Google ostacola il lancio sul mercato dei tablet Asus con Android e Windows 8

Google ostacola il lancio sul mercato dei tablet Asus con Android e Windows 8

Annunciate nel corso dell'ultimo CES di Las Vegas le soluzioni Asus con doppio sistema operativo rischiano di restare in cantiere per volontà del colosso di Mountain View

di pubblicata il , alle 17:01 nel canale Tablet
ASUSAndroidGoogleWindowsMicrosoft
 

Intel e Asus hanno annunciato nel corso dell'ultimo CES di Las Vegas una soluzione tablet che combina i due sistemi operativi Windows e Android in un unico dispositivo, nel tentativo di segnare un punto di svolta nel mercato delle tavolette mutlimediali. La cosa non è stata molto gradita da Google che ha messo pressione perché i piani di lancio del prodotto sul mercato venissero almeno posticipati.

Secondo Digitimes Reasearch, infatti, una soluzione di questo tipo farebbe sicuramente molto comodo a Intel e a Microsoft mentre potrebbe arrecare non pochi danni a Google che, oltre a vedere il proprio OS mobile affiancato a uno della concorrenza contribuirebbe così involontariamente a una più profonda penetrazione del sistema operativo di Microsoft nel mercato.

Allo stato attuale solamente i chip x86 di Intel sono in grado di supportare i due sistemi operativi contemporaneamente sullo stesso dispositivo. Per Intel quindi, avere i due OS sullo stesso tablet è sicuramente un vantaggio e permetterebbe all'azienda di Santa Clara di incrementare il valore del proprio brand.

Per Asus il pericolo è quello di offendere Google ma allo stesso tempo manterrebbe degli ottimi rapporti con Intel che da anni è uno dei partner principali dell'azienda taiwanese per quanto riguarda la componentistica delle proprie soluzioni PC.

Allo stesso modo anche per Microsoft la coesistenza con Android potrebbe portare a enormi benefici. In In questo momento, infatti, il market share del colosso di Redmond per quanto riguarda il mercato dei tablet è solamente del 3%. Combinare il proprio sistema operativo Windows 8 con Android potrebbe quindi allargare le frontiere e sdoganare la soluzione Micrsoft.

Google, al contrario, sta cercando in ogni modo di ritardare l'introduzione sul mercato di questo tipo di soluzioni in modo da non dare alcun vantaggio o aiuto alla concorrenza.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

75 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
dtreert10 Marzo 2014, 17:17 #1
flame in 3... 2... 1...

lol scherzi a parte oltre a dire che sono rumors... non serve dire niente xP
Prezelino10 Marzo 2014, 17:32 #2
Secondo me a parte il veder "una più profonda penetrazione del sistema operativo di Microsoft nel mercato" a Google da più fastidio che Intel spacci in giro Androidx86 visto che è tutt'altro che infallibile: troppe app non funzionanti o funzionanti a metà. Questo influisce sulla esperienza di utilizzo dell'utente finale che finirà per schifare Android in toto.
Baxxx10 Marzo 2014, 17:42 #3
Google fa bene ad aver paura di queste soluzioni, poichè sono dei veri e propri cavalli di troia per penetrare nel mondo tablet di microsoft.
Io stesso possiedo un tablet windows 8, e l'unica cosa che mi frenava dal comprarlo era la poca disponibilità di alcune app "touch" disponibili nella piattaforma android ma non windows. poi ho scoperto genymotion, che virtualizza in modo piuttosto performante android ed ora ho un supertablet (mio giudizio), in cui posso far girare app windows, app android, ed all'occorrenza attaccandoci tastiera e mouse (bluetooth) si trasforma in un pc windows "vero" con cui faccio praticamente tutto (fotoritocco, grafica vettoriale, utilizzo di office, programmi di gestione aziendale, ecc. ecc. )
litocat10 Marzo 2014, 17:59 #4
Originariamente inviato da: Prezelino
Secondo me a parte il veder "una più profonda penetrazione del sistema operativo di Microsoft nel mercato" a Google da più fastidio che Intel spacci in giro Androidx86 visto che è tutt'altro che infallibile: troppe app non funzionanti o funzionanti a metà. Questo influisce sulla esperienza di utilizzo dell'utente finale che finirà per schifare Android in toto.

Ecco, oltre ai rumour dei giornalisti ci mancavano i rumour ancora più inverosimili degli utenti di hwu.

Ci sono già diversi tablet e smartphone Intel con Android sul mercato, ne stanno per uscire altri e Google non li ha ostacolati in nessun modo. Le app, a detta di quelli nel forum che hanno provato di persona dispositivi Intel con Android, funzionano bene.
floc10 Marzo 2014, 18:01 #5
dire che sono rumors mi sembra azzardato: hanno gia' ucciso il transformer duet e il transformerbook trio, distribuito col contagocce solo in alcuni paesi. Onestamente capisco poco google, sarebbe piu' maturo (e redditizio) ammettere che come windows e' inutile su un tablet android e' inutile su un desktop e dare il vial ibera a queste soluzioni favorendo androidx86 che oggi zoppica ancora un po'. Il mercato ormai e' saturo e la flessione delle vendite sui tablet ne e' testimonianza, un nuovo genere potrebbe persino dare una boccata di ossigeno... L'ibrido a mio avviso e' il futuro
Braccop10 Marzo 2014, 18:31 #6
mah, android x86 non ha molto senso... le app + succose sono tutte per arm.

senza contare che gli atom sono piuttosto scarsi prestazionalmente, specie sotto windows dove si sente veramente tanto...
calabar10 Marzo 2014, 18:58 #7
Originariamente inviato da: Braccop
mah, android x86 non ha molto senso... le app + succose sono tutte per arm.

Qualche esempio che non siano giochi?
La stragrande maggioranza delle applicazioni gira su dalvik/art, quelle programmate in codice nativo sono pochissime (e non è detto che non si risolva comunque il problema anche per quelle).

Originariamente inviato da: Braccop
senza contare che gli atom sono piuttosto scarsi prestazionalmente, specie sotto windows dove si sente veramente tanto...

Rispetto ai processori mobile non si comportano male.
Sotto Windows, la nuova generazione di atom ha portato una netta svolta rispetto al passato, con prestazioni nettamente superiori alla vecchia architettura in-order.
Gli atom attuali sono discreti prodotti anche per farci girare windows.
terahash8410 Marzo 2014, 19:32 #8
Originariamente inviato da: dtreert
flame in 3... 2... 1...

lol scherzi a parte oltre a dire che sono rumors... non serve dire niente xP


L'avevi detto
LMCH10 Marzo 2014, 20:15 #9
Originariamente inviato da: calabar
Qualche esempio che non siano giochi?
La stragrande maggioranza delle applicazioni gira su dalvik/art, quelle programmate in codice nativo sono pochissime (e non è detto che non si risolva comunque il problema anche per quelle).


La maggior parte delle app con parti in codice nativo sono disponibili in versioni per arm ed x86, questo perchè di solito la parte in codice nativo è scritta in C/C++, quindi una ricompilata con GCC e via.
Natsu10 Marzo 2014, 20:18 #10
Originariamente inviato da: Braccop
senza contare che gli atom sono piuttosto scarsi prestazionalmente, specie sotto windows dove si sente veramente tanto...


ma l'hai provato un atom Bay Trail?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^