Sony mette le basi ai supporti Blu-ray del futuro, fino a 20 volte più capienti

Sony mette le basi ai supporti Blu-ray del futuro, fino a 20 volte più capienti

La Tohoku University e Sony hanno sviluppato un laser blu-viola in grado di aumentare di 100 volte la potenza emessa, spianando la strada a supporti registrabili molto più capienti

di Alessandro Bordin pubblicata il , alle 08:23 nel canale Storage
Sony
 

Il professor Hiroyuki Yokoyama della Tohoku University, in collaborazione con i laboratori di ricerca Sony, è riuscito nell'intento di realizzare una nuova tipologia di semiconduttore in grado di emettere laser blu-viola a impulsi rapidissimi, in grado di produrre un raggio laser con una potenza di cento volte superiore a quella delle attuali tecnologie. Sony non nasconde l'entusiasmo, annunciando che proprio questa nuova tecnologia permetterà ai supporti Blu-ray del futuro di contenere venti volte i dati archiviati oggi sul miglior media in commercio.

L'impulso prodotto avviene nell'ordine dei picosecondi (10-12 secondi), con una lunghezza d'onda di 405nm nella regione blu-viola. L'impulso ottico avviene in 3 picosecondi, con una potenza di picco nell'ordine ei 100W e frequenze di ripetizione nell'ordine di 1GHz.

Questo nuovo semiconduttore è stato realizzato utilizzando un processo ottico non-lineare conosciuto come two-photon absorption. Il raggio laser, concentrato su una lente, crea un cambiamento chimico e termico nei pressi del fuoco ove il raggio stesso di concentra, permettendone l'amplificazione in virtù degli stessi cambiamenti indotti.

Blu-ray

Il risultato sarà quello di creare tracce fisiche nel media di diametro prossimo ai 300nm, intervallati da distanze di circa 3 micron, con l'immediata conseguenza di poter archiviare molti più dati a parità di superficie. Nella pratica, la densità di dati viene enormemente aumentata grazie alla possibilità di avvicinare i "buchi" creati dal laser fra loro, cosa resa possibile dalla grande potenza utilizzata. Il valore di 100W però non deve spaventare, essendo un valore di picco e ottenuto partendo da un raggio da 3W, opportunamente amplificato attraverso materiali speciali.

I lavori ora si concentreranno sulla realizzazione di sistemi compatti ed economicamente sostenibili per il grande pubblico, come riportato da Xbitlabs, con tempi di realizzazione impossibili da ipotizzare allo stato attuale in cui la tecnologia di trova.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

51 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ulk27 Luglio 2010, 08:28 #1
Il futuro è lo storage online, account su base Steam e compagnia.
Tsaeb27 Luglio 2010, 08:34 #2
i supporti ottici sono al tramonto, ormai troppo lenti e costosi per le esigenze attuali e future.
gomax27 Luglio 2010, 08:47 #3
Anche io pensavo che bluray sarebbe stato l'ultimo supporto ottico di massa... ma riflettendoci non credo proprio che lo storage ottico sia defunto.
Fra 4-5 anni comincerà a diffondersi il 4K... $ony farà uscire la sua playstation4... fate 2+2... includendo questo nuovo supporto nei suoi lettori e nella sua console (mantenendo la retrocompatibilità con tutti i supporti ottici più vecchi, compresi i bluray) potrebbe ripetere l'impresa riuscita con bluray: imporre un nuovo standard sul mercato dell'alta definizione, firmare la definitiva sconfitta della piaga della pirateria software (in verità obbiettivo raggiunto già oggi). A meno che non pensiate che l'Italia e il resto del mondo sia pronta per il digital delivery di giochi e film a botte di 50gb+ per download

Ciao
bongo7427 Luglio 2010, 08:55 #4
Originariamente inviato da: gomax
Fra 4-5 anni comincerà a diffondersi il 4K... $ony farà uscire la sua playstation4... fate 2+2... includendo questo nuovo supporto nei suoi lettori e nella sua console (mantenendo la retrocompatibilità con tutti i supporti ottici più vecchi, compresi i bluray) Ciao


hai ragione, solo che considerando che molti hanno ancora i tv tradizionali (io ne ho ancora 4) sony guarda il giappone come "la regola" invece il mondo è molto + indietro

moltissimi non hanno neppure il lettore dvd in casa!
cionci27 Luglio 2010, 08:56 #5
Originariamente inviato da: ulk
Il futuro è lo storage online, account su base Steam e compagnia.

