In collaborazione con Synology

Synology DiskStation DS216, installazione sistema operativo DSM 6.1

Synology DiskStation DS216, installazione sistema operativo DSM 6.1

Dopo aver dato un occhio alle caratteristiche del NAS Synology DS216, ecco come si presenta l'installazione del sistema operativo e la configurazione, uno dei passi più temuti dagli utenti meno esperti (che apprezzeranno).

di Redazione pubblicata il , alle 13:41 nel canale Storage
Synology
 

Sarebbe erroneo considerare un NAS come una sorta di hard disk esterno di rete e poco più, specie se da anni le aziende lavorano per ottimizzare i sistemi operativi che li equipaggiano. Synology non fa eccezione e, anzi, si rivela una delle più attente sotto questo aspetto, offrendo alla propria clientela un sistema operativo veramente completo e con enormi potenzialità. Certo, alcune di queste potranno essere sfruttate solo da personale esperto (un esempio sfruttare il NAS anche come un  mail server interamente configurabile), ma è sicuramente un valore aggiunto poter disporre di una grande quantità di app pensate per le più svariate esigenze.

Una volta collegato il cavo di rete sarà sufficiente scrivere nel browser del proprio PC l'URL http://find.synology.com oppure http://disktation :5000
Dopo pochi secondi si potrà accedere alla procedura di configurazione, dopo aver cliccato su Connetti una volta riconosciuto il NAS

La prima installazione del NAS Synology DiskStation DS216 prevede un percorso guidato molto semplice, che ci spiega la corretta configurazione dei dischi senza alcuna complicazione inutile. Questa unità a due slot prevede la configurazione dei due dischi come Basic, JBOD, RAID 0, RAID 1 oppure Synology Hybrid RAID (SHR), che è proprio quella con cui il sistema inizializza la catena. Di fatto con questa configurazione lavora come un RAID 0 mirroring, ma in situazioni dove sono presenti più dischi permette di garantire la stessa sicurezza (danneggiamento di un disco senza perdita dati) potendo però contare su più spazio disponibile. Se siete interessati ad approfondire, si può consultare la pagina specifica direttamente sul sito Synology.

La procedura prevede poi l'installazione dei sistema operativo vero e proprio, necessario ovviamente per poter eseguire qualsiasi operazione con il NAS Synology DS216. Il neofita o chi proprio con la tecnologia ha un rapporto pessimo non deve spaventarsi, tutto avviene in automatico.

Utile la finestra di aggiornamento che, alla fine dell'installazione del sistema operativo, ci consiglia di installare i pacchetti più comuni. Photo Station, Video Station, Server Media, Audio Station, Hyper Backup, Cloud Station Server e Download Station sono quelli che vengono consigliati, utili appunto per svolgere le funzioni più comuni sul NAS. La grafica ad icone, divenuta ormai popolarissima grazie agli smartphone, offre un grande aiuto e rende in tutto molto intuitivo.

Ovviamente non finisce qui; accedendo alla schermata principale il sistema operativo fornisce diversi suggerimenti, essendo la prima volta che viene visualizzato dall'utente. Si noti in figura il suggerimento che ci consiglia di dare un occhio anche agli altri pacchetti disponibili, liberamente scaricabili e installabili. Le notifiche appaiono come segnali rossi, sullo stile dei social network.

Sempre presente, nell'angolo destro in basso, il monitor di attività (che ovviamente si può anche chiudere). Si può notare come non serva alcuna competenza informatica specifica per arrivare ad ottenere la piena operatività del NAS in rete.

Non serve andare troppo indietro negli anni per ricordarsi dei NAS come di qualcosa per professionisti, la cui configurazione richiedeva almeno l'aiuto dell'immancabile amico esperto. Synology è riuscita con successo a rendere tutto il procedimento di installazione e utilizzo molto semplice, anche e non solo grazie ad una interfaccia a cui tutti, ma proprio tutti, sono ormai abituati. Nel prossimo articolo analizzeremo con maggiore dettaglio alcune delle caratteristiche di Synology DiskStation DS216 e in generale di tutti i NAS dell'azienda che ne condividono il sistema operativo.

Parleremo anche di Quickconnect e di come sia possibile sfruttare il NAS direttamente dal proprio smartphone, o da qualsiasi dispositivo connesso alla rete. Si entrerà nel vivo delle numerose qualità che il sistema operativo SDM 6.1 è in grado di offrire, e di come sia sempre più improprio parlare di un NAS come di un semplice box per dischi in rete. E' molto di più di questo.

* * *

Prima parte Synology DiskStation DS216, le caratteristiche

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

 
^