WD My Passport Pro, dual disc Thunderbolt senza alimentazione esterna

WD My Passport Pro, dual disc Thunderbolt senza alimentazione esterna

Nuova e interessante soluzione di archiviazione esterna da parte di Western Digital, che offre agli utenti Apple un nuovo dispositivo dalle elevate prestazioni, collegato e alimentato tramite interfaccia Thunderbolt

di pubblicata il , alle 16:27 nel canale Storage
AppleWestern Digital
 

Western Digital ha presentato My Passport Pro, una soluzione di archiviazione  unica nel suo genere. Una premessa: WD ha realizzato un prodotto volutamente di nicchia, cercando di incontrare il favore dei creativi che utilizzano un Mac per lavorare o divertirsi. Descriveremo ora l'interessante unità, prendendoci la libertà di fare qualche commento in seguito.

Che sia una soluzione anomala lo si capisce già dall'integrazione di due unità disco a piatti rotanti, stipati in uno chassis ovviamente più spesso dei normali HDD esterni. Esistono sul mercato da anni soluzioni esterne multidisco, sia chiaro, ma richiedono praticamente in tutti i casi una presa elettrica a cui collegare un alimentatore apposito, vanificandone la portabilità in senso stretto. Arriviamo quindi a quella che è la caratteristica principale dell'unità, ovvero non richiedere alimentazione esterna, bastandogli quella garantita dalla porta Thunderbolt.

Primo motivo per cui è un'unità per utilizzatori Mac: non era possibile realizzare qualcosa di simile con interfaccia USB 3.0, in quanto questa è in grado di erogare al massimo 4,5W,che per due unità disco, anche a basso consumo, non bastano; Thunderbolt mette a disposizione 10W, che invece soddisfano l'esigenza. Essendo le porte Thunderbolt realizzate da Intel ma integrate quasi esclusivamente sui PC Apple dal 2011 in poi, la scelta di WD è comprensibile.

My Passport Pro è decisamente interessante poiché mette a disposizione 2TB o 4TB di spazio diviso in due dischi da 2,5 pollici, configurabili in RAID 0 per massimizzare le prestazioni (nell'ordine dei 230MB/s massimi), ferma restando l'opportunità di scegliere una più cautelativa catena RAID 1, dimezzando la capacità nominale.

Il vantaggio, i tutti i casi, è quello di poter contare su un'unità molto veloce e performante ovunque ci si trovi e lontano da una presa di corrente. Perché per i creativi? Questo più che altro è un "suggerimento" di Western Digital, che pensa agli operatori foto-audio-video e alle moli di dati da archiviare o di cui fare backup al volo, ovunque ci si trovi, ma ovviamente si rivolge a chiunque sia alla ricerca di una soluzione mobile da usare in stile chiavetta, salvo poter disporre di molto più spazio e velocità di trasferimento molto elevate.

Sono molte le aziende che, pensando a un accessorio per il mondo Mac, realizzano prodotti curati sotto il profilo della costruzione e del design (facendo pagare ovviamente un prezzo maggiore rispetto a soluzioni standard); WD non fa eccezione e dota My Passport Pro di un guscio in alluminio satinato, integrando tra l'altro il cavo Thunderbolt in modo da non correre il rischio di dimenticarselo.

Ci concediamo una piccola precisazione: Thunderbolt è utilizzata quasi esclusivamente da Apple, ma quel "quasi" fa intendere che anche nel mondo Windows vi siano modelli che possono contare su questa interfaccia (qui trovate una lista molto aggiornata). L'unità My Passport Pro viene commercializzata con file system HFS+J (Journaled), utilizzata da Apple, motivo per cui i rarissimi possessori di PC e notebook dovranno provvedere a formattare in NTFS qualora vi vedano l'oggetto dei sogni di cui non poter fare a meno.

I prezzi? C'è un po' di confusione: nelle slide mostrate alla conferenza si parla di 399,90 Euro per il modello da 2TB, che salgono a 529,90 Euro per quello di capacità doppia. Il comunicato stampa rivede al ribasso il prezzo del 2TB, 379,00 Euro, lasciando invariato quello da 4TB. Nel sito del produttore, versione italiana, cliccando su "where to buy" si scopre che il 2TB, su WD Store, costa 369,99 Euro, che diventano 499,99 Euro per il 4TB. Vi si trova indicato anche Amazon, che commercializza le unità 2TB e 4TB rispettivamente a 342,00 e 478,00 Euro. In tutti i casi la garanzia è di 3 anni.

