Thecus N5810PRO, NAS professionale a 5 bay con UPS integrato

Thecus N5810PRO, NAS professionale a 5 bay con UPS integrato

Un NAS in grado di eseguire in tutta sicurezza o spegnimento in caso di assenza di corrente, che mette a disposizione 5 slot per i dischi e un corredo software di tutto rispetto: questo è Thecus N5810PRO, visto al Computex di Taipei

di pubblicata il , alle 08:01 nel canale Storage
Thecus
 

Thecus è un nome da tenere presente quando ci si accinge all'acquisto di un NAS, poiché ha in listino soluzioni che possono risultare molto interessanti e che nulla hanno a che invidiare alla concorrenza, praticamente tutta taiwanese come Thecus stessa. Un esempio viene dal modello N5810PRO visto al Computex in versione finale, dopo l'anteprima del CeBIT.

Si tratta di un modello professionale e sono diverse le caratteristiche che lo testimoniano. Anche l'estetica fa registrare passi avanti rispetto a modelli visti in passato. L'unità è equipaggiata con un processore Intel Celeron J1900 quad-core, affiancato da 4GB di memoria RAM DDR3. A disposizione dell'utente troviamo 5 slot per i dischi, con blocco a chiave e pannello frontale di controllo operatività.

La natura professionale dell'apparecchio è chiara dando un'occhiata dietro, dove troviamo ben 5 porte ethernet configurabili in Link Aggregation. La caratteristica più importante è però nascosta dietro la placca nella parte in basso a destra, dove si notano le staffe di estrazione.

Thecus N5810PRO integra infatti un mini-UPS, di fatto una batteria da 2000mAh, che garantisce un'autonomia di circa 10 minuti in caso di backup. Il sistema, rilevata l'attivazione del mini-UPS, provvederà ad eseguire le operazioni di spegnimento in tutta sicurezza, senza quindi perdere un solo dato. Si tratta di una funzionalità di emergenza che in ambito professionale può fare la differenza.

Ricco anche il bundle software, con McAfee Antivirus e Free Acronis Real Time Remote Application, per creare, archiviare e installare anche da remoto le immagini disco dei vari client collegati e non solo. Come per tutte le cose belle il prezzo da pagare non è basso: circa 970,00 Euro, che resta comunque allineato alle caratteristiche e al target professionale.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

14 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Cappej04 Giugno 2015, 08:41 #1
"piccoli NAS crescono"... anche nel prezzo, CPU di tutto rispetto per un Nas e le 5 porte Ethernet non carine e molto utili, se ben utilizzate.
Benna8004 Giugno 2015, 09:07 #2
Capirai se non saltava fuori una notizia su un nuovo modello di NAS dopo che mi è appena arrivato il mio QNAP TVS-471.....
A livello software non conosco i Thecus ma il fatto che abbia l'UPS integrato è cosa buona e giusta, una caratteristica che avrei valutato molto positivamente.

Amen, ormai è fatta, sono comunque certo che anche il modello che ho appena acquistato farà ben più di quelle che sono le mie esigenze
s-y04 Giugno 2015, 09:11 #3
peculiare la batteria integrata, tuttavia avendo a prescidere da essa target non-base difficile sia usato in ambiti dove la protezione non esiste(rebbe) gia', meccanismi di spegnimento compresi
imho una caratteristica piu' adatta a prodotti economici/base, per quanto poi diventerebbero un po' meno economici
nec-350004 Giugno 2015, 10:02 #4
una batteria da 2000mAh, che garantisce un'autonomia di circa 10 minuti in caso di backup

forse volevi dire in caso di blackout!

Comunque soluzione molto interessante, finalmente per una volta su HWUpgrade un NAS NON Synology!
bobafetthotmail04 Giugno 2015, 12:10 #5
A occhio visto che c'è un UPS da 50 euro scarsi e uno switch 5 porte da 20 euro integrati quel coso lo venderanno sopra ai 1000 euro, garantito al limone.

Ah ma c'è MC cafee allora lo compro subito... ma valà.

Rumenta per ditte di capre senza un sistemista interno, niente di più.

Comunque soluzione molto interessante, finalmente per una volta su HWUpgrade un NAS NON Synology!
Guarda che seguono molto attentamente anche Thecus.
http://www.hwupgrade.it/news/storag...enda_55837.html
http://www.hwupgrade.it/news/storag...tica_55153.html
http://www.hwupgrade.it/news/storag...lore_56377.html

Capirai se non saltava fuori una notizia su un nuovo modello di NAS dopo che mi è appena arrivato il mio QNAP TVS-471
Beh, visto che il tuo nas non sarà l'ultimo NAS mai prodotto sulla terra...

comunque, il tuo ha dentro o un Pentium o un i3, quel NAS qui ha dentro un celeron j1900 scrauso.
Non che per un NAS faccia una enorme differenza, ma il tuo può fare transcoding di filmati in 4k, questo qui no.
Inoltre il tuo è anche espandibile a 8 porte gigabit o 4 x10gbit.

Quindi a parte l'ups è inferiore
marco_18204 Giugno 2015, 12:38 #6
In ambito aziendale anche di piccole dimensioni c'è quasi sempre un UPS centralizzato e valanghe di prese di corrente dedicate sparse per tutto l'edificio che ti consentono di rimanere attivo anche in caso di blackout.
Quindi a chi può interessare un prodotto del genere? Agli utenti home?
Allora il prezzo è davvero sproporzionato per quello che offre.

