Toolbox Intel SSD e SSD Optimizer: 100MB/s in scrittura per SSD G2

Toolbox Intel SSD e SSD Optimizer: 100MB/s in scrittura per SSD G2

In seguito alla presentazione di Microsoft Windows 7, Intel rilascia uno strumento per l'aggiornamento del firmware, che porta con sé non solo la funzionalità TRIM, ma anche incrementi prestazionali

di Alessandro Bordin pubblicata il , alle 09:33 nel canale Storage
IntelMicrosoftWindows
 

In seguito alla presentazione da parte di Microsoft di Windows 7, Intel rilascia un software molto interessante per i possessori di un Solid State Drive della casa californiana. Stiamo parlando di Toolbox Intel Solid-State Drive che, in abbinamento a Intel SSD Optimizer e ad un aggiornamento firmware, permette non solo di monitorare e gestire con facilità il proprio SSD, ma anche di aumentare le prestazioni in scrittura, sebbene con alcune limitazioni.

Diversi infatti i firmware rilasciati, accomunati dal fatto di rendere le unità compatibili con la tecnologia TRIM. Per quanto riguarda  il modello X25-M 160GB di seconda generazione, realizzato con chip a 34nm, l'aggiornamento firmware permette un aumento delle prestazioni per la velocità in scrittura sequenziale, che raggiunge i 100 MB al secondo, con un miglioramento del 40% rispetto all'attuale versione del firmware.

Il Toolbox Intel SSD rende disponibili tool di gestione e informazioni sull'unità, tra cui il confronto tra gli attributi Self-Monitoring and Reporting Technology (S.M.A.R.T.) e le soglie stabilite dal produttore per i singoli parametri, il tutto attraverso un'interfaccia grafica, che permette di attivare il comando Trim in modo indipendentemente dal sistema operativo. L'azienda consiglia l'utilizzo dell'aggiornamento firmware e del toolbox e l'esecuzione quotidiana della funzione Trim per assicurare prestazioni ottimali.

Non escludiamo di dedicare una news o un mini-articolo all'analisi di Toolbox Intel Solid-State Drive, che promette molto in fatto di personalizzazione o monitoraggio delle attività del Solid State Drive. Nel frattempo, i fortunati possessori di un X25-M da 160Gb di seconda generazione potranno aggiornare il firmware senza alcuna spesa, aumentando con pochi click la velocità di scrittura del proprio disco.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

36 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Severnaya27 Ottobre 2009, 09:41 #1
errorino di battitura "della casa cliforniana" seconda riga
Alessandro Bordin27 Ottobre 2009, 09:52 #2
Corretto. Grazie della segnalazione
danteinformaticus27 Ottobre 2009, 09:53 #3
Scusate, ma leggo bene?
"permette un aumento delle prestazioni per la velocità in scrittura sequenziale, che raggiunge i 100 MB al secondo, con un miglioramento del 40% rispetto all'attuale versione del firmware."

Significa che prima andavano a 60MB/sec???

Perchè se è così significa che va più veloce un diamondmax 22 o 23 (provati da me, si aggirano tra i 90 e i 100 MB/s) che io ho in raid 0 arrivando a punte di 200MB/s con una media di 170..... ma io ho speso 80€ per 1 TB!!! Gli ssd costano molto di più!!

Parlo ovviamente di un confronto solo velocistico, è logico che in un notebook conviene l'SSD perchè non ha parti in movimento...
puccio198427 Ottobre 2009, 09:54 #4
Cavolo il 40 % in più è veramente ottimo come miglioramento! se iniziassero a calare i prezzi...
Severnaya27 Ottobre 2009, 09:57 #5
io aspetto la recensione del kingstone da 40gb a meno di 100€! ! !
GByTe8727 Ottobre 2009, 09:57 #6
Originariamente inviato da: danteinformaticus
Scusate, ma leggo bene?
"permette un aumento delle prestazioni per la velocità in scrittura sequenziale, che raggiunge i 100 MB al secondo, con un miglioramento del 40% rispetto all'attuale versione del firmware."

Significa che prima andavano a 60MB/sec???

Perchè se è così significa che va più veloce un diamondmax 22 o 23 (provati da me, si aggirano tra i 90 e i 100 MB/s) che io ho in raid 0 arrivando a punte di 200MB/s con una media di 170..... ma io ho speso 80€ per 1 TB!!! Gli ssd costano molto di più!!

Parlo ovviamente di un confronto solo velocistico, è logico che in un notebook conviene l'SSD perchè non ha parti in movimento...


Questo perchè ci si ostina a confrontare le velocità sequenziali.
Prova a confrontare le velocità in Random 4K e vedi che fine fa il tuo Raid0
Mparlav27 Ottobre 2009, 10:05 #7
Ma per quale motivo gli X25-M G2 80Gb restano così difficili da trovare in Italia?
Capisco il ritardo iniziale dovuto al problema col primo firmware, ma adesso il problema dovrebbe essere risolto.
Fede27 Ottobre 2009, 10:05 #8
Originariamente inviato da: GByTe87
Questo perchè ci si ostina a confrontare le velocità sequenziali.
Prova a confrontare le velocità in Random 4K e vedi che fine fa il tuo Raid0


giap'
Mparlav27 Ottobre 2009, 10:08 #9
Framba27 Ottobre 2009, 10:10 #10
Originariamente inviato da: danteinformaticus
Scusate, ma leggo bene?
"permette un aumento delle prestazioni per la velocità in scrittura sequenziale, che raggiunge i 100 MB al secondo, con un miglioramento del 40% rispetto all'attuale versione del firmware."

Significa che prima andavano a 60MB/sec???


Raga, la matematica...
Se aumento del 40 % non aumento di 40!!!
Velocità vecchio firmware + 40% = Velocità vecchio firmware * 1.4 = Velocità nuovo firmware = 100 MB/s
Quindi con il vecchi firmware andava a circa 70 MB/s.

Precisato questo, come è già stato detto si tratta di dati in scrittura sequenziale, interessanti solo in certi ambiti di impiego. Purtroppo sono i numeri più grossi che si tirano fuori dai dischi (soprattutto dai dischi a piatti con cui questi devono confrontarsi quando l'utente va a comprare un HD) e quindi sono questi che gli esperti di marketing ci propinano a piene mani. Se capissero qualcosa di computer questi esperti darebbero ben altri dati e sarebbe chiara la reale differenza tra SSD e dischi tradizionali. E verrebbe anche a galla la vera qualità dei prodotti, che in ambito SSD può variare parecchio, come si è visto in passato in particolare con alcuni controller.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^