Seagate, primo partner per i dischi wireless DAVE

Seagate, primo partner per i dischi wireless DAVE

Accordo fatto fra Seagate e Sanyo per offrire alla clientela il nuovo disco wirelss in abbinamento ad una videocamera ad alta definizione di Sanyo

di Alessandro Bordin pubblicata il , alle 11:10 nel canale Storage
Seagate
 

Nel corso del recente CES di Las Vegas abbiamo avuto modo di apprendere direttamente da Seagate come i nuovi dischi DAVE (approfondimenti: Seagate DAVE, un web server in tasca) siano sul punto di essere commercializzati, sebbene in abbinamento ad altre apparecchiature come accessorio. Per riassumere in breve, DAVE è una tecnologia applicata a dischi esterni tascabili che permette al disco di dialogare attraverso le connessioni wireless Wi-Fi e Bluetooth con apparecchiature ovviamente compatibili.

Secondo Clubic, il primo partner a fornire DAVE come accessorio sarà la videocamera compatta Sanyo VPC-HD1000, nativamente equipaggiata solo con slot SDHC, la cui capacità è vincolata a quella delle schede memoria in possesso dell'utente. Con DAVE in tasca, grazie al supporto da parte della videocamera delle connessioni senza fili,  l'utente potrà così contare su un quantitativo di memoria che può arrivare fino a 60GB. Proibitivo il prezzo da pagare per raggiungere la stessa capacità utilizzando schede SDHC.

Mancano indicazioni riguardanti il prezzo di DAVE come accessorio, sebbene il personale Seagate in occasione del CES di Las Vegas ci abbia fornito una cifra indicativa di circa 200,00 Euro. Un prezzo non certo basso, ma in ogni caso onesto se rapportato alla comodità di avere a disposizione nello zaino un sistema di archiviazione senza fili in grado di connettersi a più terminali contemporaneamente, come per esempio telefoni cellulari, macchine fotografiche e videocamere.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

11 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Paganetor18 Gennaio 2008, 11:20 #1
una sorta di x-drive wireless...

anche se definirlo così è riduttivo...
matrix84518 Gennaio 2008, 11:43 #2

Troughtpout

MA il wireless come puo reggere il bitrate di una videocamera????
Paganetor18 Gennaio 2008, 11:46 #3
no, è per il download della scheda una volta che l'hai riempita...
Hitman0418 Gennaio 2008, 12:16 #4
Paganetor, ti sbagli.
demon7718 Gennaio 2008, 12:31 #5

@ paganetor

Mi pare di capire invece che il disco si interfaccia direttamente con la videocamera e acquisisce i dati in tempo reale..

Sinceramente non penso che il bitrate sia un problema: una videocamera anche hd codifica direttamente in mpg 4 e poi salva su scheda, la mole di dati quindi è già molto ridotta rispetto ad un flusso "raw" e quindi una wireless basta e avanza!
lupos9918 Gennaio 2008, 12:48 #6

tumori?

ma tutte ste onde, specialmente nel taschino un ci faranno male? oramai si usa il wireless anche per aprire la porta del bagno!
floc18 Gennaio 2008, 13:30 #7
hai paura? non usarli. Ma non rompere le scatole con inutili crociate coem cercano di fare... Cominciamo a pensare ai vecchi ripetitori radio, che fanno male x davvero, al posto che alle moderne tecnologie che usano 1/5 se va bene della potenza
Paganetor18 Gennaio 2008, 13:43 #8
ma scusate, il DAVE non ha bisogno di alimentazione esterna? USB o da rete, a qualcosa lo si deve attaccare, perchè pare che non abbia la batteria.

per questo mi sembra strano che si possa "tenere in tasca"...
Paganetor18 Gennaio 2008, 13:46 #9
ah no, nel datasheet c'è scritto che usa una batteria da 940 mAh
GeckoOBac18 Gennaio 2008, 20:06 #10

Wireless

@lupos99: il wireless ha potenze che per legge devono essere inferiori agli 0.1 W.
Ora, a parte il fatto che non è ancora stato provata in alcun modo la correlazione tra onde elettromagnetiche a bassa energia (come le radiofrequenze) e i tumori, la potenza in questione è un decimo o alcuni casi un ventesimo di quella emessa da un normale cellulare (che si aggirano sugli 1 2 watt). Non credo proprio quindi che sarà quello a fare una qualsiasi differenza.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^