Wi-Drive, disco rigido esterno con connessione senza fili

Wi-Drive, disco rigido esterno con connessione senza fili

Raggiunge gli scaffali in questi giorni il modello Wi-Drive, un disco rigido che sfrutta le connessioni Wi-Fi per interfacciarsi al PC

di Alessandro Bordin pubblicata il , alle 11:22 nel canale Storage
 

Wi-Drive

Wi-Drive

EDS Lab ha commercializzato proprio in questi giorni un disco digido esterno dotato di connessione Wi-Fi, come riportato da VR-Zone. Si tratta di uno dei primi prototipi dotati di questo tipo di connessoine a raggiungere gli scaffali, con buona probabilità aprendo la via ad un filone di dischi di medesime caratteristiche. Già presentato al CeBIT di Hannover di quest'anno, tale unità sfrutta il protocollo IEEE-802.11b/g senza quindi necessitare ci alcun cavo per interfacciarsi con il PC.

I vantaggi offerti dalle connessioni senza fili quindi si stanno espandendo anche a periferiche tradizionalmente USB o FireWire. Il modello Wi-Drive, questo il nome dell'unità, integra un disco da 1,8 pollici da 30 a 60 GB a seconda del modello ed è equipaggiato con una batteria ricaricabile con un'autonomia di circa 4 ore. La quantità di dati che l'unità è in grado di scambiare con i PC collegati è ovviamente collegata a quella della rete wireless, mentre la distanza massima a cui il disco può interfacciarsi ad un PC limitrofo ammonta a 30 metri (dato dichiarato).

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

22 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Kintaro7024 Luglio 2006, 11:24 #1
Bella l'idea, ma la sicurezza dei dati è un po' critica, quando si viaggia nell'etere nessun algoritmo di cryptaggio è mai sicuro al 100%
Il design ricorda la consolle Nintendo, il nome poi ...
davidon24 Luglio 2006, 11:28 #2
tanto per cambiare, design apple...
va a finire che qualcuno metterà nello zaino un telecomando, una padella, o uno stendino, convinto di aver preso l'hard disk wi-fi o l'iPod

ciaobye
Kintaro7024 Luglio 2006, 11:31 #3
Originariamente inviato da: davidon
tanto per cambiare, design apple...
va a finire che qualcuno metterà nello zaino un telecomando, una padella, o uno stendino, convinto di aver preso l'hard disk wi-fi o l'iPod

ciaobye


Be in effetti scimmiotta bene anche Apple
liviux24 Luglio 2006, 11:31 #4
Sicurezza a parte (che per molte applicazioni di storage non è critica), il limite di 54 MebiBit/s si farà sentire, rispetto ai 640 MebiBit/s cui siamo abituati con l'USB2 (cioè al limite dato dal trasfer rate del disco incluso). Comunque, la praticità di questo aggeggio è notevole: in certi casi può sostituire un PC acceso 24 ore su 24. Anche se dentro la scatola sicuramente c'è un qualche tipo di computer, quasi certamente con Linux.
Lotharius24 Luglio 2006, 11:44 #5
Molto interessante questo giocattolino!!
Direi che è arrivato proprio nel periodo giusto, in cui ormai i router Wi-Fi stanno spopolando e costano sempre meno; ormai molte abitazioni e molti uffici hanno un AP Wi-Fi, quindi andare in giro con questo HD è una comodità assoluta, altro che cavo USB/alimentazione; risolve inoltre il problema di raggiungere le porte USB dietro il case, se non sono presenti quelle frontali, evitando di mettersi a fare i contorsionisti (visto che molte volte i PC stanno per terra sotto un mobile inondato di cavi di ogni tipo...

Per quanto riguarda la velocità del Wi-Fi, secondo me non è un problema, viste le prestazioni giù piuttosto basse dei dischi da 1,8". Inoltre l'ambito di utilizzo di questo disco direi che è quello dei trasferimenti di file occasionali (spostamenti di file di piccole dimensioni ecc...)

Chissà se la batteria è sostituibile dall'utente, altrimenti una volta esaurio il ciclo di vita, si butta pure il box... :-\
rutto24 Luglio 2006, 11:51 #6
Originariamente inviato da: liviux
Sicurezza a parte (che per molte applicazioni di storage non è critica), il limite di 54 MebiBit/s si farà sentire, rispetto ai 640 MebiBit/s cui siamo abituati con l'USB2 (cioè al limite dato dal trasfer rate del disco incluso). Comunque, la praticità di questo aggeggio è notevole: in certi casi può sostituire un PC acceso 24 ore su 24. Anche se dentro la scatola sicuramente c'è un qualche tipo di computer, quasi certamente con Linux.


bravo, io infatti sarei INTERESSATISSIMO a gestire il sistemino operativo che sta alla base di sto disco wi-fi. l'idea di avere un serverino (fanless suppongo) grande come un hd standard mi fa un sacco gola...
alla fine per gestire ssh, screen, rtorrent e demone di amule basta poco...
CRL24 Luglio 2006, 12:05 #7
Mi pare un ottimo prodotto, il primo "preconfezionato". Già più di qualche utente ha realizzato un dispositivo simile in modo "casereccio", cioè con un bridge wireless ed un disco comune. Le prestazioni in lettura e scrittura non saranno eccellenti, questo è indubbiamente vero, ma il confronto delle ampiezze teoriche di banda non rende giustizia. L'USB2.0, degli 80MB/sec teorici riesce ad utilizzare non più di 30MB/sec. La LAN riduce molto la differenza teorico/effettivo, a suo vantaggio in questo paragone, che comunque non può vincere.

In aggiunta, immagino che molti vorranno impiegare questo disco per il P2P, e quindi con un accesso caratterizzato da parecchie richieste I/O, che si traducono in una richiesta di velocità di scrittura molto ridotta, direi mai superiore ai 5MB/sec. In queste condizioni l'interfaccia non è certo limitante.

In caso invece si voglia usarlo come unità di backup, o comuqnue per trasferire parecchi dati, risulterebbe lentino, ma poi non eccessivamente, più o meno come una chiavetta USB generica, che tutti utilizziamo anche per salvare grosse moli di dati senza lamentarci troppo.

- CRL -
PeK24 Luglio 2006, 12:06 #8
Originariamente inviato da: davidon
tanto per cambiare, design apple...
va a finire che qualcuno metterà nello zaino un telecomando, una padella, o uno stendino, convinto di aver preso l'hard disk wi-fi o l'iPod

ciaobye



non credo. apple non avrebbe messo quelle orrende spie sul lato.
Mister2424 Luglio 2006, 12:06 #9
Originariamente inviato da: liviux
Comunque, la praticità di questo aggeggio è notevole: in certi casi può sostituire un PC acceso 24 ore su 24.


Con un'autonomia di appena 4 ore?
Per me è perfettamente inutile se dopo 4 ore devi gia sostituire le batterie, se fosse possibile avere una alimentazione da rete elettrica allora potrebbe essere utile come storage di rete.
tailazoom24 Luglio 2006, 12:06 #10
Vista la batteria (4 ore di autonomia), potrebbe servire ai palmari wi-fi sprovvisti di USB-HOST

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^