USB Power e nuove specifiche ufficiali: fino a 100W di potenza

USB Power e nuove specifiche ufficiali: fino a 100W di potenza

L'USB 3.0 Promoter Group raggiunge un traguardo importante, ovvero la standardizzazione di nuove specifiche per l'alimentazione via USB in grado di aprire molti scenari

di pubblicata il , alle 15:08 nel canale Storage
 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

52 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
dav1deser19 Luglio 2012, 16:01 #11
Aggiungo: con 5V non la caricherai mai una batteria per portatile perchè se anche questa è scarica, in realtà ha una tensione residua che non è poi tanto più bassa di quella nominale, ad esempio un batteria da 19V quando è scarica dubito sia a meno di 15V, e se tu le applichi 5V in direzione opposta ottieni 10V nella direzione di scarica, risultato? Se ti va bene non succede niente, se no si scarica ulteriormente.
extremelover19 Luglio 2012, 16:09 #12
Originariamente inviato da: Mr Pink
Chiedilo a quelli che passeranno da 4 a 5...


Cosa devo chiedere? Il connettore non sarà sempre USB? Non sarà conforme alle specifiche attuali sull'alimentazione da USB?
Apocalysse19 Luglio 2012, 16:16 #13
Originariamente inviato da: dav1deser
Di conseguenza una batteria non puoi caricarla più velocemente di quanto già fai, anche se usi dispositivi con un picco massimo di W maggiore.

In realtà no, perchè gli smartphone attuali con batterie grosse, se riconoscono l'attacco USB da PC, si ricaricano usando i 5v ed i 500mA, se riconoscono il loro caricabatterie si ricaricano a 5v con 1 o 2A a seconda.
Se in un futuro si potesse attaccare uno smartphone al PC e ricaricarlo alla sua corrente normale, non ci sarebbe il problema di carica lenta attaccato al PC


Originariamente inviato da: dav1deser
Aggiungo: con 5V non la caricherai mai una batteria per portatile perchè se anche questa è scarica, in realtà ha una tensione residua che non è poi tanto più bassa di quella nominale, ad esempio un batteria da 19V quando è scarica dubito sia a meno di 15V, e se tu le applichi 5V in direzione opposta ottieni 10V nella direzione di scarica, risultato? Se ti va bene non succede niente, se no si scarica ulteriormente.

Non è un problema, ci sarebbe un convertitore DC-DC, che, come scritto nell'articolo, ogni apparecchio avrebbe la sua giusta tensione
dav1deser19 Luglio 2012, 16:23 #14
Originariamente inviato da: Apocalysse
In realtà no, perchè gli smartphone attuali con batterie grosse, se riconoscono l'attacco USB da PC, si ricaricano usando i 5v ed i 500mA, se riconoscono il loro caricabatterie si ricaricano a 5v con 1 o 2A a seconda.
Se in un futuro si potesse attaccare uno smartphone al PC e ricaricarlo alla sua corrente normale, non ci sarebbe il problema di carica lenta attaccato al PC


Perchè 500mA è la corrente massima che attualmente l'USB3 può dare, ma se anche potesse dare 20A, verrebbero usati solo quelli da specifiche della batteria (1, 2 o quello che è, perchè con correnti maggiori la batteria si danneggia. Di sicuro potrai avere velocità maggiori che con la normale USB3, ma quello che dico io, è che non saranno veloci più di tanto, sarà semplicemente ai livelli del caricabatterie originale, non di più.

Originariamente inviato da: Apocalysse
Non è un problema, ci sarebbe un convertitore DC-DC, che, come scritto nell'articolo, ogni apparecchio avrebbe la sua giusta tensione


Su queste cose non sono troppo preparato, ma non mi pare sia troppo comune convertire una bassa tensione in una alta, è molto più comune il contrario, forse perchè più semplice, forse perchè più efficiente.
tstrck19 Luglio 2012, 16:34 #15

