Western Digital aggiorna la gamma di dischi VelociRaptor

Western Digital aggiorna la gamma di dischi VelociRaptor

Aggiornamento di gamma per Western Digital, che mette mano alla gamma di unità VelociRaptor, estendendo l'utilizzo dell'interfaccia SATA 6Gbps e dei 32MB di cache

di pubblicata il , alle 08:53 nel canale Storage
Western Digital
 

Le unità disco tradizionali Western Digital VelociRaptor sono da sempre una mosca bianca nel panorama storage, nate da una serie di circostanze che le hanno rese le uniche soluzioni SATA da 10.000 giri al minuto presenti sul mercato. Western Digital, a differenza della concorrenza pre-SSD, non disponeva di un  listino SCSI-SAS, fatto che ha messo le basi alla realizzazione di una serie di dischi da 10.000 giri al minuto non solo per il mondo enterprise, ma anche desktop.

La concorrenza non ha mai proposto un concorrente diretto dei VelociRaptor di WD, poiché avrebbero rischiato di fare concorrenza interna alle ben più care unità SCSI/SAS, dove i margini sono molto più ampi. Ecco dunque che i dischi Western Digital VelociRaptor, seppur di nicchia, si sono ritrovati come unici rappresentanti desktop da 10.000 giri, incontrando i favori del pubblico più appassionato.

Poi sono arrivati gli SSD e tutto è cambiato, ma queste unità non hanno perso la stima di numerosi appassionati. Ecco il motivo per cui Western Digital continua a credere nel progetto, apportando alcune modifiche al listino. Se prima solo le unità da 450GB e 600GB potevano disporre dell'interfaccia SATA 6Gbps e di 32MB di cache, ora tali caratteristiche sono a disposizione anche dei tagli inferiori, 150GB e 300GB, pur rimanendo il listino le "vecchie" versioni.

Secondo Vr-Zone, VelociRaptor 150GB verrà venduto a un prezzo indicativo prossimo ai €120,00, mentre la versione da 300GB sarà venduta a €144,00; le nuove unità faranno la loro comparsa nei listini già a partire dai prossimi giorni.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

38 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
pgp26 Luglio 2011, 09:02 #1
Mi chiedo che senso abbiano, ormai, con l'avvento degli SSD: sono molto più lenti e fanno molto rumore. Gli unici sensati potrebbero essere proprio quelli da 450 e 600GB, perchè i dischi a stato solido non raggiungono quelle capienze (non a prezzi umani almeno).


pgp
diabolik198126 Luglio 2011, 09:05 #2
Posso capire l'acquisto delle unità da 450 e 600GB, ma non capisco l'acquisto a 120€ dell'unità da 150GB, sopratutto perchè non ha un enorme boost prestazionale rispetto ad un disco 7200rpm, ed a 190€ si trovano i Vertex 2 da 120GB.
Fray26 Luglio 2011, 09:07 #3
costassero pochi euro in più dei 7200 avrebbero anche senso, ma a questi prezzi tanto vale prendere un SSD...
Micene.126 Luglio 2011, 09:08 #4
decisamente fuori mercato...probabilmente è una mossa commerciale per vendere i residui di magazzino spacciandoli per i fiammanti sata3
Davis526 Luglio 2011, 09:15 #5
il problema concreto... perche' prendere un 150gb da 10.000 giri quando con gli stessi soldi si prendono 2 dico 2 dischi da 2tb o se il negoziante non vi tratta bene, come minimo due da 1,5tb...
Portocala26 Luglio 2011, 09:24 #6
Non vorrei dire cavolate ma ci sono ambienti specifici dove i Velociraptor sono meglio degli SSD. Non so quali esattamente.

Quando ho letto solo il titolo mi aspettavo di trovare VELOCIRAPTOR CON 4GB NAND. Invece niente.


Un Raptor ti dà una garanzia di funzionamento che un SSD mainstream con i suoi decadimenti appena superi certe soglie di riempimento non ti da.
Portocala26 Luglio 2011, 09:26 #7
Originariamente inviato da: Davis5
il problema concreto... perche' prendere un 150gb da 10.000 giri quando con gli stessi soldi si prendono 2 dico 2 dischi da 2tb o se il negoziante non vi tratta bene, come minimo due da 1,5tb...


Perchè ovviamente non hai le conoscenze degli ambienti server dove non serve lo spazio ma la velocità di lettura (non dire il termine corretto xD)
Mparlav26 Luglio 2011, 09:26 #8
Il 150GB verrebbe 0.7 euro/GB: semplicemente ridicolo come rapporto prezzo/prestazioni/capacità.

E piuttosto che spendere quella cifra per un Velociraptor 300GB, compro un Crucial M4 64GB a 90 euro per SO+programmi e 60 euro per un hdd 2TB "green".

Ho cercato in Germania ed il 150GB è in prevendita a 110 euro ed il 300GB a 133 euro, un po' meno di quanto indicato da Fudzilla.
diabolik198126 Luglio 2011, 09:28 #9
@Portocala

I velociraptor sono meglio degli SSD solo per il rapporto €/GB, ma in tutto il resto un SSD anche di prima generazione li straccia.

I dischi ibridi, a parte Seagate, credo che non verranno mai proposti da altri. Hanno prezzi più elevati di un HDD e praticamente zero vantaggi.
stefanogiron26 Luglio 2011, 09:33 #10
1. non sono affatto rumorosi
2. sono nel formato 2.5"
3. hanno performance molto superiori ai dischi 7200rpm
4. sono per uso 24/7
5. sicuramente hanno una durata superiore agli SSD per gli ambiti di utilizzo ove questi vengono utilizzati
6. non risentono dei cicli di riscrittura quando usati con enormi flussi di dati (montaggio video/audio o grafica avanzata)

forse c'è altro da aggiungere ma in questo momento non me ne vengono in mente altri

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^