Toshiba al lavoro su un Solid State Drive da 256GB

Toshiba al lavoro su un Solid State Drive da 256GB

Nel corso dell'ultimo trimestre dell'anno Toshiba prevede di avviare la produzione di massa di unità Solid State Disk con capienza pari a 256GB

di pubblicata il , alle 08:17 nel canale Storage
Toshiba
 

A breve distanza dall'annuncio del nuovo hard disk da 1,8 pollici caratterizzato da una capacità massima che può raggiungere i 250GB, Toshiba rende noto di avere intenzione di avviare nel corso dell'ultimo trimestre dell'anno la produzione di unità Solid State Drive con capacità pari a 256GB.

Secondo quanto riportato dal sito Web TechPowerUp, le nuove unità SSD di Toshiba saranno realizzate utilizzando chip di memoria NAND Flash MLC (multi-level cell), con un form-factor di 2,5 pollici. Le velocità massime in lettura e in scrittura sono rispettivamente 120MB/s e 70MB/s e l'interfaccia collegamento sarà di tipo SATA II.

Il nuovo disco SSD di Toshiba verrà molto probabilmente mostrato in anteprima durante il CEATEC 2008, evento che si terrà a Makuhari, Giappone, tra il 30 settembre e il 4 ottobre. Ancora nessun dettaglio in merito alla fascia di prezzo con cui l'unità SSD in questione verrà proposta prossimamente al pubblico.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

28 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Redvex27 Settembre 2008, 08:38 #1
Fino al momento dell'articolo su hwupgrade ero estremamente contento degli ssd. Ora li ritengo comunque buoni ma non da investirci il prezzo a cui li propongono ora
ghitus27 Settembre 2008, 08:38 #2
Kavolo, chissà che prezzi...
Sig. Stroboscopico27 Settembre 2008, 09:08 #3
più ne escono, più il prezzo cala e la tecnologia si affina.

guardate che anche con gli hd i problemi non sono stati pochi e l'evoluzione mortalmente lenta...

Ciao
Grillo.M27 Settembre 2008, 09:16 #4
Originariamente inviato da: Redvex
Fino al momento dell'articolo su hwupgrade ero estremamente contento degli ssd. Ora li ritengo comunque buoni ma non da investirci il prezzo a cui li propongono ora


E anche li si potrebbe obiettare.
Nel thread dove seguiamo gli ssd un utente ha un raid di 2x32 OCZ Core pieni per il 70% e i bench con dischi quasi vuoti e poi pieni al 70% danno gli stessi risultati. [B]LINK[/B]

Secondo me rispecchia di più la realtà avere un disco con una parte vuota rispetto ad un disco di sistema completamente pieno. Almeno io preferisco avere un po' di riserva di GB nel caso dovessi installare altri programmi.
atomo3727 Settembre 2008, 09:38 #5
in effetti neanche a me è mai capitato di lavorare a dischi pieni, direi che la norma per me è avere i dischi con una riserva di spazio di circa il 40%.
cmq attendo fiducioso che calino i prezzi, peccato che nella recensione di hardwareupgrade non c'erano gli ocz
Zak8427 Settembre 2008, 09:46 #6
Credo che non abbiate capito i risultati della recensione sugli ssd...
Nei test gli ssd davano risultati superiori quando si faceva il test con l'IOMeter e i dischi erano ancora vergini, ossia privi di qualunque file system. Il test con l'IOMeter infatti è stato fatto sul Physical Drive.
Chi di vuoi ha un SSD, per poterlo utilizzare, per forza di cose ha dovuto formattarlo e quindi o a disco pieno o a disco vuoto si ritrova nella situazione analizzata da hardware upgrade, ossia con le prestazioni ridotte.
Per ripetere il test e verificare le prestazioni massime (quelle dichiarate dai vari produttori) bisogna utilizzare apposite utility che reinizializzino il disco. Alla fine credo che l'unica cosa che facciano sia un formattazione a basso livello.

BYEZZZZZZZZZZZZZ!!!!!!!!!!!
cionci27 Settembre 2008, 09:59 #7
Esatto, non conta la quantità di dati che vi sono sopra, ma conta se tutte le unità di allocazione sono state scritte. La formattazione non scrive in tutte le unità di allocazione.
Originariamente inviato da: Zak84
Per ripetere il test e verificare le prestazioni massime (quelle dichiarate dai vari produttori) bisogna utilizzare apposite utility che reinizializzino il disco. Alla fine credo che l'unica cosa che facciano sia un formattazione a basso livello.

In realtà credo che oltre ad una formattazione a basso livello facciano anche una cancellazione delle tabelle di reallocazione dei celle di memoria del wear levelling, imho principale indiziato del calo prestazionale.
Zak8427 Settembre 2008, 10:19 #8
La formattazione veloce non scrive in tutte le celle perchè dovrebbe occuparsi solamente di cancellare l'MFT e l'MBR, ma quella standard dovrebbe scrivere anche in tutte le celle (se non ricordo male).
Per quanto riguarda le tabelle del wear levelling penso anche io che possa essere la causa principale, anche se non ho ben capito come facciano ad influire così tanto. Andando a confrontare i tempi di accesso ai dati prima e dopo la formattazione del disco non si notano differenze, quindi con i pochi dati letti in questo test il controller e le tabelle non influiscono. L'unica cosa che mi viene in mente adesso è che il controller non abbia sufficiente potenza di calcolo da soddisfare la bandwidth del disco quando vengono effettuate numerose richieste di lettura/scrittura.

BYEZZZZZZZZZZZ!!!!!!!!!!!
StIwY27 Settembre 2008, 10:29 #9

"Al lavoro sui 256gb...."

...come se stessero facendo chissà che cosa...

La verità che come la maggior parte delle tecnologie, se solo volessero potrebbero fare uscire i veri SSD, affidabili, veramente veloci, capienti e duraturi...ma non lo fanno perchè prima devono spennare la gente con prodotti che propinano come "nuovi" ma in realtà sono tecnologicamente arretrati ancora prima di uscire.

Schifoso marketing...
Micene.127 Settembre 2008, 12:03 #10
beh ormai anche la capacita stanno diventando interessanti...le prestazioni piu o meno gia ci sono (e cmq per me ilsilenzio è d'oro)...si deve solo aspettare la discesa dei prezzi

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^