Switching

Gli alimentatori swicthing usano un circuito booster... a pompa di carica.
Quindi da 5 V puoi crearne 12 V. Questa è elettronica... non fantascienza.
AlPaBo19 Luglio 2012, 16:36 #16
Dalle specifiche (ottenibili da http://www.usb.org/developers/docs/), p.279, si vede che prevedono 5 profili per i componenti; il profilo 1 corrisponde all'alimentazione originale (5V 2A) mentre il profilo 5 prevede le seguenti possibili alimentazioni:
- 5V 2A
- 12V fino a 5A
- 20V fino a 5A
che, se non ho capito male, vengono selezionate attraverso un apposito protocollo di comunicazione (che usa il BUS USB )

Sempre se non ho capito male, il numero di ampere può essere modulato su più valori

Se così è, ci vorrà del tempo, ma alla fine gli alimentatori USB copriranno praticamente tutte le esigenze "normali": una rivoluzione forse anche più importante dell'introduzione dello stesso USB
elevul19 Luglio 2012, 16:36 #17
Originariamente inviato da: dav1deser
Non penso, la tensione di carica di una batteria non può essere troppo alta, ed è solo leggermente superiore alla tensione nominale di scarica, la corrente di carica è anch'essa limitata per evitare danneggiamenti della batteria stessa: si parla di litio metallico, il quale a contatto con l'acqua, anche la semplice umidità dell'aria, causa una reazione fortemente esotermica. Se quindi qualcosa va storto la batteria può letteralmente prendere fuoco/esplodere. Di conseguenza una batteria non puoi caricarla più velocemente di quanto già fai, anche se usi dispositivi con un picco massimo di W maggiore.


Quindi significa che può essere caricata alla stessa velocità con la quale può essere scaricata, giusto?
Questo significa che comunque si può caricare 5 volte più in fretta di adesso, visto che se mando il mio galaxy note al 100% con uno stability test la batteria va da 100% a 0% in meno di un'ora, mentre la carica ci mette più di 6 ore (col suo caricatore da presa che usa il cavo USB. Se provo a caricarlo da PC finisce che al mattino me lo trovo ancora al 70%... :asd...
!fazz19 Luglio 2012, 16:43 #18
Originariamente inviato da: dav1deser
Aggiungo: con 5V non la caricherai mai una batteria per portatile perchè se anche questa è scarica, in realtà ha una tensione residua che non è poi tanto più bassa di quella nominale, ad esempio un batteria da 19V quando è scarica dubito sia a meno di 15V, e se tu le applichi 5V in direzione opposta ottieni 10V nella direzione di scarica, risultato? Se ti va bene non succede niente, se no si scarica ulteriormente.


esistono gli step up
dav1deser19 Luglio 2012, 16:51 #19
Originariamente inviato da: elevul]Quindi significa che può

Su questo non sono certo, ma credo di no, in carica il problema è che a velocità troppo alte si possono formare strutture di litio metallico non volute che vanno a danneggiare il funzionamento, mentre in fase di scarica è soprattutto un problema di temperature: qualunque circuito elettrico ha delle resistenze interne, quindi se circola corrente si scalda, più corrente più calore. Ma fondamentalmente penso si possa scaricare anche a velocità alcune volte maggiori alla massima velocità di carica.

Originariamente inviato da: tstrck
Gli alimentatori swicthing usano un circuito booster... a pompa di carica.
Quindi da 5 V puoi crearne 12 V. Questa è elettronica... non fantascienza.


Chi ha mai parlato di fantascienza

[QUOTE=!fazz]esistono gli step up


So che si può aumentare la tensione, ma semplicemente non mi pare troppo comune nei dispositivi elettronici consumer, ma come già detto di questo argomento non me ne intendo troppo, quindi non mi dilungo.
Mde7919 Luglio 2012, 17:04 #20
Ok, ma svegliarsi prima di rilasciare l'USB 3.0?
Non capisco su un problema così rinomato perchè ci hanno messo tanto, quante mila altre cose dovevano fare quando hanno rilasciato lo standard? La Firewire che ha quasi vent'anni faceva già meglio.
Inoltre ora ci saranno comunque in giro dispositivi non compatibili e un sacco di confusione per quando qualcuno implementerà queste funzionalità.
Mah

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^