Seagate: dischi da 100TB?

Seagate: dischi da 100TB?

Seagate annuncia la tecnologia HAMR, in grado di far raggiungere capienze record agli hard disk in un futuro purtroppo lontano

di pubblicata il , alle 10:13 nel canale Storage
Seagate
 

Seagate Technology, nella giornata di ieri, presso la conferenza dell'American Physical Society (APS), ha annunciato che il proprio centro ricerche è in grado di produrre piatti per hard disk dall'incredibile capienza di  50 Terabits per pollice quadro (al giorno d'oggi siamo sui 70 Gigabits per il modello più capiente in commercio).

La tecnologia utilizzata da Seagate prende il nome di Heat Assisted Magnetic Recording (HAMR).

Con una areal density di 6.25TB (Terabyte, ovvero Terabit diviso 8) per pollice quadro, un normale disco da 3.5” dotato di un singolo piatto raggiungerebbe la stratosferica capienza di 98TB, 46 per faccia. Questo ovviamente con un piatto solo, mentre la norma per i dischi attuali è di circa due...

Sembra che la tecnologia HAMR sfrutti un raggio laser per magnetizzare la superficie dei piatti; ovviamente le notizie a riguardo sono frammentarie e poco chiare. pare inoltre che il costo di tale tecnologia HAMR non sia poi così lontano da quelli della tecnologia attualmente in uso.

Ovviamente, purtroppo, dovremo aspettare ancora un sacco di tempo per utilizzare dischi di queste dimensioni. Pare infatti che non ci sarà un salto netto fra i dischi attuali e quelli HAMR, ma saranno introdotti gradualmente, seguendo il trend di crescita imposto dal mercato. Si parla di iniziare con dischi con densità di 1 Terabit per pollice quadro, verso il 2010.

Fonte: Xbitlabs

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

86 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Lord Archimonde27 Marzo 2004, 10:36 #1

Avremmo un hardware fascientifico...

se non seguissero soltanto le regole del cazzo del mercato
snake7827 Marzo 2004, 10:39 #2
2010
fritzen27 Marzo 2004, 10:44 #3
Avremmo un hardware fascientifico...

se non seguissero soltanto le regole del cazzo del mercato..
giusto, nn bisogna seguire sto cavolo di mercato, ma bisogna andare avanti, se no nel 2100 si avranno le teconologie disponibili dal 2020....
Robs^27 Marzo 2004, 10:51 #4
Ok raga, va bene con le innovazioni tecnologiche da subito...
Ma chi di voi ha davvero bisogno di un disco da 100.000 Gb??? Mi sa davvero nessuno...
A volte le compagnie produttrici vanno anche un pò capite...
rip8227 Marzo 2004, 11:00 #5
Non dico di vendere subito dischi da 100Tb, ma 4 o 5Tb mi farebbero comodo.
fritzen27 Marzo 2004, 11:13 #6
cmq anche se hanno la capienza di 4tb, ma la velocita di un disco a 7200 giri, non e' di gran utilita, sino a quando non creano dischi molto piu veloci.
innovazione8227 Marzo 2004, 11:18 #7
x fritzen
io studio fisica e ti posso assicurare che già oggi molti sanno come realizzare intelligenza artificiale rudimentale, fino a ieri prendevano a modello un neurone della spina dorsale, oggi si sono accorti che prenderne a modello uno del cervello porta a risultati superiori!
per cose che sembrano impossibili come la curvatura invece ti basti sapere che fanno passare solo le ricerche che gli fanno comodo, quelle innovative spesso su "nature" non le vogliono nemmeno!
se Einstein fosse vissuto oggi sarebbe stato cacciato e dichiarato pazzo! tutto per il tornaconto economico!
questi maledetti soldi! pensa alla ricerca ed alla mole di dati sul genoma umano che si potrebbe eleborare grazie a quei dischi, magari trovando cure per malattie come i tumori e l'AIDS

W i soldi cmq se va bene a loro.......va bene anche a me!
ErminioF27 Marzo 2004, 11:37 #8
A me sembrano già troppi 120 gb hihihihi
Marco7127 Marzo 2004, 11:37 #9

Hitachi è arrivata prima...

Anzi addirittura è la I.B.M, quando progettava e produceva ancora h.d, che sul suo sito dedicato allo storage proponeva delle "white papers" proprio sulle tecniche "future" di storage tra le quali proprio quella di cui si parla nell'header.
Se andate sul sito della Hitachi dedicato al settore storage e cercate troverete quello che vi dico...
Seagate è arrivata dopo...
Poi un appunto al titolo della news: quando si scrive 100TB qualcuno potrebbe pensare (sbagliando) a 100 TeraBytes...invece qui si parla di densità in Tbits per unità di superficie...e sarebbe ora che tutti adottassero il S.I: cm^2 e non inch^2!!!

Marco.
fritzen27 Marzo 2004, 11:45 #10
Originariamente inviato da innovazione82
x fritzen
io studio fisica e ti posso assicurare che già oggi molti sanno come realizzare intelligenza artificiale rudimentale, fino a ieri prendevano a modello un neurone della spina dorsale, oggi si sono accorti che prenderne a modello uno del cervello porta a risultati superiori!
per cose che sembrano impossibili come la curvatura invece ti basti sapere che fanno passare solo le ricerche che gli fanno comodo, quelle innovative spesso su "nature" non le vogliono nemmeno!
se Einstein fosse vissuto oggi sarebbe stato cacciato e dichiarato pazzo! tutto per il tornaconto economico!
questi maledetti soldi! pensa alla ricerca ed alla mole di dati sul genoma umano che si potrebbe eleborare grazie a quei dischi, magari trovando cure per malattie come i tumori e l'AIDS

W i soldi cmq se va bene a loro.......va bene anche a me!


scusami, ma cosa non ho capito il riferimento alla curvatura, intendi che e' fattibile, ma non interessa a nessuno svilupparla?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^