Anche Asus sembra allontanarsi dai tablet Windows RT

Anche Asus sembra allontanarsi dai tablet Windows RT

Il successo commerciale del sistema operativo Microsoft per architettura ARM è confermato dal presidente di Asus, che parla di risultati non promettenti per i tablet basati su questo OS

di pubblicata il , alle 16:31 nel canale Tablet
ASUSMicrosoftWindowsARM
 

Uno dei primi e a onor del vero pochi sostenitori del sistema operativo Windows RT, fatta eccezione per Microsoft, è stata la taiwanese Asus, azienda che con il tablet VivoTab RT ha messo a disposizione una soluzione tablet basata su questo sistema operativo sin dallo scorso autunno.

Non sembra tuttavia che l'iniziale entusiasmo per questa piattaforma sia destinato a continuare. Jonney Shih, presidente dell'azienda e figura carismatica di tutti gli eventi pubblici di Asus, ha chiaramente rimarcato in occasione di un'intervista con AllThingsD che gli iniziali risultati sono tutt'altro che promettenti.

Shih non ha del tutto escluso un futuro per Windows RT, quantomeno all'interno di prodotti sviluppati da Asus, ma ha sottolineato come per il momento attuale tutte le energie dell'azienda siano rivolte a soluzioni che sono dotate al proprio interno di chip sviluppati da Intel.

asus_vivotab_rt.jpg (44451 bytes)

Difficile quindi che Asus possa presentare una evoluzione del proprio tablet VivoTab RT nel corso dell'autunno. E' molto più probabile che vedremo al debutto nuove proposte tablet in abbinamento a sistema operativo Windows 8.1 nel corso dell'autunno, con una sempre minore enfasi verso le soluzioni Windows RT.

Asus non si troverebbe in questo da sola: di fatto la maggior parte dei partner di Microsoft che hanno sviluppato soluzioni basate su OS Windows RT hanno lanciato i propri prodotti con poca convinzione e fornito un supporto minimo, a fronte di un'accoglienza da parte dei consumatori che è rimasta altrettanto limitata.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

17 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
dobermann7701 Agosto 2013, 16:51 #1
Come ho gia' scritto, questo WINRT è un fallimento di Arm e non di Microsoft.
Come dice Asus, loro vogliono Intel nel tablet.
Vedrete che i tablet Intel/Microsoft di Asus arriveranno.
acerbo01 Agosto 2013, 17:08 #2
Originariamente inviato da: dobermann77
Come ho gia' scritto, questo WINRT è un fallimento di Arm e non di Microsoft.
Come dice Asus, loro vogliono Intel nel tablet.
Vedrete che i tablet Intel/Microsoft di Asus arriveranno.


si si arriveranno ... si diceva la stessa cosa di Windows Phone
Itacla01 Agosto 2013, 17:18 #3
Originariamente inviato da: dobermann77
Come ho gia' scritto, questo WINRT è un fallimento di Arm e non di Microsoft.
Come dice Asus, loro vogliono Intel nel tablet.
Vedrete che i tablet Intel/Microsoft di Asus arriveranno.


che significa un fallimento di ARM?

Il problema di questi tablet non è certo la bontà del processore, che per le cose che un tablet deve fare è più che sufficiente, come dimostrano Android vari e iPad (che montano sempre ARM).
Il problema è il sistema operativo che è troppo limitato nel parco applicazioni e nelle funzionalità, tanto da non dare nessun motivo per preferirlo alla concorrenza.
JackZR01 Agosto 2013, 19:03 #4
Secondo me M$ ha sbagliato politica, doveva dividere i tablet in due categorie, quella consumer con processori ARM e OS Windows Phone, e quella professionale con processori x86 e OS Win8, in maniera da creare una netta contraddistinzione tra i due tipi di prodotti cosa che non avviene con WinRT.

Originariamente inviato da: dobermann77
Come ho gia' scritto, questo WINRT è un fallimento di Arm e non di Microsoft.
Come dice Asus, loro vogliono Intel nel tablet.
Vedrete che i tablet Intel/Microsoft di Asus arriveranno.
Sarebbe più corretto che il fallimento è ANCHE di ARM che non ha fatto nulla di particolare per questo sistema.
M$ avrebbe dovuto incentivare i produttori di software a sviluppare la versione RT dei loro programmi, se si avesse avuto un porting anche del solo 60% delle applicazioni più usate forse avremmo visto anche dei PC ARM in commercio.

