Vendite di hard disk per sistemi consumer in calo per Western Digital

Vendite di hard disk per sistemi consumer in calo per Western Digital

Western Digital ha registrato una forte contrazione nelle vendite di hard disk nel corso del secondo trimestre 2015: se il mercato enterprise tiene è quello consumer a mostrare debolezza, come del resto vale per le vendite di PC in generale

di pubblicata il , alle 08:31 nel canale Storage
Western Digital
 

I dati finanziari trimestrali di Western Digital, riferiti al Q2 2015, permettono di evidenziare una forte contrazione nelle vendite di hard disk rispetto al corrispondente periodo dello scorso anno. L'azienda ha totalizzato vendite per 48,52 milioni di hard disk, un calo consistente rispetto ai poco più di 63 milioni di pezzi venduti nel secondo trimestre dello scorso anno.

Una dinamica di questo tipo è per certi versi attesa, ma merita un approfondimento. L'aumento costante nel quantitativo di dati che vengono generati e registrati richiede soluzioni di storage sempre più capienti, ma le difficoltà nella vendita di PC desktop e notebook al pubblico consumer ha avuto indubbie ricadute anche sulle vendite di hard disk a questi sistemi abbinati.

Non dobbiamo inoltre trascurare l'influenza delle unità SSD, che grazie alle superiori prestazioni velocistiche permettono di ottenere un comportamento complessivo del sistema nettamente più brillante. I nuovi form factor, inoltre, permettono di ridurre l'ingombro a tutto vantaggio delle dimensioni complessive nei sistemi portatili.

Queste dinamiche spiegano il crollo nelle vendite registrato da Western Digital, e che possiamo più in generale riportare anche per il settore nel complesso. Dove l'azienda ha perso maggiormente è proprio nella vendita di hard disk per il settore client, mentre l'ambito Enterprise e quello dei prodotti cosiddetti non compute ha registrato un andamento decisamente più allineato a quello di 12 mesi fa.

Le stime di Western Digital per la seconda metà dell'anno sono in ogni caso improntate ad un certo ottimismo. Le vendite di soluzioni Enterprise continueranno a mantenersi, grazie anche alla disponibilità di nuovi modelli ad elevatissima capacità, mentre più difficile stimare cosa potrà accadere nel settore consumer. Il debutto del sistema operativo Windows 10, unito al rilascio dei processori Intel della famiglia Skylake, dovrebbero permettere di dare una nuova spinta agli acquisti di tradizionali sistemi PC e quindi anche avere ricadute positive nel settore degli hard disk ma sarà necessario attendere alcuni mesi prima di poter vedere dati concreti.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

26 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
roccia123431 Luglio 2015, 09:13 #1
Io sto ancora aspettando che ritornino i prezzi pre-alluvione.
Anzi, visto che sono passati ben 4 anni, pretenderei anche prezzi inferiori.
Ricordo: wd green 2TB 66 €.
Oggi su amazon lo vedo ad 84€

Poi si lamentano che non vendono ai privati
CrapaDiLegno31 Luglio 2015, 09:32 #2
Eh, ai tempi ne ho acquistati 2 di quegli HDD.
C'è da dire che nel frattempo l'euro è anche passato da 1.35 a 1.10 e l'IVA è salita dal 19 a 20...

66/1.19 * 1.35 = 75 dollari, prezzo senza IVA 4 anni fa
75*1.20 / 1.10 = 82 euro, prezzo di oggi con IVA

Direi che i prezzi sono tornati ai livelli pre alluvione.

Comunque se non vende, probabilmente i prezzi scenderanno, sopratutto per i modelli con capienza maggiore che certamente hanno margini di guadagno superiore.
Cappej31 Luglio 2015, 09:49 #3
Originariamente inviato da: CrapaDiLegno
Eh, ai tempi ne ho acquistati 2 di quegli HDD.
C'è da dire che nel frattempo l'euro è anche passato da 1.35 a 1.10 e l'IVA è salita dal 19 a 20...

