SSD in formato mini-SATA per Intel

SSD in formato mini-SATA per Intel

Intel presenta una nuova evoluzione della propria famiglia di soluzioni SSD, sviluppata specificamente per minimizzare le dimensioni in utilizzi in sistemi mobile

di pubblicata il , alle 09:25 nel canale Storage
Intel
 

Intel ha ufficialmente annunciato un nuovo prodotto nella propria famiglia di soluzioni SSD: ci riferiamo a SSD 310, soluzione in standard mSATA o Mini-SATA con capacità variabile di 40 oppure 80 Gbytes e tecnologia produttiva a 34 nanometri mutuata da quella delle soluzioni Intel X25-M G2 in tradizionale form factor da 1,8 pollici.

intel_ssd_msata_2.png (76017 bytes)

La particolarità di questa soluzione è data dal form factor, molto più adatto dei tradizionali da 1,8 pollici oppure 2,5 pollici per l'utilizzo in sistemi a ridotte dimensioni complessive. L'interfaccia di collegamento è un connettore mini PCI Express, convertito per gestire segnale SATA sia per dati come per parte di alimentazione. Le dimensioni complessive sono pari a 50,8x29,85x4,85 millimetri, per una superficie complessiva che è circa 1/10 di quella di un hard disk da 2 pollici e mezzo.

Al momento attuale Intel ha annunciato un prezzo ufficiale di 99 dollari per la versione da 40 Gbytes, mentre per il modello da 80 Gbytes la richiesta passa a 179 dollari. I primi notebook dotati di questi dispositivi di storage debutteranno presumibilmente nel corso dei prossimi mesi: sembra possibile che vari nuovi notebook basati su soluzioni della famiglia Intel Sandy Bridge potranno abbinare anche questa tecnologia di storage al proprio interno.

intel_ssd_msata_1.png (88526 bytes)

Quali sono le capacità prestazionali di queste nuove soluzioni? La proposta da 80 Gbytes vanta velocità di lettura sequenziali di 200 Mbytes al secondo e di 80 Mbytes al secondo in scrittura, dati che per il modello da 40 Gbytes scendono rispettivamente a 170 Mbytes e 35 Mbytes. Le letture random da 4 KB registrano 25.0000 IOps con il modello da 40 Gbytes e 35.000 con quello da 80 Gbytes; per le scritture di simile impostazione registriamo 2.500 IOps per il modello di taglio minore e sino a 6.600 per quello da maggiore capienza.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

35 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
avvelenato30 Dicembre 2010, 09:36 #1
Se non accadranno sconvolgimenti nel mondo dello storage (il famoso e tanto atteso filesystem a due dischi di differenti capacità e prestazioni!) i prossimi portatili di fascia alta potrebbero avere due dischi, un ssd di sistema e un disco tradizionale per lo storage!

io sinceramente spero ancora nella soluzione filesystem, possibile che ci voglia così tanto per implementare qualcosa di simile? bene o male la maggior parte dei dati che salva l'utente tipo sono documenti e files multimediali, cosa ci vuole a salvarli di default su disco tradizionale?
coschizza30 Dicembre 2010, 09:40 #2
Originariamente inviato da: avvelenato

io sinceramente spero ancora nella soluzione filesystem, possibile che ci voglia così tanto per implementare qualcosa di simile? bene o male la maggior parte dei dati che salva l'utente tipo sono documenti e files multimediali, cosa ci vuole a salvarli di default su disco tradizionale?


cosa intendi per "soluzione filesystem" non ho capito
banaz30 Dicembre 2010, 09:50 #3
finallyyyyy !!!!!
peccato venga fuori a un cosi alto prezzo l'80gb, ma il 40 per so e programmi base bastano e avanzano(per il mio portatile)...

speriamo che per quando si faccia un giro negli stati uniti a marzo si siano un pelino abbassati i prezzi cosi si fa festa
Kanon30 Dicembre 2010, 09:51 #4
Ma ci sarà un bridge dentro la circuiteria del dischino? perché se è come quello dello iomega recensito ieri farà da collo di bottiglia...

Praticamente è il formato delle schedine WiFi da portatili per intendersi, giusto? Oggigiorno i portatili montano quasi sempre due slot di cui uno per il WiFi e uno per le schede WAN quasi sempre inutilizzato.