Che poi, 10 minuti di autonomia e si spegne, potevano almeno portarlo ad una autonomia di 2 ore visto che spazio ce n'è e che se fosse davvero usato in ambito aziendale ci si deve accede comunque accedere ai dati, mica ti prendi il permesso causa "il nas si è spento e non posso lavorare"
koni04 Giugno 2015, 13:39 #7
molti dei modelli anche vecchi della thecus avevano e hanno l'ups integrato
per la durata che ha serve solo per gli sbalzi di corrente dato che 10 minuti sono troppo pochi
bobafetthotmail04 Giugno 2015, 18:55 #8
Originariamente inviato da: marco_182
In ambito aziendale anche di piccole dimensioni c'è quasi sempre un UPS centralizzato e valanghe di prese di corrente dedicate sparse per tutto l'edificio che ti consentono di rimanere attivo anche in caso di blackout.
Calma eh, che le aziende piccole sono quelle con 15 persone o meno.

Quindi a chi può interessare un prodotto del genere? Agli utenti home?
piccole imprese che non hanno un UPS.

Allora il prezzo è davvero sproporzionato per quello che offre.
Visto che un UPS semi decente da utente home costa sui 50-80 euri, sì, assolutamente.

Che poi, 10 minuti di autonomia e si spegne, potevano almeno portarlo ad una autonomia di 2 ore visto che spazio ce n'è e che se fosse davvero usato in ambito aziendale ci si deve accede comunque accedere ai dati, mica ti prendi il permesso causa "il nas si è spento e non posso lavorare"
Se l'azienda ha un UPS che tiene su anche i PC dei dipendenti allora avrà anche uno straccio di sistemista, quindi ne consegue che il sistemista se non è una capra gli saprà assemblare una sottospecie di server (in realtà una workstation con dischi) o comprare un Miniserver HP o simili da Dell che è millemila volte meglio di questo trabbicolo.
marco_18204 Giugno 2015, 19:58 #9
Originariamente inviato da: bobafetthotmail
Calma eh, che le aziende piccole sono quelle con 15 persone o meno.


Dove lavoro io siamo in 6, di cui solo 2/3 stanno in ufficio (me compreso) e per l'appunto abbiamo un UPS centralizzato in sala server.

piccole imprese che non hanno un UPS.


Beh a questo punto se le piccole imprese sono così "piccole" allora la somiglianza con un ambiente home c'è tutta, forse solo con un carico di lavoro di poco più elevato.

Visto che un UPS semi decente da utente home costa sui 50-80 euri, sì, assolutamente.


Perfettamente d'accordo

Se l'azienda ha un UPS che tiene su anche i PC dei dipendenti allora avrà anche uno straccio di sistemista, quindi ne consegue che il sistemista se non è una capra gli saprà assemblare una sottospecie di server (in realtà una workstation con dischi) o comprare un Miniserver HP o simili da Dell che è millemila volte meglio di questo trabbicolo.


Da quando sono stato assunto sono diventato io il sistemista per fortuna o per sfortuna, però il discorso ups è sempre stato gestito "in casa" in quanto ci occupiamo proprio di risparmio energetico, impianti elettrici/fotovoltaici/domotici quindi sarebbe stato imbarazzante dare il lavoro a un esterno dato che ste queste cose le abbiamo sotto al naso dalla mattina alla sera.

Discorso server, mi ritrovo ora a sistemare l'immondezaio di rete che aveva strutturato il precedente sistemista esterno, quindi ti do pienamente ragione su come vengono gestite male le cose in certi casi.
bobafetthotmail07 Giugno 2015, 20:32 #10
Originariamente inviato da: marco_182
Dove lavoro io siamo in 6, di cui solo 2/3 stanno in ufficio (me compreso) e per l'appunto abbiamo un UPS centralizzato in sala server.
Beh, molte molte molte piccole aziende non hanno proprio una sala server e va bene quando hanno un "server" o qualche nas dove tenere i dati in comune, appoggiati in giro dove c'è una presa ethernet.

Sono quelle situazioni da spada di damocle dove uno che ne sa un minimo sa benissimo che se succede un casino esplode tutto e l'azienda chiude la sera stessa, ma per arcane ragioni non è mai successo nulla in 10 anni.

Mentre in aziende dove hanno procedure decenti, backup, UPS e sistemisti, succedono casini a non finire...

Beh a questo punto se le piccole imprese sono così "piccole" allora la somiglianza con un ambiente home c'è tutta, forse solo con un carico di lavoro di poco più elevato.
Sì, parlo di aziendine di contabilità o consulenza o che non è esattamente chiaro cosa fanno e chi è quel pazzo che si affida a questi qui (capita di chiederselo a volte ) in generale dove non gli serve a nulla avere dei "server" semi seri con UPS e cose varie, quindi non hanno nemmeno dei veri sistemisti, ma solo qualcuno che ne sa un pò più degli altri che gestisce l'ordinaria amministrazione, mentre si appoggiano a delle aziende che gli vendono l'hardware e glie lo configurano (sistemisti esterni appunto) per qualsiasi cosa di serio.

Il sito dell'azienda sta su un sito di hosting così come la mail non se la tengono loro (e per fortuna, visto che in genere non sono in grado di installare una semplice stampante di rete senza chiamare la mamma/sistemisti esterni, figurati gestire una sala "server".

Discorso server, mi ritrovo ora a sistemare l'immondezaio di rete che aveva strutturato il precedente sistemista esterno, quindi ti do pienamente ragione su come vengono gestite male le cose in certi casi.
heh, se non altro siete seri, sala server, UPS e sistemista interno.
Complimenti.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^