodotti huawei.
calabar29 Giugno 2020, 19:52 #6
Non sembra male ma concordo con chi ha scritto sopra, la mancanza dei GMS pesa molto.
Il prezzo in assoluto per me è troppo alto in relazione all'uso sporadico che ne farei, ma se nei prossimi mesi dovesse calare diventerebbe molto più interessante.

I core "efficiency" A55 non sono due come riportato dall'articolo ma sei, il processore è un octa-core.
bonzoxxx29 Giugno 2020, 23:50 #7
Originariamente inviato da: littlecesare
Ho preso, qualche mese fa, un M6 su Amazon spagnolo.
Un po' più massiccio ma, a mio parere, più performante e un pelo più basso di prezzo.
Ottimo tablet.
I problema dei GMS si supera in 5 minuti, basta seguire uno qualsiasi dei tutorial in rete per inserire i GMS nei prodotti huawei.


Mai sentito l'M6, in Italia non è arrivato? Gran bel tagliere col il kirin 980, quasi quasi... Indicativamente a quanto si trova?
littlecesare30 Giugno 2020, 10:48 #8
Originariamente inviato da: bonzoxxx
Mai sentito l'M6, in Italia non è arrivato? Gran bel tagliere col il kirin 980, quasi quasi... Indicativamente a quanto si trova?


Non so qual'è stata la politica commerciale di Huawei in merito, fatto sta che il successore dello M5 in Italia non è mai arrivato, ma era disponibile in Cina e, chissà perchè, su amazon spagna (e mi pare anche francia e inghilterra).
Ora il prezzo sta intorno ai 300 euro che diventano 310 circa con la spedizione.
In termini economici, in effetti, converrebbe prendere il matepad di cui si parla.
Resta il fatto, però, che il matepad è più bello perchè più rastremato, ma posso dirti che in termini qualitativi e utilizzo lo M6 è davvero notevole.
Il kirin 980 va che è una meraviglia.
Non so, per esempio, quanto rende il sistema audio del matepad, però sullo M6 molte volte preferisco l'audio integrato invece delle cuffie, perchè è veramente coinvolgente e inaspettatamente (compatibilmente) profondo.
Nessun problema finora, sul fronte aggiornamenti.
Per i GMS, come scrivevo, nessun problema.
mi pare di capire che il tool per l'installazione sia lo stesso per tutti i dispositivi huawei.
Questi tool vanno ad installare delle copie dei google services, framework ecc che, ovviamente, non sai da dove siano stati presi (e che spesso sono anche versioni obsolete).
Io per non fidarmi troppo, ho estratto le apk richieste dal mio telefono, un android one, sostituendoli a quelli proposti nel tool.
Non so se così mi sono messo a riparo da eventuali problemi, ma ha funzionato egregiamente.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^