Seagate BarraCuda Pro, hard-disk ad elio da 10TB anche per l'utenza consumer

Seagate BarraCuda Pro, hard-disk ad elio da 10TB anche per l'utenza consumer

Con la nuova nomenclatura Guardian la società indica diverse soluzioni altamente specializzate per segmenti di mercato differenti: BarraCuda Pro è quella che si rivolge agli utenti consumer, con soluzioni fino a 10TB di spazio d'archiviazione

di pubblicata il , alle 16:16 nel canale Storage
Seagate
 

Grazie al calo dei prezzi degli ultimi anni gli SSD diventano la soluzione di archiviazione migliore su personal computer per una schiera di utenti sempre più elevata. Tuttavia chi ha bisogno di grosse capacità non può che affidarsi al caro vecchio disco meccanico, soprattutto se non vuole investire grossi capitali per soluzioni a stato solido ad alta capacità. A ribadire questo concetto ci pensa Seagate, che ha annunciato una nuova line-up di dischi meccanici con un massimo di 10TB.

Guardian si compone di tre famiglie di hard-disk progettate per segmenti di mercato differenti: BarraCuda Pro è la serie pensata per i computer ad alte performance di casa; IronWolf è invece la famiglia destinata ai NAS; SkyHawk quella per i sistemi di sorveglianza. Solo i modelli da 10TB delle singole famiglie sono ad elio, mentre tutti i prodotti supportano una rotazione dei dischi di 7200RPM e usano la tecnologia tradizionale Perpendicular Magnetic Recording (PMR).

BarraCuda Pro integra 256MB di cache multi-tier per i modelli da 8 e 10TB, mentre il modello da 6TB ne integra solamente 128. I prodotti della famiglia sono garantiti 5 anni e possono rispondere efficacemente fino a carichi di lavoro di 300TB l'anno. I modelli IronWolf e SyHawk invece sono garantiti solamente per 3 anni, supportano nativamente configurazioni in RAID e funzionalità specifiche per le diverse destinazioni d'uso. Possono gestire carichi fino a 180TB l'anno.

I nuovi prodotti vengono proposti a prezzi molto alti, ma vantaggiosi soprattutto per chi ha la necessità di avere il massimo dello spazio di storage all'interno di un'unica unità di archiviazione. Seagate BarraCuda Pro da 10TB ha un prezzo consigliato al pubblico di 535 dollari, mentre IronWolf e SkyHawk rispettivamente costeranno 470 e 460 dollari. Seagate non è la prima a proporre dischi meccanici ad elio, tuttavia si approccia al mercato con una strategia interessante.

Rivolgendo diversi prodotti a diversi segmenti di mercato la società diversifica l'offerta proponendo soluzioni con specifiche estremamente selezionate. Con una soluzione dedicata alla videosorveglianza, segmento che secondo le previsioni dovrebbe esplodere nei prossimi anni, Seagate potrebbe trovarsi in una posizione di vantaggio rispetto ad altri competitor diretti, e permettersi di offrire in futuro unità da 10TB per l'utenza consumer a prezzi ancora più appetibili.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

21 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
demon7719 Luglio 2016, 16:25 #1
Va beh. E' la PMR tirata al suo limite massimo.. qualcosa devono pur fare.. sono cinque anni che gli HDD sono fermi come evoluzione.

Prezzo elevato però. Se non sbaglio ci sono HDD da 8Tb che costano un buon 30% in meno
Dumah Brazorf19 Luglio 2016, 16:49 #2
'sti disgrazieti mi scompigliano i colori rispetto a wd, poi faccio casino.
Il blu doveva essere quello veloce ed il verde quello ecocoso.
Vorrei capire poi perchè uno dovrebbe preferire il blu al rosso visti i 10$ di differenza...






PS: get perpendicular...
Karandas19 Luglio 2016, 18:11 #3
Ma come?! Quelli per le utenze che hanno necessità di durevolezza maggiore sono garantiti meno, hanno meno longevità in scrittura rispetto a quello per il computer di casa? Qualcosa non mi torna. Un NAS o un DVR scriveranno MOLTI più dati di un disco su un PC casalingo seppure ad "alte performance". Cosa li definisce dischi per NAS o DVR? Il fatto che si rompono prima? Mi sfugge qualcosa.
zannare19 Luglio 2016, 18:16 #4
Originariamente inviato da: demon77
Va beh. E' la PMR tirata al suo limite massimo.. qualcosa devono pur fare.. sono cinque anni che gli HDD sono fermi come evoluzione.