WD My Passport Pro, dicevamo, è per ora un modello unico, poiché soluzioni alternative (un esempio su tutti alcuni modelli LaCIE, sempre attenta agli utenti Apple) possono anche raggiungere prestazioni più elevate, ma devono comunque contare su una presa di corrente per l'alimentatore separato. WD punta molto su questo insomma, offrendo un hard disk esterno molto capiente e performante che non richiede altro che essere messo nello zaino.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

41 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ulk01 Aprile 2014, 17:58 #1
Oh si è destinato al successo. Thunderbolt è il vero valore aggiunto.

maxmax8001 Aprile 2014, 18:11 #2
totalmente inutile visto che con due dischi e basta si è lontanissimi dal saturare la banda di TB, che dovrebbe essere usata in ben altre situazioni.
basta una comune USB 3.0,
poi se uno vuole farsi male al portafogli con questo gingillo, liberissimo di farlo
ciriccio01 Aprile 2014, 18:21 #3
Secondo me bisognerebbe fare come i napoletani quando diventarono obbligatorie le cinture... vuoi fare il figo? Allora attaccati un finto cavo quando lo porti in giro
ScIEnzY01 Aprile 2014, 21:31 #4
Originariamente inviato da: maxmax80
totalmente inutile visto che con due dischi e basta si è lontanissimi dal saturare la banda di TB, che dovrebbe essere usata in ben altre situazioni.
basta una comune USB 3.0,
poi se uno vuole farsi male al portafogli con questo gingillo, liberissimo di farlo


tu si che l'hai letta bene la news
frankie01 Aprile 2014, 22:54 #5
Si ma utilizzare la 7D per i video...
maxmax8002 Aprile 2014, 01:09 #6
Originariamente inviato da: ScIEnzY
tu si che l'hai letta bene la news


il succo è che questo gingillo è autoalimentato, ma io non stavo discutendo quello, stavo discutendo l' inutilità del gingillo..
DKDIB02 Aprile 2014, 09:15 #7
[color=red]maxmax80 wrote:[/color]
> [...] io non stavo discutendo quello, stavo discutendo l' inutilità del gingillo..

Stiam parlando d'un disco da 4 TB (o 2 TB in RAID 1) realmente trasportabile e dalle prestazioni elevate.
Si può discutere sul suo prezzo ma non certo sulla sua utilità.
maxmax8002 Aprile 2014, 13:07 #8
ma lo sai cos'è un RAID1?
il RAID1 è una copia esatta (mirror) di tutti i dati del disco master su due o più dischi slave.
le prestazioni sono quelle di un singolo disco Master da 7220 o 5400 rpm.

anche se fosse una RAID0 di due singoli dischi, sarebbe ben lontana dalla prestazione di un ssd e ben lontata dallo sfruttare la enorme banda messa a disposizione da TB.

ripeto: roba inutile.
daver9902 Aprile 2014, 14:54 #9
C'è anche già su Amazon http://amzn.to/1pPsF51
gsorrentino02 Aprile 2014, 18:41 #10
Originariamente inviato da: maxmax80
ma lo sai cos'è un RAID1?
il RAID1 è una copia esatta (mirror) di tutti i dati del disco master su due o più dischi slave.
le prestazioni sono quelle di un singolo disco Master da 7220 o 5400 rpm.

Se dici questo non sai cosa sono i RAID e come vanno le prestazioni o sei abituato ai RAID fatti dai controller intel delle MB.

anche se fosse una RAID0 di due singoli dischi, sarebbe ben lontana dalla prestazione di un ssd e ben lontana dallo sfruttare la enorme banda messa a disposizione da TB.

ripeto: roba inutile.


Tecnicamente, potrei portarmi un disco USB 3.0 da 2,5". Non ho bisogno di alimentazione.

Se però ho bisogno di 2 o più TB la scelta si riduce e devo necessariamente passare a un disco da 3,5" che però auto-alimentato normalmente non è.

Se ho bisogno di sicurezza (ovvero di non perdere i dati in caso di problemi), o mi porto 2 dischi (e faccio due copie con il doppio del tempo) o devo necessariamente passare a un RAID 1.

Se ho bisogno di questo in mobilità, non avere l'alimentatore e poter sfruttare quella data dalla batteria del portatile è un obbligo.

A questo punto dove trovo 2TB di disco con RAID 1 auto-alimentato dal mio portatile da usare in giro lontano da una presa di corrente?

Ovvio che in altri usi non conviene una tale soluzione (sia per prestazioni che per prezzo), ma proprio dell'uso che ho appena descritto parla l'articolo e altra soluzione non c'è.

Da questo punto di vista (e dal punto di vista dell'articolo) il commento è inutile.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^