Ad ognuno il suo.
Online ci saranno pochi dati, persistenti fra computer diversi ed accessibili in mobilità.
Offline ci saranno backup, grossi file dati intermedi, file che necessitano di essere disponibili in tempi brevi.
La velocità di trasferimento dei dati da dove risiedono i file allo storage online sarà sempre limitata rispetto a quella di uno storage fisico, così come la capienza.
Senza contare che la velocità di trasferimento discriminerà sempre le persone in base alla loro posizione geografica. Zone montane e collinari avranno sempre connessioni più lente.
cionci27 Luglio 2010, 09:04 #6
Originariamente inviato da: Tsaeb
i supporti ottici sono al tramonto, ormai troppo lenti e costosi per le esigenze attuali e future.

Non sono per niente lenti Gli ultimi masterizzatori Blue-Ray che si trovano intorno ai 200€, scrivono a 10x, 360 Mbps o 45 MB/s.
Anzi, non fanno masterizzatori e lettori più veloci perché altrimenti sono i dischi a non stargli dietro.
ulk27 Luglio 2010, 09:29 #7
Originariamente inviato da: gomax
Anche io pensavo che bluray sarebbe stato l'ultimo supporto ottico di massa... ma riflettendoci non credo proprio che lo storage ottico sia defunto.
Fra 4-5 anni comincerà a diffondersi il 4K... $ony farà uscire la sua playstation4... fate 2+2... includendo questo nuovo supporto nei suoi lettori e nella sua console (mantenendo la retrocompatibilità con tutti i supporti ottici più vecchi, compresi i bluray) potrebbe ripetere l'impresa riuscita con bluray: imporre un nuovo standard sul mercato dell'alta definizione, firmare la definitiva sconfitta della piaga della pirateria software (in verità obbiettivo raggiunto già oggi).




Quella in neretto è troppo LOL.

Guarda che ad oggi il 4K non c'è neanche in molte sale multimediali, e tu già pensi al 4k Home Video?
E poi i prezzi degli attuali Blue Ray, tanti già adesso comprani gli HD da 2,5 perchè più convenienti per lo storage di file multimediali e anche io finti i prossimi DVD da 8,5 Gb passerò a questo sistema.

A meno che non pensiate che l'Italia e il resto del mondo sia pronta per il digital delivery di giochi e film a botte di 50gb+ per download

Ciao


Sono obbligati, se vogliono far scendere i prezzi e sconfiggere la pirateria, non immagini la comodità di avere un archivio infinito senza dover avere un tuo archivio fisico?
Immagina i risparmi, e il minor spreco nella produzione e il riciclaggio....
AceGranger27 Luglio 2010, 09:29 #8
Originariamente inviato da: Tsaeb
i supporti ottici sono al tramonto, ormai troppo lenti e costosi per le esigenze attuali e future.


il supporto ottico come il BR nasce principalmente per il mondo cinematografico, e li è il supporto piu economico, facilmente trasportabile e gestibile che c'è;
con il 4K poi serviranno per forza di cose nuovi supporti.

Originariamente inviato da: bongo74
hai ragione, solo che considerando che molti hanno ancora i tv tradizionali (io ne ho ancora 4) sony guarda il giappone come "la regola" invece il mondo è molto + indietro

moltissimi non hanno neppure il lettore dvd in casa!


sara che l'italia è piu indiero... america e giappone sono i mercati di riferimento e loro si fanno i calcoli su quello
ulk27 Luglio 2010, 09:30 #9
Originariamente inviato da: cionci
Ad ognuno il suo.
Online ci saranno pochi dati, persistenti fra computer diversi ed accessibili in mobilità.
Offline ci saranno backup, grossi file dati intermedi, file che necessitano di essere disponibili in tempi brevi.
La velocità di trasferimento dei dati da dove risiedono i file allo storage online sarà sempre limitata rispetto a quella di uno storage fisico, così come la capienza.
Senza contare che la velocità di trasferimento discriminerà sempre le persone in base alla loro posizione geografica. Zone montane e collinari avranno sempre connessioni più lente.


Come ho già detto sono obbligati a potenziare la rete, pena il perdurare della pirateria.
cionci27 Luglio 2010, 09:36 #10
Originariamente inviato da: ulk
Come ho già detto sono obbligati a potenziare la rete, pena il perdurare della pirateria.

Non lo potranno e non lo stanno facendo per ovvi problemi geografici, molto più grandi in Italia che in molte altre nazioni europee.
La copertura della banda larga in Italia è discreta, il problema è la qualità di questa copertura: ci sono paesi interi che vanno a 640 Kbps contro i 20 Mbps delle città. Cioè significa una proporzione di 1:30.
E nel futuro le cose non potranno fare altro che peggiorare.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^