Originariamente inviato da: acerbo
si si arriveranno ... si diceva la stessa cosa di Windows Phone
In commercio ci sono già smartphone x86 (Lenovo K900 tanto per dirne uno), per ora si trovano solo con Android ma il passo per cambiare OS non è tanto lungo.

Originariamente inviato da: Itacla
che significa un fallimento di ARM?

Il problema di questi tablet non è certo la bontà del processore, che per le cose che un tablet deve fare è più che sufficiente, come dimostrano Android vari e iPad (che montano sempre ARM).
Il problema è il sistema operativo che è troppo limitato nel parco applicazioni e nelle funzionalità, tanto da non dare nessun motivo per preferirlo alla concorrenza.
Secondo me è questione di tempo, pubblicità e partner commerciali, anche Android all'inizio era messo alla stessa maniera di Windows Phone.

Originariamente inviato da: ginojap
Non so che prodotti commercia Asus in Italia, ma nel paese del sol levante, dove risiedo, si possono trovare in commercio due modelli di tablet di aspetto assolutamente identici, dal prezzo , autonomia batteria e peso molto simili. Uno e' con windows 8 (Atom) e l'altro con windows 8RT. A occhio le prestazioni di quello con Atom non sono inferiori a quello con Arm. Per quale ragione sulla terra un consumatore dovrebbe essere cosi' idiota da prendere il modello RT che impedisce di installare tutto il parco applicazioni wintel? Almeno Office fosse equivalente, ma anche questo ha delle limitazioni (non girano le macro)
Questo conferma quanto dicevo sopra.
calabar01 Agosto 2013, 19:09 #5
@ginojap
Se sono due prodotti con identiche caratteristiche e prezzo identico, ovviamente avere qualcosa di più non guasta mai.

Io però finora non ho mai visto questa combinazione, c'era sempre qualcosa che rendeva il prodotto ARM più competitivo con i tablet iOS/Android per peso/calore/autonomia.

Avere le applicazioni Win32 a disposizione è sicuramente un valore aggiunto, ma solo nell'ottica di un dispositivi ibrido, perchè usare quelle applicazioni su tablet di fatto fornice un'esperienza d'uso pessima.
Se uno vuole semplicemente un tablet da usare come tale, beh, delle Win32 te ne fai davvero poco.
E te lo dice uno che segue i dispositivi ibridi dai tempi di XP tablet edition, e che è sempre rimasto fregato una volta avuti in mano (esperienza d'uso pessima, inutile negarlo, fino a Windows 7 le funzioni touch erano poco più che una pezza).

Questo non è un aspetto da sottovalutare, perchè proprio l'esperienza d'uso ha determinato in passato il continuo fallimento dei tablet Windows e la diffusione dei prodotti pensati ad hoc come gli ipad.

Il vero problema dei tablet RT è il parco applicazioni e il prezzo. A prezzi più convenienti e con un parco applicazioni che non facesse rimpiangere i concorrenti a mio parere avrebbe la sua da dire, rispetto ai tablet iOS e Android ha già alcuni vantaggi, che però non compensano le carenze.
Spectrum7glr01 Agosto 2013, 19:50 #6
Originariamente inviato da: ginojap
Non so che prodotti commercia Asus in Italia, ma nel paese del sol levante, dove risiedo, si possono trovare in commercio due modelli di tablet di aspetto assolutamente identici, dal prezzo , autonomia batteria e peso molto simili. Uno e' con windows 8 (Atom) e l'altro con windows 8RT. A occhio le prestazioni di quello con Atom non sono inferiori a quello con Arm. Per quale ragione sulla terra un consumatore dovrebbe essere cosi' idiota da prendere il modello RT che impedisce di installare tutto il parco applicazioni wintel? Almeno Office fosse equivalente, ma anche questo ha delle limitazioni (non girano le macro)


alcune ragioni ci sarebbero visto che attualmente a parità di costo hai:

-modulo 3g integrato
-Office (seppure con limitazioni...comunque accettabili visto l'uso in mobilità e adesso dovrebbe arrivare anche Outlook) incluso nel prezzo
-Docking station che raddoppia l'autonomia

