Un nuovo driver da Intel per il supporto Trim con configurazioni RAID

Un nuovo driver da Intel per il supporto Trim con configurazioni RAID

Intel rilascia un aggiornamento driver che consente di poter supportare la tecnologia Trim anche in presenza di configurazioni RAID

di pubblicata il , alle 11:59 nel canale Storage
Intel
 

Trim è una funzionalità presente sia in Windows 7 sia in Windows Server 2008 R2 oltre che in Linux 2.6.33 che consente al sistema operativo di poter comunicare, in presenza di unità a stato solido, direttamente con l'hard disk. Una gestione diretta dei blocchi impiegati e quelli non utilizzati permette di velocizzazre le operazioni, passando queste informazioni direttamente al controller dell'unità SSD.

Poter sfruttare tale funzionalità anche in caso di configurazioni RAID, fino a pochi giorni fa, però, non era possibile: non importa quale soutbridge si impiegasse o quale sistema operativo venisse utilizzato dal sistema; la gestione della tecnologia TRIM veniva inibita in presenza di configurarazioni RAID. Con un aggiornamento driver, Intel ovvia a questo problema, introducendo la funzionalità Trim anche a tutti gli utenti con configurazioni RAID.

Disponibile a questo indirizzo, il download del nuovo driver, consente di poter sfruttare Trim anche su configurazioni RAID (eccetto RAID 5) e a patto che tutte le unità impiegate siano Trim-enabled. I benefici in termini prestazionali dovrebbero essere diretti e tangibili: Intel fa così da apri-pista e anche AMD dovrebbe arrivare nel prossimo futuro con un aggiornamento simile.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

25 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
g.dragon22 Marzo 2010, 12:04 #1
ottimo..
s12a22 Marzo 2010, 12:06 #2
Il driver pero` e` solo per Windows. Chi ha Linux?
Mparlav22 Marzo 2010, 12:09 #3
Ottima notizia: speriamo che anche Amd aggiorni i driver per i suoi SB.
Con la diffusione degli SSD "Sandforce" 50Gb nei prossimi mesi, ci sarà parecchio da divertirsi
kralin22 Marzo 2010, 12:14 #4
Il driver pero` e` solo per Windows. Chi ha Linux?

chi ha linux non può usare il trim, quindi che se ne fa di questo driver?
niki8922 Marzo 2010, 12:18 #5
Originariamente inviato da: kralin
chi ha linux non può usare il trim, quindi che se ne fa di questo driver?


Trim è una funzionalità presente sia in Windows 7 sia in Windows Server 2008 R2 oltre che in Linux 2.6.33
rb120522 Marzo 2010, 12:23 #6
Mi chiedo se un raid di SSD ha senso, sopratutto se si usa il controller del southbridge. Non passando da PCIexpress, tutto il flusso dati passa nel collegamento tra SBe NB: non rischia di diventare un collo di bottiglia? considerato anche che da li passa tutto il flusso delle periferiche USB e la scheda audio...
Rikardobari22 Marzo 2010, 12:40 #7
siiiiiiiiiiiii la notizia che aspettavo!!!!!!
kralin22 Marzo 2010, 12:47 #8
Originariamente inviato da: niki89
Trim è una funzionalità presente sia in Windows 7 sia in Windows Server 2008 R2 oltre che in Linux 2.6.33


se è per questo è anche nell'ultima relase di mac os.

quante distro ci sono in giro con il kernel 2.6.33?

aggiungici il dover smanettare con il FakeRAID intel, e a me sembra molto meglio farsi il raid software a mano che non usare i nuovi driver della intel
molochgrifone22 Marzo 2010, 12:48 #9
Ottima notizia, meno male che ho aspettato a prendere gli SSD
freddyadu22 Marzo 2010, 13:25 #10
Originariamente inviato da: kralin
se è per questo è anche nell'ultima relase di mac os.

quante distro ci sono in giro con il kernel 2.6.33?

aggiungici il dover smanettare con il FakeRAID intel, e a me sembra molto meglio farsi il raid software a mano che non usare i nuovi driver della intel


sei sicuro che sia anche su snow leopard? avevo letto di no...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^