Seagate mostra SATA3, sino a 6Gbps da un solo disco

Seagate mostra SATA3, sino a 6Gbps da un solo disco

Nel corso della giornata di ieri il noto produttore mostra all'opera i dischi di nuova generazione, caratterizzati da interfaccia SATA3, in grado di garantire un flusso dati doppio rispetto alle soluzioni attualmente in commercio

di , Gabriele Burgazzi pubblicata il , alle 17:56 nel canale Storage
Seagate
 

Seagate Technology e AMD hanno dato dimostrazione nel corso della giornata di ieri della nuova generazione di interfaccia Serial ATA con velocità di trasferimento di 6 gigabit al secondo. Il nuovo standard, ratificato dal Serial ATA International Organization, prende il nome di SATA3 e va ad affiancarsi alle precedenti interfacce SATA e SATA2.

Joan Motsinger, vice president of personal systems marketing and strategy per Seagate, ha dichiarato: "L'interfaccia SATA a 6Gb/s risponde alla domanda per PC ad elevata larghezza di banda. Seagate ha una lunga tradizione di essere la prima a giungere sul mercato con nuove tecnologie, come l'interfaccia Serial ATA, il perpendicular recording e i drive self-encrypting ed è lieta di collaborare con AMD per tenere la prima dimostrazione pubblica della tecnologia SATA 6Gb/s".

Per meglio contestualizzare la notizia è importante segnalare che, attualmente, sul mercato sono presenti dispositivi con interfaccia SATA o SATA2, in grado di garantire una banda di 1,5Gbps o 3Gbps, a seconda delle specifiche. Nonostante questo limite fisico è pressochè impossibile trovare soluzioni in grado di saturare la banda dei 3Gbps (spesso approssimati a 300MBps): a oggi, i dispositivi più performanti, come i Solid State Drive di fascia alta, difficilmente superano i 250MBps.

La nuova interfaccia Serial ATA-600 permette di arrivare ad una velocità massima teorica di oltre 600 MB al secondo, mantiene retrocompatibilità con le tecnologie SATA 150 e SATA 300 e fa uso degli stessi connettori impiegati dalle precedenti versioni dell'interfaccia SATA per rendere l'integrazione ed il passaggio alla nuova tecnologia il più semplice possibile. La nuova tecnologia Serial ATA-600 promette inoltre una migliore efficienza delle tecniche di Native Command Queuing.

La dimostrazione è stata condotta da Seagate e AMD con due dischi Barracuda della serie 7200.12, uno con la nuova interfaccia Serial ATA-600 ed uno con l'interfaccia Serial ATA-300 ed entrambi installati sul medesimo sistema di test. Il sistema è stato realizzato impiegando una piattaforma AMD in versione di prototipo e con supporto, ovviamente, alla nuova interfaccia SATA 600. La soluzione Barracuda con interfaccia SATA-300 ha mostrato un transfer rate di 250MB/s mentre la soluzione Barracuda SATA-600 ha raggiunto un picco di 550MB al secondo.

"L'interfaccia SATA 6Gb/s sarà commercializzata dapprima con gli hard disk da 3,5 pollici con velocità di rotazione di 7200rpm. La nuova interfaccia può operare tranquillamente anche con dispositivi SSD, i quali potranno trarre vantaggio dalla più elevata velocità di trasferimento dati. Tuttavia il mercato delle soluzioni SSD è molto condizionato dai costi e per questo motivo nel mercato SSD avrà precedenza l'interfaccia SAS a 6Gb/s" ha dichiarato Marc Noblitt, senior marketing I/O development manager per Seagate.

AMD ha affermato che supporterà tale tecnologia a partire dai propri chipset 750, mentre secondo Seagate i primi esemplari di hard disk SATA3 potranno arrivare già verso la fine dell'anno.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

34 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
demon7710 Marzo 2009, 18:06 #1
Mah.. buono a sapersi ma tecnicamente non esiste lacun disco in grado di saturare la SATA2!!
Magari in un futuro con mirabolanti SSD di nuova concezione.. CHISSA'!!
s12a10 Marzo 2009, 18:06 #2
Tempo qualche mese e i 6 Gbit/sec di queste interfacce diventeranno gia` obsoleti per gli SSD, almeno parlando di velocita` di picco. Non credo che sara` uno standard duraturo.

