Western Digital Scorpio Blue, hard disk per ultrabook

Western Digital Scorpio Blue, hard disk per ultrabook

Western Digital presenta sul mercato un disco da 2,5" caratterizzato da uno spessore di soli 7,5mm, particolarmente adatto all'integrazione in sistemi ultrabook

di Gabriele Burgazzi pubblicata il , alle 09:21 nel canale Storage
Western DigitalUltrabook
 

Lo standard industriale per la produzione di hard disk per portatili è fissato ad uno spessore di 9,5mm: in alcuni casi, di fronte a proposte desktop replacement, è possibile però trovare dischi leggermente più spessi, capaci di garantire maggiore spazio di storage.

Presto questo standard potrebbe cambiare e guardare verso i 7mm. Questo fattore è ovviamente legato a doppio filo al fenomeno ultrabook, sempre più presente in volumi sul mercato: proposte portatili caratterizzate da uno spessore particolarmente contenuto, che permette di garantire una maggiore trasportabilità.

Western Digital

In questo senso, nella giornata di ieri, Western Digital ha introdotto sul mercato un nuovo modello della famiglia Scorpio Blue da 2,5", caratterizzato da uno spessore di soli 7,5mm. La nuova proposta dell'azienda è una soluzione dotata di un singolo piatto, e sarà disponibile nei tagli di 500 e 320GB. La nuova unità verrà distribuita con prezzi attorno ai 99 dollari americani per il modello da 500GB e di 79 dollari per il taglio da 320GB.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Godmar12 Aprile 2012, 09:37 #1
no ssd no party...
dwfgerw12 Aprile 2012, 09:38 #2
ma il bello di questi cloni del macbook air sono proprio gli ssd oltre che il peso contenuto e la durata della batteria.
citty7512 Aprile 2012, 09:38 #3
Commentone....
Soprattutto visto che si parla di unità da 320\500GB.
Tagli notoriamente coperti dagli SSD....
Valen1212 Aprile 2012, 11:01 #4
[OFF Topic Mode : ON]Tralasciando il discorso sui cloni dell'mbair, che cloni non sono semplicemente perché il marchio ultrabook è detenuto da intel e la stessa ha fatto pressioni sui produttori, guarda caso, dopo aver atteso la risposta del mercato dopo l'uscita proprio dell'mbair in un periodo in cui Apple aveva ancora contratti in esclusiva con Intel. Quindi più che cloni, sono il risultato di una strategia precisa (chiaramente IMHO). [OFF Topic Mode : OFF]

Tornando al discorso principale, non so quanto potranno essere utili soluzioni del genere in un ultrabook "classico" visto che si tende ad eliminare ogni tipo di componente meccanico che aumenta il peso e produce rumore. Potrebbero invece essere utili (con tagli maggiori) per modelli di notebook più sottili,affiancati ad un SSD usati come disco principale.
Mparlav12 Aprile 2012, 17:14 #5
Il taglio 256-512GB è coperto dagli ssd: quello che manca è il TB su 2.5", ma arriva entro l'anno.

E'solo una questione di prezzi: il Crucial M4 512GB 7mm costa sui 500 euro, mentre lo Scorpio Blue 500GB viene sugli 80 euro, mentre il 256GB slim si trova a 240 euro, contro i 60 euro dello Scorpio Blue da 320GB.

Per come la vedo io, nel notebook/ultrabook va bene un 128/256GB con sata 2.5" 7mm o un msata.

Per maggiori esigenze di spazio, si aggiunge una pendrive usb 32/64GB o in alternative un box esterno 2.5".
MasterGuru12 Aprile 2012, 17:44 #6
ma dai, ancora con sti hdd? Ormai si capisce che ultrabook fa rima con SSD: instant on e avvio delle applicazioni ultra rapido sono le chiavi del successo
Baboo8513 Aprile 2012, 10:22 #7
Eccoli la' che ancora tentano di infilare gli HDD meccanici nei notebook destinati ad una portabilita' maggiore di quella standard.

Prima coi netbook ora con gli ultrabook. Devono per forza buttarceli dentro. Che fastidio.

E parlo da gran sostenitore di HDD meccanici.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^