66/1.19 * 1.35 = 75 dollari, prezzo senza IVA 4 anni fa
75*1.20 / 1.10 = 82 euro, prezzo di oggi con IVA

Direi che i prezzi sono tornati ai livelli pre alluvione.

Comunque se non vende, probabilmente i prezzi scenderanno, sopratutto per i modelli con capienza maggiore che certamente hanno margini di guadagno superiore.


C'è anche da dire che la tassa SIAE sul GB di Franceschini non scherza... neppure su questi supporti
massimo79m31 Luglio 2015, 09:53 #4
la contrazione e' anche per il fatto che ormai moltissimi pensano a un ssd come primo (e a volte unico) hd.
CrapaDiLegno31 Luglio 2015, 09:53 #5
Originariamente inviato da: Cappej
C'è anche da dire che la tassa SIAE sul GB di Franceschini non scherza... neppure su questi supporti


Mi sa che questa stupida tassa non la paga nessuno, dato che i prezzi degli HDD sono praticamente uguali in Italia come in Germania (su Amazon).
Mparlav31 Luglio 2015, 10:03 #6
Calano le vendite dei PC.

Le vendite dei notebook sono salite rispetto ai "fissi", e spesso e volentieri su quelli si riesce a fare a meno dell'hdd, usando solo un ssd da 256/512GB.

Sui 2.5" sono fermi da tempo al 2TB, e non riescono ancora a tirar fuori un modello da 7 mm superiore ad 1 TB (per attrarre il mercato ultrabook).

Sui 3.5 , il WD Green da 4TB costava 2 anni fa' 160 euro: oggi ne costa 140.

Cambio euro/$ o meno, si dessero una regolata.
CrapaDiLegno31 Luglio 2015, 10:12 #7
Originariamente inviato da: Mparlav
Sui 3.5 , il WD Green da 4TB costava 2 anni fa' 160 euro: oggi ne costa 140.

Cambio euro/$ o meno, si dessero una regolata.

Sì, va be', non è che si può chiedere che ti vengano regalati però!
Il cambio euro/dollaro sono affari nostri, non certo del produttore.
Dal tuo esempio:
2 anni fa un HDD da 4TB costava pulito in dollari:
160 / 1.19 * 1.30 = 175 dollari
175 dollari di listino qui sarebbero 190 euro con IVA
Se il prezzo ora è invece di 140 euro, vuol dire che il prezzo è sceso di oltre il 25%.
Direi che la regolata se la sono già data. Magari uno sforzo in più, ma non è che ci stanno marciando sopra. D'altronde se non vendono come prima hanno un problema (che sia il calo della vendita di PC o la concorrenza degli SSD).
giovanni6931 Luglio 2015, 10:25 #8
Il cambio EURUSD dovrebbe essere in realtà neutro: il direttore finanziario tra i suoi compiti ha tra le altre cose l'incarico di rendere neutrale il peso dei rapporti di cambio, in modo da neutralizzare le oscillazioni valutarie e permettere all'azienda di concentrarsi sul core business. Si può fare. Poi non è detto che WD lo faccia in modo efficiente.
giovanni6931 Luglio 2015, 10:28 #9
Dateci dei Black a un costo decente, quello è il problema! Adesso quell'estensione della garanzia a 5 anni implicitamente significa un costo aggiuntivo variabile tra il 25 ed il 40% del valore dell'hard disk (vedi confronto tra serie Blue e Black).
UnicoPCMaster31 Luglio 2015, 10:45 #10
Originariamente inviato da: roccia1234
Io sto ancora aspettando che ritornino i prezzi pre-alluvione.
Anzi, visto che sono passati ben 4 anni, pretenderei anche prezzi inferiori.
Ricordo: wd green 2TB 66 €.
Oggi su amazon lo vedo ad 84€

Poi si lamentano che non vendono ai privati


Io lo presi a 55€ poco prima dell'alluvione.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^