Seagate, hard disk SRM già in circolazione e nuovo drive Ultra Mobile per tablet

Seagate, hard disk SRM già in circolazione e nuovo drive Ultra Mobile per tablet

Il noto produttore di hard disk afferma di aver già consegnato un milione di dischi con tecnologia Shingle Magnetic Recording e annuncia una nuova unità ultrasottile per sistemi tablet

di pubblicata il , alle 16:11 nel canale Storage
Seagate
 

La tecnologia Shingled Magnetic Recording è attualmente una delle strade più economiche che i produttori di hard disk stanno percorrendo allo scopo di incrementare la massima densità di informazione dei piatti rotanti, attualmente ferma ad 1TB per piatto. In cosa consiste? Anzitutto ricordiamo sinteticamente che un hard disk è composto da una testina che si occupa delle operazioni di scrittura e lettura e da piatti rotanti sui quali risiedono le informazioni. L'attuale limite della densità di informazione sui piatti è determinata di fatto dall'impronta della testina sul piatto, più una traccia di protezione che evita che la testina scriva erroneamente dati o legga dati sbagliati.

La tecnologia SMR elimina di fatto la traccia protettiva e prevede una leggera sovrapposizione delle tracce del piatto, come avviene con le tegole di un tetto (shingle in inglese significa tegola). Questa sovrapposizione consente di incrementare la densità di informazione senza che sia necessario ridurre la dimensione della testina, arrivata all'attuale limite fisico.

Western Digital e Seagate, i due principali produttori di hard disk, sono entrambi al lavoro su questa tecnologia. Seagate in particolare afferma però di aver già consegnato circa un milione di drive realizzati con tecnologia SMR, sebbene attualmente non sia possibile conoscere quale drive della compagnia faccia uso della tecnologia SMR o che tipo di effetto questa tecnologia possa avere sulla vita del disco. Seagate, tuttavia, non ha ancora utilizzato la tecnologia per incrementare la densità dei propri dischi, ma grazie ad essa pianifica per il prossimo anno di poter incrementare la capienza dei singoli piatti a 1,25TB.

E' infatti opportuno considerare che le operazioni di sovrascrittura nel caso di un hard disk realizzato con tecnologia SMR sono un po' più complesse rispetto ad un hard disk tradizionale: sarà infatti necessario riscrivere le tracce che si sovrappongono ai dati che stiamo sovrascrivendo. Allo stesso modo nel momento in cui dei dati vengono cancellati è necessario procedere alla riscrittura dei dati adiacenti in maniera tale che lo spazio liberato possa essere rimesso a disposizione dell'utente. Si tratta di operazioni che sono trasparenti all'utente, poiché gestite dal firmware, ma che ovviamente vanno a condizionale la velocità di lettura e scrittura.

Seagate ha intanto annunciato un nuovo hard disk di piccole dimensioni espressamente indirizzato all'uso con sistemi tablet Android. Si tratta di Ultra Mobile, una unità dello spessore di 5mm e del peso di 93 grammi che può essere inserito all'interno del ridotto spazio di un sistema table, mettendo però a disposizione ben 500GB di capienza di storage. Per poter competere direttamente con le soluzioni di storage flash, Seagate ha incluso un particolare firmware chiamato Mobile Enablement Kit.

Questo firmware comprende una serie di funzionalità aggiuntive che normalmente non vengono inserite negli hard disk tradizionali, come ad esempio il caching di dati utilizzati più frequentemente, l'ottimizzazione adattiva del consumo energetico ed il monitoraggio di sensori di movimento e termici. Secondo quanto affermato da Seagate, l'unità è in grado di offrire prestazioni equivalneti ad un drive flash da 16GB, al consumo di un drive da 64GB ma con una capienza di 500GB. Il drive Ultra Mobile è infine caratterizzato da una velocità di rotazione dei piatti pari a 5400RPM, un quantitativo di cache di 16MB e interfaccia SATA 6Gb/s. Il prezzo dell'unità non è stato reso noto, nè è possibile sapere se il drive Ultra Mobile sarà reso in futuro disponibile al pubblico o resterà riservato a produttori.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Rubberick10 Settembre 2013, 16:36 #1
Sono curioso di sapere cosa stanno combinando, migliorie di questo tipo non sono super rilevanti.. se su un disco a 4 piattelli ne mettiamo 1.25 arriviamo a dischi da 5tb invece che 4tb come massimo... ^^