Esistono in commercio già degli adattatori per montare MiniPCIEX su PCI-EX da fisso.
FroZen30 Dicembre 2010, 10:21 #5
penso intenda separare a livello addirittura di filesystem (anche se sarebbe più filemanager" a sto punto... sei un paio di livelli almeno sopra il filesystem inteso come tale...) i file che finiscono in SO e quelli in multimedia diciamo...per indirizzarli su due dischi diversi in maniera trasparente come ipotizzerebbe lui
khelidan198030 Dicembre 2010, 10:28 #6
Originariamente inviato da: avvelenato
Se non accadranno sconvolgimenti nel mondo dello storage (il famoso e tanto atteso filesystem a due dischi di differenti capacità e prestazioni!) i prossimi portatili di fascia alta potrebbero avere due dischi, un ssd di sistema e un disco tradizionale per lo storage!

io sinceramente spero ancora nella soluzione filesystem, possibile che ci voglia così tanto per implementare qualcosa di simile? bene o male la maggior parte dei dati che salva l'utente tipo sono documenti e files multimediali, cosa ci vuole a salvarli di default su disco tradizionale?


per me il futuro è solo ssd, i dischi meccanici sono preistoria, forse forse rimane qualcosa per i dischi esterni e per i fileserver, ma in ambito home spero proprio scompaiano in modo da ababttere i prezzi degli ssd
banaz30 Dicembre 2010, 10:36 #7
Originariamente inviato da: Kanon
Ma ci sarà un bridge dentro la circuiteria del dischino? perché se è come quello dello iomega recensito ieri farà da collo di bottiglia...

Praticamente è il formato delle schedine WiFi da portatili per intendersi, giusto? Oggigiorno i portatili montano quasi sempre due slot di cui uno per il WiFi e uno per le schede WAN quasi sempre inutilizzato.

Esistono in commercio già degli adattatori per montare MiniPCIEX su PCI-EX da fisso.


mini pcie sfrutta quello che è il pciexpress x1 delle mobo fisse quindi circa 250mb/s teorici ... contando che sono ssd credo proprio che la utilizzeranno appieno la banda disponibile


(fonte http://www.interfacebus.com/Mini_PCI_Express_Bus.html )
^-Super_Treje-^30 Dicembre 2010, 10:44 #8
Fico molto fico, chissà che prestazioni si potranno realizzare mettendoli in batteria in raid dentro ad un server

P.S. : X la redazione : non è che potete farvene mandare un 4-5 da testare voi per vedere sia come si comportano nei normali netbook/notebook/nettop (mi vengono in mente alcune schede madri della zotac per atom che hanno proprio il mini-pciexpress) ed anche vedere come si comportano collegandoli con degli adattatori a dei controllers raid, che ne so, tipo gli Adaptec o i 3ware o quelli che avete in laboratorio meglio se hanno chip ROC.
ErPazzo7430 Dicembre 2010, 10:44 #9
@avvelenato:
io sinceramente non vedo questa grossa utilità anche perché presuppone che la cosa sia fatta da un driver di windows....il vero obiettivo è rendere a prezzi accettabili un ssd abbastanza capiente per lavorare (160-320 giga?).....per il resto un buon hd usb 3.0 o firewire o un nas vanno benone.....a questo punto meglio la soluzione della seagate (gli ibridi) ma magari con dimensioni nell'ordine dei 32giga e non qualche giga come ora (se non erro)....

ma mini-Sata è diverso da miniPciEx?
banaz30 Dicembre 2010, 10:54 #10
Originariamente inviato da: ErPazzo74
@avvelenato:
io sinceramente non vedo questa grossa utilità anche perché presuppone che la cosa sia fatta da un driver di windows....il vero obiettivo è rendere a prezzi accettabili un ssd abbastanza capiente per lavorare (160-320 giga?).....per il resto un buon hd usb 3.0 o firewire o un nas vanno benone.....a questo punto meglio la soluzione della seagate (gli ibridi) ma magari con dimensioni nell'ordine dei 32giga e non qualche giga come ora (se non erro)....

ma mini-Sata è diverso da miniPciEx?



la notizia completa la puoi trovare http://www.techpowerup.com/137314/N...h-the-Size.html
non so se cambia effettivamente qlcs, ma questa msata sfrutta cmq l interfaccia minipciex ...

cmq questi ssd non ha senso secondo me pensare a metterli sul fisso visto che ci sono già ottimi prodotti sata e pci ex x4...sono quindi rivolti ai portatili per velocizzare determinate operazioni: ci puoi installare sopra il so, oppure utilizzarlo per installare programmi che hanno bisogno di determinate velocità ... metti il so e programmi base sul 40gb(che personalmente ti bastano) e tieni il meccanico per i dati ... alla fine sei tu che decidi dove salvarli quindi basta spenderci 15 minuti alla configurazione del sistema operativo e poi non ti devi mai piu preoccupare...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^