Serial ATA 3Gb/s all'IDF: novità in vista

Serial ATA 3Gb/s all'IDF: novità in vista

In occasione dell'Intel Developer Forum di Barcellona sono state presentate alcune novità della nuova generazione di interfaccia Serial ATA 3Gb/s, attesa entro la fine dell'anno 2004

di pubblicata il , alle 11:35 nel canale Storage
Intel
 

Il SerialATA Working Group, ovvero il gruppo di lavoro che sviluppa e certifica lo standard SerialATA, ha approfittato dell'Intel Developer Forum di Barcellona per presentare due nuove specifiche che di fatto porteranno ad una nuova generazione dell'interfaccia.

La novità nota da tempo ha ovviamente a che fare con la bandwidth, che sale a 300 MB/secondo raddoppiando di fatto la mole di dati teorici scambiabili con il sistema.

La seconda novità risiede nel differente tipo di cablaggio necessario ad interfacciare le nuove periferiche 3Gb/s (altra sigla per indicare i 300MB/s).

Non sono mancati ovviamente gli annunci di nuovi prodotti in grado si sfruttare le potenzialità della nuova interfaccia; indubbio però che dovremo attendere in primis la diffusione del SerialATA 3Gb/s a livello di integrazione nei controllers e nei chipset per poter sperare di trovare uno di questi prodotti sugli scaffali.

Se da una parte il raddoppio della bandwidth era nella roadmap già dalla prima presentazione del SerialATA, poco si sapeva dei nuovi connettori, sviluppati non solo per permettere un flusso dati maggiore, ma anche per aggiungere qualcosa in più alle potenzialità dell'interfaccia.

Oltre a garantire una maggiore bandwidth i nuovi cavi saranno studiati per garantire una alimentazione maggiore, in ragione del fatto di adottare cablaggi più lunghi e poter supportare anche periferche esterne SerialATA e anche SAS (Serial Attached SCSI, interfaccia attesa per la fine dell'anno prossimo).

La diffusione della nuova interfaccia è prevista per la fine dell'anno; l'esperienza insegna che spesso è bene non ritenere troppo attendibili le tempistiche (ottimistiche) dichiarate, che per diversi motivi vengono puntualmente disattese.

Fonte: Xbitlabs

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

58 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Overclockko il mondo21 Aprile 2004, 11:38 #1
Eccezziunal verament
Sawato Onizuka21 Aprile 2004, 11:40 #2
pppfff l'utonto crederà che vadano cm picco max a 3 gb/s

cmq questo è il Serial-ATA II o sbaglio ??? è assicurata la retrocompatibilità ?
bs8221 Aprile 2004, 11:42 #3

si però...

ok...potremmo mettere molti harddisk fino a saturare la banda...ma effettivamente che ce ne facciamo di tutti questi gb/s?!?!? io voglio un hard disk che da solo saturi la banda del nuovo sata!!! uffa!!!!!!!
nonikname21 Aprile 2004, 11:44 #4
Bene , avremo l'autostrada per andare a 300km/h ma le macchine che arrivano a malapena a 80 km/h ....

Dato che nemmeno in raid si arriva a saturare i 150 mb/s dell'attuale SATA , a chi servirebbero 300/mb/s ???
nikolis21 Aprile 2004, 11:51 #5

3Gb/s (altra sigla per indicare i 300MB/s).

3Gb/s = 3000Mb/s
Dumah Brazorf21 Aprile 2004, 11:54 #6
C'è qualcosa che non mi quadra...
"La seconda novità risiede nel differente tipo di cablaggio necessario ad interfacciare le nuove periferiche 3Gb/s (altra sigla per indicare i 300MB/s)."

Da quando un byte è formato da 10bit?
pipozzolo21 Aprile 2004, 11:55 #7

Re: 3Gb/s (altra sigla per indicare i 300MB/s).

Originariamente inviato da nikolis
3Gb/s = 3000Mb/s


3Gb/s = 300MB/s

3Gbit/s = 300MByte/s (circa)

Ok?

Secondo me invece è utilissima l'estensione della banda se permettere di collegare più periferiche senza dover utilizzare nuovi canali...
sidewinder21 Aprile 2004, 11:57 #8
Generalmente per una trasmissione seriale si considerano 10 bit: il bit di start e il bit di stop oltre a 8 bit di dati.




pipozzolo21 Aprile 2004, 11:59 #9
Originariamente inviato da Dumah Brazorf
C'è qualcosa che non mi quadra...
"La seconda novità risiede nel differente tipo di cablaggio necessario ad interfacciare le nuove periferiche 3Gb/s (altra sigla per indicare i 300MB/s)."

Da quando un byte è formato da 10bit?


Infatti è solo un arrotondamento di comodo.
Per lo stesso arrotondamento, quando ti vendono un disco da 80GB non avrai mai davvero 80GB ma un pò meno (74 circa mi pare)
Alessandro Bordin21 Aprile 2004, 12:00 #10
Originariamente inviato da Dumah Brazorf
C'è qualcosa che non mi quadra...
"La seconda novità risiede nel differente tipo di cablaggio necessario ad interfacciare le nuove periferiche 3Gb/s (altra sigla per indicare i 300MB/s)."

Da quando un byte è formato da 10bit?


Lo spiego per la 1000esima volta, vediamo se alla fine arriviamo ad un compromesso

Da standard definiamoli giornalistici abbiamo adottato questa conversione, COME TUTTI I SITI INTERNAZIONALI, guardate anche la fonte. Non siamo ignoranti, ma ci adeguiamo a quello che ormai, sbagliato finché volete, è lo standard in queste cose.


Serve a far capire A GRANDI LINEE, anche a chi non ne capisce molto di queste cose (la maggioranza, diciamo il 90%) di cosa si parla.

ok?


Rispondendo agli altri: collegando fino a 15 unità SerialATA ad una sola porta (ci sono prodotti di Promise di questo tipo), quella bandwidth torna utile.

Ovvio, siamo a casi limite

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^