Western Digital, nuova serie di hard disk 24/7 AV-GP fino a 3TB

Western Digital, nuova serie di hard disk 24/7 AV-GP fino a 3TB

Nuova famiglia di hard disk in casa Western Digital, che presenta i dischi AV-GP con tagli fino a 3TB, in grado di operare continuativamente 24 ore su 24, 7 giorni su 7

di Alessandro Bordin pubblicata il , alle 08:31 nel canale Storage
Western Digital
 

Western Digital, leader mondiale nella produzione e vendita di hard disk tradizionali a piatti rotanti, ha realizzato la nuova serie AV-GP, con form factor tipicamente desktop da 3,5 pollici. La sigla è una dichiarazione di intenti, in quanto le unità nascono per soddisfare le esigenze audio-video (AV nella sigla, appunto), ovviamente nelle differenti accezioni.

Oltre agli utilizzi in videoregistratori digitali, gli hard disk tradizionali di elevata capienza stanno assumendo un ruolo sempre più importante come storage per la videosorveglianza, complice anche lo storico che per legge è necessario tenere archiviato ai fini di eventuali indagini.

Western Digital

Ecco quindi spiegata la nascita di dischi rigidi pensati per questi utilizzi. Perdono importanza le prestazioni (tanto che Western Digital nemmeno le dichiara), assumendo invece un'importanza cruciale l'affidabilità e la garanzia di un utilizzo continuativo delle unità. La serie AV-GP nasce infatti per soddisfare cicli di lavoro 24/7, ovvero 24 ore su 24, 7 giorni su 7, con un MTBF di 1,000,000 di ore.

Il regime di rotazione è variabile e viene definito dall'algoritmo IntelliPower, che adegua la velocità in base alle esigenze, con limite inferiore e superiore rispettivamente di 5400rpm e 720rpm. Salvo casi eccezionali, come lo streaming di 12 filmati in contemporanea, la tecnologia opta per operazioni a 5400rpm, in grado di far risparmiare fino al 40% dell'energia necessaria all'operatività a 7200rpm. Le specifiche complete sono disponibili sul sito del produttore a questa pagina, mentre i tagli sono compresi fra 1TB e 3TB. Ad oggi è possibile sapere solo i prezzi dei modelli da 2,5TB e 3TB, rispettivamente di $160,00 e $180,00, ovviamente in valuta USA.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

16 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
piererentolo18 Maggio 2011, 08:41 #1
1.000.000 di ore sono più di 114 anni, chi mai controllerà questo dato?
eeetc18 Maggio 2011, 08:49 #2
A parte l'algoritmo di gestione particolare, l'MBTF è esattamente lo stesso dichiarato per i normali hd, anche di quelli di 10 anni fa...
Aryan18 Maggio 2011, 08:51 #3
E per gli SSD è ancora più alto!
(3M di solito)

PS: non confondiamo MTBF e cicli scrittura delle celle!
Notturnia18 Maggio 2011, 09:21 #4
180 dollari per 3 TB.. se riesco a prenderne 4 per 700 euro mi sa che aggiorno il vecchio nas
^-Super_Treje-^18 Maggio 2011, 09:56 #5
Personalmente la WD, io premetto che acquisto e faccio acquistare hd con i piatti solamente di marca WD e modello Green quindi è una critica sensata, dovrebbe iniziare a produrre hd che si scaldano di meno !
Io ho notato con i Green che lavorandoci spesso a 7200 rpm, cioè facendo per ore ed ore continue scritture, il disco posto all'aria aperta esternamente al case era caldo quasi scottava anche se hdtune rilevasse temperature di 40 °C.
Secondo me o dietro c'è una scoperta deludente per WD sui suoi dischi e cioè che tenendoli sempre a 7200 rpm questi scaldassero particolarmente e quindi statisticamente le rotture e/o le deformazioni termiche del piatto erano tali che le prestazioni calassero eccessivamente.
dolomiticus18 Maggio 2011, 10:41 #6
Vedi che questi dischi sono fatti per girare piano e sempre accesi, no per performance
sinergine18 Maggio 2011, 10:48 #7
Originariamente inviato da: ^-Super_Treje-^
Personalmente la WD, io premetto che acquisto e faccio acquistare hd con i piatti solamente di marca WD e modello Green quindi è una critica sensata, dovrebbe iniziare a produrre hd che si scaldano di meno !
Io ho notato con i Green che lavorandoci spesso a 7200 rpm, cioè facendo per ore ed ore continue scritture, il disco posto all'aria aperta esternamente al case era caldo quasi scottava anche se hdtune rilevasse temperature di 40 °C.
Secondo me o dietro c'è una scoperta deludente per WD sui suoi dischi e cioè che tenendoli sempre a 7200 rpm questi scaldassero particolarmente e quindi statisticamente le rotture e/o le deformazioni termiche del piatto erano tali che le prestazioni calassero eccessivamente.


I WD green vanno a 5400 e non 7200 anche se WD indica diversamente. Si trovano un sacco di recensioni sul web che tramite prove fono metriche dimostrano che non c'è nessuna variazione di velocità del motore.

Anche gli HD di altri marchi se stressati continuamente arrivano a 40°: è una temperature normale di funzionamento
Opteranium18 Maggio 2011, 11:25 #8
Originariamente inviato da: ^-Super_Treje-^
Secondo me o dietro c'è una scoperta deludente per WD sui suoi dischi e cioè che tenendoli sempre a 7200 rpm questi scaldassero particolarmente e quindi statisticamente le rotture e/o le deformazioni termiche del piatto erano tali che le prestazioni calassero eccessivamente.

però c'è un limite anche all' analfabetismo, che cavolo!!
sintopatataelettronica18 Maggio 2011, 11:53 #9
Originariamente inviato da: ^-Super_Treje-^
Io ho notato con i Green che lavorandoci spesso a 7200 rpm, cioè facendo per ore ed ore continue scritture, il disco posto all'aria aperta esternamente al case era caldo quasi scottava anche se hdtune rilevasse temperature di 40 °C.


Bhe, quel che scrivi è un pò controsenso: logico che il risparmio di corrente e il minor riscaldamento siano legati ad una utilizzazione non intensiva del disco.
E' come dire : "voglio una scheda video che mi faccia andare i giochi moderni alle più alte risoluzioni, in 3d e su multimonitor con antialiasing al massimo e che resti fresca come l'acqua alla sorgente così non ha bisogno della ventola".. logico che non può essere così, più prestazioni = più calore, e i WD green sono dischi decisamente performanti.

Andrebbero usati in situazioni tipo un computer sempre acceso e il disco che lavora intensivamente solo per una percentuale non significativa della giornata, così nei momenti di "pausa" va in risparmio energetico e consuma (e scalda) meno.

Più che altro quel che ho notato io nell'uso quotidiano è che tutti i WD, anche i black, che non hanno sistemi per il risparmio energetico, quando non sono sotto stress scaldano assai poco.
[Umby]18 Maggio 2011, 12:28 #10
[I]" con limite inferiore e superiore rispettivamente di 5400rpm e [B][COLOR="Red"]720[/COLOR][/B]rpm. "[/I]

ovviamente 7200

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^