Prezzo elevato però. Se non sbaglio ci sono HDD da 8Tb che costano un buon 30% in meno


bha io sei mesi fa ho preso per il mio nas un paio hd da 8tb (ST8000AS0002) dello stesso marchio per 205 euro l'uno. ok erano in offerta su amazon, ma a 20 euro in meno ..... ora in compenso vedo il prezzo minimo su trovaprezzi a 240 euro, cmq molto distante dai 500 euro ... lol
scaldano un 3/4 gradi in + dei precedenti wd reb 3tb, per il resto nessun problema (almeno per ora )
marco_18219 Luglio 2016, 19:36 #5
Originariamente inviato da: Karandas
Ma come?! Quelli per le utenze che hanno necessità di durevolezza maggiore sono garantiti meno, hanno meno longevità in scrittura rispetto a quello per il computer di casa? Qualcosa non mi torna. Un NAS o un DVR scriveranno MOLTI più dati di un disco su un PC casalingo seppure ad "alte performance". Cosa li definisce dischi per NAS o DVR? Il fatto che si rompono prima? Mi sfugge qualcosa.


Secondo me vengono garantiti meno proprio per "paracularsi" in anticipo.
Non c'è sistema peggiore come quantità di scrittura dati di un dvr, basti vedere un 16 canali a 720/1080 come mangia spazio su disco in 24/7 e Seagate sa benissimo in anticipo che uno scenario del genere non può garantirlo per più di 3 anni/180GB all' anno.
Piedone111319 Luglio 2016, 19:54 #6
Originariamente inviato da: Karandas
Ma come?! Quelli per le utenze che hanno necessità di durevolezza maggiore sono garantiti meno, hanno meno longevità in scrittura rispetto a quello per il computer di casa? Qualcosa non mi torna. Un NAS o un DVR scriveranno MOLTI più dati di un disco su un PC casalingo seppure ad "alte performance". Cosa li definisce dischi per NAS o DVR? Il fatto che si rompono prima? Mi sfugge qualcosa.


Il pc ha generalmente più scritture di un nas (basti solo pensare al file di paging, deframmentazione ed i gb di dati di file temporanei), un hdd da nas invece ha più cicli di accensione, mentre quello da dvr praticamente è in perenne stato di scrittura (è quello che stressa di più i motori di rotazione).
Bestio19 Luglio 2016, 20:03 #7
Originariamente inviato da: zannare
bha io sei mesi fa ho preso per il mio nas un paio hd da 8tb (ST8000AS0002) dello stesso marchio per 205 euro l'uno. ok erano in offerta su amazon, ma a 20 euro in meno ..... ora in compenso vedo il prezzo minimo su trovaprezzi a 240 euro, cmq molto distante dai 500 euro ... lol
scaldano un 3/4 gradi in + dei precedenti wd reb 3tb, per il resto nessun problema (almeno per ora )


Pure io ne ho 3 in Raid5 e vanno benone... l'unica cosa è che non hanno il "buco" per la vite in mezzo e mi è toccato fissarli penzolanti con una vite sola!
Comunque spero che presto gli SSD soppianteranno gli HDD anche per l'archivio, quando sono passato dai 3x4tb ai 3x8tb per trasferire tutti i dati ho dovuto lasciare il PC acceso 5 giorni!
gd350turbo20 Luglio 2016, 08:27 #8
Ah bè, io ho 4 x 4 tb...
Sostituirli con uno solo, sarebbe un notevole passo avanti !
v10_star20 Luglio 2016, 09:29 #9
per quel che mi riguarda mai più seagate: su 4 dischi da 3tb (st3000dm001), comperati anche in periodi diversi tt mi han dato problemi sia a me, sia ad un mio amico.

toccandomi le parti basse io mi sto trovando benone con i toshiba MD04ACA400: pagati solamente 115€ più di un anno fa in fiera. ne ho tre in raid5 gestiti da un lsi 5014: sono solo un po più rumorosetti rispetto ai seagate ma who cares.
gd350turbo20 Luglio 2016, 09:57 #10
Ci vuole fortuna...
Fortuna a prendere la serie venuta bene, e questo per tutte le marche.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^