SanDisk, nuove memorie flash embedded iNand 3D: più prestazioni per i dispositivi mobile

SanDisk, nuove memorie flash embedded iNand 3D: più prestazioni per i dispositivi mobile

Entrambe le versioni saranno commercializzati con il marchio SanDisk, ma sfrutteranno le migliori tecnologie offerte da Western Digital: saranno la nuova generazione di memorie che vedremo sui futuri smartphone e tablet, ma non solo

di Carlo Pisani pubblicata il , alle 17:01 nel canale Storage
Sandisk
 
Western Digital, per conto del suo brand SanDisk, ha presentato una nuova serie di unità flash iNAND embedded, cioè destinate ad essere utilizzate all'interno di varie tipologie di dispositivi come ad esempio smartphone e tablet ma non solo, puntando ad alzare l'asticella per quanto riguarda le prestazioni mantenendo alti standard di capacità massima.

Sfruttando la tecnologia 3D NAND a 64 strati di Western Digital e le recenti tecnologie di interfaccia UFS ed e.MMC, vengono proposti due modelli:  iNAND 8521 e iNAND 7550, che andranno a sostituire le attuali soluzioni embedded.

Queste nuove unità sono principalmente pensate per supportare future, ma non troppo lontane, tecnologie che richiedono l'utilizzo di grandi quantità di dati e una loro veloce gestione, come ad esempio applicazioni per la realtà aumentata, l'acquisizione di video a 360° e 4K o soluzioni basate sull'intelligenza artificiale.

"Entro la fine del 2018, stimiamo che la capacità di archiviazione media salirà a oltre 60 GB per smartphone a livello globale per supportare la crescente creazione di contenuti multimediali e di esperienze basate su intelligenza artificiale e realtà aumentata", ha affermato Neil Shah, direttore ricerca e sviluppo presso la Counterpoint Research "Ciò giustifica il passaggio a soluzioni di archiviazione flash 3D iNAND integrate, che supporteranno ulteriormente queste esperienze più ricche".

"L'emergere dell'AI (Artificial Intelligence) nelle app mobili per esperienze più coinvolgenti spingerà lo sviluppo di sistemi di storage per dispositivi mobile a nuovi livelli", ha affermato Christopher Bergey, vice presidente delle soluzioni integrate di Western Digital.

La versione iNAND 8521, soluzione top di gamma, utilizza l'interfaccia UFS 2.1 e la nuova tecnologia SmartSLC di quinta generazione al fine di raddoppiare la velocità di scrittura sequenziale, e fino a 10 volte la velocità di scrittura casuale rispetto alle attuali soluzione mobile di iNAND 7232.

Le nuove soluzioni iNAND 7550 invece si basano sulla specifica e.MMC 5.1, il più performante dell'azienda basato sulle interfacce e.MMC, ampiamente utilizzate fino ad oggi, garantirà prestazioni di lettura/scrittura casuali rispettivamente da 20K IOPS e 15K IOPS, focalizzandosi nel migliorare ad esempio i tempi di avvio delle applicazione.

Entrambe le versioni saranno commercializzati con il marchio SanDisk, e saranno la nuova generazione di memorie che vedremo sui futuri smartphone e tablet; per il momento Western Digital ha fatto sapere che ha già iniziato a sviluppando queste nuove unità con capacità fino a 256 GB, non ci resta che aspettare maggiori informazioni a riguardo

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Zenida05 Dicembre 2017, 23:38 #1
ma i controller dove sono integrati? sulla MB o nel chip stesso?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^