Seagate stupisce: SSD enterprise da 60TB e Nytro XP7200 da 10000MB al secondo

Seagate stupisce: SSD enterprise da 60TB e Nytro XP7200 da 10000MB al secondo

Durante il Flash Memory Summit, Seagate mostra due SSD per il mondo enterprise davvero particolari. Uno è un modello da ben 60TB di capienza, l'altro un mostro da 10000MB al secondo di transfer rate che arriverà sul mercato nel quarto trimestre dell'anno

di pubblicata il , alle 10:21 nel canale Storage
Seagate
 

Seagate conferma il proprio impegno nel settore SSD per il mondo enterprise mostrando, in occasione del Flash Memory Summit, due particolari unità con caratteristiche veramente interessanti. Una punta tutto sulla capienza, ben 60TB, l'altra sulle prestazioni che possono arrivare all'incredibile valore di 10000MB al secondo. Vediamo con maggiore dettaglio di cosa si tratta.

La prima unità citata non ha ancora un nome commerciale: sappiamo che la capienza è appunto di 60TB, sfrutta una doppia interfaccia 12Gb/s SAS e adotta lo chassis di un disco da 3,5 pollici (come gli hard disk meccanici desktop, per intenderci). Il segreto è l'enorme quantità di chip Micron 3D TLC NAND adottati, gestiti a monte del singolo controller da uno speciale chip ONFi. Non solo capienza record, poiché le prestazioni si assestano sulle ragguardevoli cifre di 1500MB al secondo in lettura e 1000MB al secondo in scrittura.

Capienze così elevate, con prestazioni ottime (ma non al top per il settore enterprise), sottointendono un utilizzo in scenari dove la lettura dei dati archiviati nei server costituisce l'utilizzo primario. Un enorme database in pochissimo spazio a cui accedere con una bassissima latenza, insomma.

Seagate

Non potrebbe essere più diverso l'altro SSD, in questo caso con nome commerciale Nytro XP7200, atteso per il quarto trimestre del 2016. Qui si punta tutto, ma proprio tutto, sulle prestazioni massime. Il valore di capacità, per quanto importante, si "ferma" a 3,8GB o 7,7GB a seconda dei modelli, ma ad interessare è tutto il resto. Il form factor è quello HHHL (stile scheda video), con interfaccia PCIe 3.0 x16 (come le schede video, al fine di massimizzare il transfer rate).

All'interno troviamo quattro SSD Seagate XM1440 M.2, ognuno destinato a un link x4 del canale PCIe. L'unità, insomma, lavora come una catena RAID0 in cui vale la somma delle prestazioni dei quattro SSD M.2 integrati. Ecco spiegato l'incredibile valore di 10000MB al secondo in lettura (2500MB ogni SSD M.2), con la lettura sequenziale che si assesta sui 3600MB la secondo.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

11 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Micene.110 Agosto 2016, 10:40 #1
un altro po' e, interfaccia permettendo, arriviamo alle prestazioni delle ram medie
el-mejo10 Agosto 2016, 11:00 #2
Il Nytro XP7200 sarà disponibile in 3,8 e 7,7 TB non Gb, altrimenti tanto vale caricare i dati in ram
emanuele8310 Agosto 2016, 11:10 #3
Originariamente inviato da: el-mejo
Il Nytro XP7200 sarà disponibile in 3,8 e 7,7 TB non Gb, altrimenti tanto vale caricare i dati in ram


ma manco rileggono dopo aver messo il braket <b></b>
ugo7310 Agosto 2016, 12:16 #4
Invece che darci il sata4 che corrisponderebbe al sas3 ci hanno dato come pillola il sata express che non ha avuto molto successo (e ben spero) visto che con un singolo cavo nel sas 3 si raggiungono i 12 Gb/s.

cosa aspettano?
emanuele8310 Agosto 2016, 12:40 #5
Originariamente inviato da: ugo73
Invece che darci il sata4 che corrisponderebbe al sas3 ci hanno dato come pillola il sata express che non ha avuto molto successo (e ben spero) visto che con un singolo cavo nel sas 3 si raggiungono i 12 Gb/s.

cosa aspettano?


magari una pplicazione mainstream a cui serva cotanta velocitá?
l'utente desktop entusiata che vuole fare partire windows in 3 secondi piuttosto che in 5 non fa tirare il mercato, quando le varie console che vendono milioni e milioni hanno ancora hdd meccanici 5400 2.5" 5400rpm...
flapane10 Agosto 2016, 13:17 #6
Originariamente inviato da: Micene.1
un altro po' e, interfaccia permettendo, arriviamo alle prestazioni delle ram medie


Sono anni che si dice che la convergenza sia, prima o poi, inevitabile.
emanuele8310 Agosto 2016, 13:40 #7
Originariamente inviato da: flapane
Sono anni che si dice che la convergenza sia, prima o poi, inevitabile.


in teoria con Intel Optane il divario dovrebbe azzerarsi. Da capire i tagli ed i costi e la struttura di un sistema basato sulla nuova memoria.
flapane10 Agosto 2016, 13:43 #8
Ah vabè, i costi lasciano il tempo che trovano, una volta che la soluzione è adottata a livello enterprise. Tutto il materiale elettronico, al lancio, è sempre costato uno sproposito.
A noi utenti non rimane che aspettare. Dieci e più anni fa non avrei mai immaginato di poter passare ad un laptop, come ora. Dischi a 5400rpm, batterie che durano al più due ore, processori fornelletto e dalle prestazioni scarse, pesi-monstre...
TheDarkAngel10 Agosto 2016, 14:34 #9
Originariamente inviato da: ugo73
Invece che darci il sata4 che corrisponderebbe al sas3 ci hanno dato come pillola il sata express che non ha avuto molto successo (e ben spero) visto che con un singolo cavo nel sas 3 si raggiungono i 12 Gb/s.

cosa aspettano?


Non mi pare il sata 4.0 sia previsto da alcuna parte Non so nemmeno se andrà mai più avanti come tecnologia.
s-y10 Agosto 2016, 15:38 #10
target troppo consumer

a parte la 'battuta acida', sarebbe piu' interessante (mi riferisco a tutti i nomi 'tradizionali' del mondo degli hd meccanici) che lanciassero soluzioni appunto piu' consumer, ma a parte che non sono aggiornato, temo siano scelte date dal buco nero che si e' creato negli ultimi anni nella 'parte desktop', e quindi probabilmente ci starebbe una transizione verso mondi 'alternativi'

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^