in futuro avremo solo flash in ambito consumer e gli hard disk come prodotti enterprise dedicati a grossi datacenter con nuovi formati? molti piattelli? (il che però significa maggiori rischi di rottura quindi non mi trovo)

ogni tanto vedevo le roadmap postate su hwu... parlavano di dischi da 20 tb tra qualche anno... ma come ci arrivano? che tecnologia hanno intenzione di sfruttare? cambiano materiali?
toskano7910 Settembre 2013, 16:45 #2
mah ... questi hd x tablet "a senso" non mi sembrano molto sicuri in ottica longevità rispetto a quelli in memoria flash
un sistema tradizionale è sicuramente più sollecitato nell'uso tipico di un tablet che non rimane fisso come un desktop o anche un portatile che viene usato da appoggiato
roccia123410 Settembre 2013, 17:03 #3
mah, capirai, da 1 a 1,25 TB per piatto.

Si, è sempre un progresso, ma lungi dall'essere degno di nota, specie alla luce del fatto che hanno eliminato la traccia protettiva e sovrapposto leggermente le tracce dati.

C stanno semplicemente dando novità col contagocce, as usual.
PsychoWood10 Settembre 2013, 17:05 #4
Originariamente inviato da: Rubberick
parlavano di dischi da 20 tb tra qualche anno... ma come ci arrivano?


Grafene, ci vuole il grafene.
Octane10 Settembre 2013, 17:52 #5
la densità è quindi superiore anche al perpendicular-recording?

registrazione tradizionale:
----------

perpendicular recording:
||||||||||

shingled recording:
\\\\\\\\\\

Al di là della semplificazione grafica dei domini magnetici fatta così con i caratteri, l'aumento di densità di questo nuovo metodo dovrebbe essere anche nella distanza (o spaziatura) tra i singoli domini?
ronthalas10 Settembre 2013, 18:03 #6
mi lascia perplesso il discorso del refresh dei dati adiacenti a quelli modificati (riscritti o cancellati). Per l'effetto meccanico della tegola, in pratica mi ritroverei a riscrivere tutta una fetta di disco ogni volta? Anche perchè a sua volta la tegola adiacente, è sovrapposta all'altra adiacente... ecc... Mi pare un'immenso spreco di prestazioni - scritto così
LMCH10 Settembre 2013, 18:36 #7
Originariamente inviato da: Octane

Al di là della semplificazione grafica dei domini magnetici fatta così con i caratteri, l'aumento di densità di questo nuovo metodo dovrebbe essere anche nella distanza (o spaziatura) tra i singoli domini?


Invece di avere degli "spazi vuoti" tra una traccia e quelle adiacenti, con l'SMR le tracce vengono suddivise in gruppi di N tracce "senza spaziature tra le tracce" (ma con spaziature tra i gruppi).

In questo modo quando si scrive una singola traccia si va a sovrascrivere anche in quella che la precede (come con le tegole su un tetto quello "sopra" coprono parzialmente quelle immediatamente sotto).

A causa di questo, se si deve scrivere su una traccia bisogna riscrivere pure quelle successive/precedenti nello stesso gruppo.

Quindi con le letture non ci sono differenze (a parte una "traccia utile" più stretta) ma le letture sono più lente perchè per scrivere su un settore nel caso peggiore servono (N-1) letture ed N scritture (si scrive il nuovo dato e si rigenerano quelli "parzialmente sovrapposti" ).

Per questo è essenziale la presenza di una cache flash per accelerare l'accesso ai dati a cui si accede più frequentemente e magari abbastanza ram
sul controller per memorizzare un intero gruppo di tracce (così l'HD controller "rileggere tutto il gruppo", poi aggiorna nella sua ram tutti i settori del gruppo che andavano modificati ed infine riscrive in una botta unica tutto il gruppo).

Altrimenti la maggior lentezza in scrittura renderebbe inutile il guadagno di capacità di memoria.
zappy11 Settembre 2013, 11:38 #8
l'affidabilità mi sembra che ne perda...
dall'hd voglio prioritariamente che NON perda dati. il resto è secondario.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^