Originariamente inviato da: demon77
Mah.. buono a sapersi ma tecnicamente non esiste lacun disco in grado di saturare la SATA2!!
Magari in un futuro con mirabolanti SSD di nuova concezione.. CHISSA'!!


Considerando che gli SSD non sono molto piu` che pcb su cui sono saldati gruppi di memorie NAND (le stesse che trovi nelle schede SD) lavoranti in parallelo mediante controller raid interno, e` facile capire che il raggiungimento di velocita` stratosferiche per gli standard attuali e` solo questione di tempo a causa dei costi. Ma la tecnologia gia` c'e`.
fpg_8710 Marzo 2009, 18:11 #3
mi chiedo proprio cm abbiano svolto questi test, visto che nessun Barracuda della serie 7200.12 attualmente ha un transfer rate di 250MB/s... o sbaglio??
AceGranger10 Marzo 2009, 18:16 #4
Originariamente inviato da: s12a
Tempo qualche mese e i 6 Gbit/sec di queste interfacce diventeranno gia` obsolete per gli SSD, almeno parlando di velocita` di picco. Non credo che sara` uno standard duraturo.


veramente è gia obsoleto prima di uscire, hanno gia annunciato SSD da 600 mb in lettura, praticamente esce sto coso e gia sta saturo -.-
s12a10 Marzo 2009, 18:20 #5
Originariamente inviato da: AceGranger
veramente è gia obsoleto prima di uscire


Ah beh, parlando di raid, certamente
Io mi riferivo pero` alle velocita` dei drive singoli.
Avrebbero dovuto almeno decuplicare la velocita` del SATA 3 Gbit (SATA 32 Gbit?) per poter permettere ai futuri acquirenti di SSD di stare tranquilli per qualche anno.
AceGranger10 Marzo 2009, 18:23 #6
Originariamente inviato da: s12a
Ah beh, parlando di raid, certamente
Io mi riferivo pero` alle velocita` dei drive singoli.
Avrebbero dovuto almeno decuplicare la velocita` del SATA 3 Gbit (SATA 32 Gbit?) per poter permettere ai futuri acquirenti di SSD di stare tranquilli per qualche anno.


eh heheh e poi loro come cavolo ce li rubano i soldi !??!?!?!!?

edito
!fazz10 Marzo 2009, 18:24 #7
Originariamente inviato da: AceGranger
eh heheh e poi loro come cazzo ce li rubano i soldi !??!?!?!!?


vedi di usare un linguaggio meno scurrile la prossima volta, ammonito
Firedraw10 Marzo 2009, 18:45 #8
Originariamente inviato da: fpg_87
mi chiedo proprio cm abbiano svolto questi test, visto che nessun Barracuda della serie 7200.12 attualmente ha un transfer rate di 250MB/s... o sbaglio??


Credo sia la velocità in brust... cioé del buffer dell'hd. Una presa per i fondelli parlando di dischi singoli tradizionali. Considerando i 120 mb/s medi degli attuali dischi servirebbe un raid a 5 dischi per saturare nei casi limite il nuovo sata3, diciamo che reggerebbe anche 6 dischi in stripping. Cmq il sata2 in effetti stava diventando strettino per i dischi tradizionali.
StateCity10 Marzo 2009, 18:53 #9
Originariamente inviato da: AceGranger
veramente è gia obsoleto prima di uscire, hanno gia annunciato SSD da 600 mb in lettura, praticamente esce sto coso e gia sta saturo -.-

Perfattamente, tutto sto' cambio di standard serve solo a lucrare e a rendere obsolete delle tecnologie quasi nuove..
Upgrade de che, se per cambiare MB devi cambiare anche tutto il resto ?
hibone10 Marzo 2009, 19:04 #10
Mah.. inutile che fanno l'hdd con interfaccia ipersata di ultra livello a millemila gigabit/s, che contiene un fantastigliardo di gigabyte di dati, e che magari costa quanto un pacchetto di patatine, se poi un bel giorno l'hdd ti si sveglia con le palle girate e decide di formattarsi da solo "per vedere di nascosto l'effetto che fa" (Cit.)

Che se lo tengano...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^