Onestamente la limitazione della mancanza di altre applicazioni desktop oltre ad office, Explorer, WMP, remote desktop e, a breve, skydrive desktop, è più teorica che pratica: ti voglio vedere ad usare un programma pesante con un atom...detto questo un lettore PDF desktop non sarebbe una brutta idea in ottica "surrogato PC".
Per il resto fa quello che deve fare: è un tablet (con le sue mancanze in termini di numero di app ma anche con le sue feature come la possibiità di dividere lo schermo tra 2 app o il supporto alla multiutenza) ed all'occorrenza ti permette di lavorare (intendo il tipico lavoro d'ufficio quando non sei davanti alla tua postazione) comunque meglio di come riusciresti a fare su qualsiasi altro tablet che non sia Windows.
ironman7201 Agosto 2013, 23:59 #7
Ennesima news sul flop Windows RT... ma forse non è che agli utenti modernui non risulta così intuitiva e funzionale?
Se un colosso come Asus valuta di sospenderne la produzione forse il feedback non e' cosi roseo per Windows rt..
Colpa di Arm? Adesso si fa la cpu in base al s.o. e non viceversa??
maxmax8002 Agosto 2013, 02:26 #8
Originariamente inviato da: dobermann77
Come ho gia' scritto, questo WINRT è un fallimento di Arm e non di Microsoft.
Come dice Asus, loro vogliono Intel nel tablet.
Vedrete che i tablet Intel/Microsoft di Asus arriveranno.


straquoto.
ci voleva da subito il bionomio intel/MS anche per i Tablet di fascia bassa, allora la solfa sarebbe stata diversa!!
...ovviamente ANCHE con una adeguata campagna di prezzi di MS, non come quella applicata al lancio di RT & del PRO, alla quale stanno cercando di mettere una toppa..
LMCH02 Agosto 2013, 02:42 #9
Originariamente inviato da: dobermann77
Come ho gia' scritto, questo WINRT è un fallimento di Arm e non di Microsoft.
Come dice Asus, loro vogliono Intel nel tablet.
Vedrete che i tablet Intel/Microsoft di Asus arriveranno.


No, il fallimento è tutto ed esclusivamente di Microsoft, visto che il problema è legato al sistema operativo, all'UI ed alle applicazioni e sono tutti aspetti che per quel che riguarda Windows RT è Microsoft ad avere il controllo totale.

Il motivo per cui gli utenti "vogliono Intel" è che comprando un prodotto di Microsoft il cui nome inizia con "Windows ..."
si aspettano di avere accesso il grosso del software già scritto per Windows
e quello attualmente lo si può avere solo con processori x86.

Infatti i tablet e gli smartphone basati su Android ed iOS non hanno quel problema, uno sa cosa lo aspetta e sa pure che troverà il software che gli serve su quelle tipologie di dispositivi.

Invece Microsoft ha pensato di usare l'effetto trainante del nome Windows e non ha considerato a sufficienza che vi sono anche delle aspettative associate a quel nome.
mauriziofa02 Agosto 2013, 09:57 #10
Originariamente inviato da: LMCH
No, il fallimento è tutto ed esclusivamente di Microsoft, visto che il problema è legato al sistema operativo, all'UI ed alle applicazioni e sono tutti aspetti che per quel che riguarda Windows RT è Microsoft ad avere il controllo totale.

Il motivo per cui gli utenti "vogliono Intel" è che comprando un prodotto di Microsoft il cui nome inizia con "Windows ..."
si aspettano di avere accesso il grosso del software già scritto per Windows
e quello attualmente lo si può avere solo con processori x86.

Infatti i tablet e gli smartphone basati su Android ed iOS non hanno quel problema, uno sa cosa lo aspetta e sa pure che troverà il software che gli serve su quelle tipologie di dispositivi.

Invece Microsoft ha pensato di usare l'effetto trainante del nome Windows e non ha considerato a sufficienza che vi sono anche delle aspettative associate a quel nome.



Esatto e questo è il motivo per cui, a differenza di quanto pensano molte persone qui sul forum, sarebbe un fallimento anche se fosse venduto il tablet x86 allo stesso prezzo di quello RT perchè continuerebbe ad esserci la mancanza di app lato ModernUI in più la scomodità di uso di programmi win 32 non pensati per il touch e quindi da usare con il pennino e scomodi (altrimenti se l'idea fosse stata vincente oggi ci sarebbero milioni di tablet con Windows Xp Tablet Edition che cavalcava proprio l'idea Win32 touch con pennino e che è stato un flop clamoroso anni fa) in più con la problematica che essendo programmi progettati per cpu da pc su un atom farebbero fatica a girare oppure costringerebbero l'utente a comprare un tablet come surface con core i5 pesante, con ventola e con durata batteria ridicola.

Ci vuole, come finalmente hanno capito di fare unificando i team di sviluppo, una sola versione di Windows pensata e sviluppata per arm con tutte le ottimizzazioni del caso e con tutte le app in formato ModerUI (quindi office, IE, Windows Media Player ecc...) e poi ricompilare questa versione in formato x86 per i pc ed aggiungerci solo per i pc il desktop.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^