Samsung verso il traguardo di 1TB per piatto nei dischi rigidi

Samsung verso il traguardo di 1TB per piatto nei dischi rigidi

Nuovo traguardo in fatto di densità dati sui piatti dei dischi rigidi, raggiunto da Samsung con il valore record di 1TB per piatto

di Alessandro Bordin pubblicata il , alle 14:04 nel canale Storage
Samsung
 

Soffermandosi a pensare al settore dello storage in campo informatico, ma anche nell'elettronica di consumo, appare chiaro che lo scenario è molto più complesso di quello che ci si trovava di fronte fino a pochi anni fa, quando in questo campo si potevano contare quasi esclusivamente soluzioni basate su piatti rotanti.

Negli ultimi anni le cose sono cambiate molto, complice il progresso tecnologico e linee produttive sempre più efficienti, in grado di far scendere il prezzo dei chip memoria NAND Flash, dando vita al settore dei Solid State Drive con prezzo abbordabile. Queste soluzioni sono ormai considerate come il meglio in fatto di prestazioni (complici controller adeguati), ma risentono di una controindicazione ancora grave, ovvero l'elevato costo per GB.

Nei fatti, chi necessita di archiviare grandi moli di dati, molto facile in un periodo dove la musica, la fotografia e l'intrattenimento domestico in genere è digitale, sceglie comunque una soluzione di archiviazione basata su hard disk tradizionali. Non stupisce quindi che, se i riflettori sono principalmente puntati sul mondo SSD, il progresso sta di casa anche nel settore hard disk tradizionali.

L'ultimo passo fatto è di Samsung, leader fra l'altro anche nel mondo NAND Flash. L'azienda koreana ha annunciato di aver messo a punto una tecnologia che permetterà di realizzare la prossima serie di dischi Spinpoint utilizzando piatti da ben 1TB (nel formato 3,5 pollici), superando quindi l'attuale limite dei 667GB per piatto.

La futura serie Spinpoint da 3,5 pollici che ne farà uso sarà contraddistinta da un regime di rotazione di 5400 giri, adotterà l'interfaccia Serial ATA 6Gbps e avrà 32MB di memoria cache on-board. Per quanto riguarda i dischi da 2,5 pollici, realizzati con la stessa tecnologia, l'interfaccia utilizzata sarà la SATA 3Gbps e la memoria cache scenderà a 8MB.

Sul fronte delle capienze ci si aspetta quindi unità 3,5 pollici da 4TB (con quattro piatti), destinati al settore desktop, mentre per il sempre più diffuso uso mobile avremo dei modelli 2,5 pollici fino a 1TB, contraddistinti da consumi e ingombri inferiori rispetto alle soluzioni attuali. Samsung non parla di disponibilità, ma è lecito attendersi questi modelli già durante l'estate.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

25 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
avvelenato08 Marzo 2011, 14:09 #1
spero che a questo corrisponda un calo di prezzi per le unità a 3gb, attualmente vendute ad un prezzo specifico (al gb) superiore ai fratelli minori.
Micene.108 Marzo 2011, 14:21 #2
finalmente una decisa accelerazione sulla densita per piatto degli hd...mi viene da piangere ...su tom's dice che i piatti saranno utilizzati sulla serie F6 degli hd sam...ora sono alla f4...diciamo che un altro po ci vuole ma nn tantissimo...

Fil999808 Marzo 2011, 14:26 #3
qualche gran errore di grammatica e sintassi...
antcos08 Marzo 2011, 14:29 #4
Originariamente inviato da: avvelenato
spero che a questo corrisponda un calo di prezzi per le unità a 3gb, attualmente vendute ad un prezzo specifico (al gb) superiore ai fratelli minori.

già
MiKeLezZ08 Marzo 2011, 15:16 #5
Il limite del perpendicular recording è ancora lontano, mi auguro questo sviluppo si veda presto nel concreto.
Non so se hwupgrade ne abbia dato notizia, ma sta nascendo un duopolio (WD acquisisce HGS) spetta quindi al terzo incomodo di Samsung trainare l'innovazione - i 4TB non potevano presentarli nessun altro.
Al momento il taglio da 2TB è messo a buon prezzo, ma potersi dotare di un 3TB (per ora assolutamente fuori di melone, e mercato) sarebbe ancora meglio.
icoborg08 Marzo 2011, 15:25 #6
Originariamente inviato da: avvelenato
spero che a questo corrisponda un calo di prezzi per le unità a 3gb, attualmente vendute ad un prezzo specifico (al gb) superiore ai fratelli minori.


ma è sempre cosi, e c'è doppio vantaggio a prenderne due mezzi, doppia sicurezza minor prezzo.
Raghnar-The coWolf-08 Marzo 2011, 15:35 #7
Originariamente inviato da: Micene.1
finalmente una decisa accelerazione sulla densita per piatto degli hd...mi viene da piangere ...su tom's dice che i piatti saranno utilizzati sulla serie F6 degli hd sam...ora sono alla f4...diciamo che un altro po ci vuole ma nn tantissimo...


Cioè quanto? 1 anno? 2? 4?
Adesso sono a mezzo Tera per piatto giusto?

Scusate sono un profano, ma sono curioso di sapere ogni quanto vengono fatti passi avanti in questo settore che vedo piuttosto statico da un po' (mi ricordo che ho comprato 2 anni fa il mio HD da 1 Tera a 80€...)
avvelenato08 Marzo 2011, 15:45 #8
Originariamente inviato da: icoborg
ma è sempre cosi, e c'è doppio vantaggio a prenderne due mezzi, doppia sicurezza minor prezzo.


non proprio, solitamente il pareggio del costo al gb avviene quando il piatto di dimensioni maggiori viene commoditizzato, ovvero molte linee produttive convertite alla nuova tecnologia e la stessa viene usata anche per dischi di capacità inferiori (con meno piatti). Perché si arriva ad un certo punto dove all'azienda non conviene più produrre piatti più piccoli e mantenere troppe linee produttive differenti, così quelle tecnologicamente meno avanzate vengono "cassate".

Per lo stesso motivo il prezzo al gb dei dischi più piccoli è scarsamente concorrenziale, tanto addirittura da rendere alcuni dischi assolutamente sconsigliabili (pensa ai tagli da 80gb 3.5" se non per stringenti ragioni di compatibilità con particolari appliances.


per quanto riguarda la sicurezza il discorso è fallace: con due dischi hai 2 volte la probabilità di perdere la metà dei dati, quindi non è che sia questo gran vantaggio. A meno che non fai un raid 1...
MiKeLezZ08 Marzo 2011, 16:13 #9
Originariamente inviato da: icoborg
ma è sempre cosi, e c'è doppio vantaggio a prenderne due mezzi, doppia sicurezza minor prezzo.
Nel nostro uso casalingo la maggior convenienza la si ha nel prendere il taglio più grande economicamente abbordabile, in quanto nella maggior parte dei casi si parla di sistemi monodisco (magari dotati di backup su disco identico, o connessi come raid-1) in cui quindi la maggior quantità di GB a disposizione sposta l'evento temporale dell'upgrade.
Prenderne "due mezzi", a meno di impiegarli quindi in sistemi multidisco (il caso più tipico è quello di Google, i quali non disdegnano, se la scelta appare economicamente vantaggiosa, di popolare i loro data server con 100 dischi da 1TB piuttosto che 50 da 2TB), costringe invece a sopportare "doppie problematiche", come "doppi backup", "doppi failure", e via dicendo.
icoborg08 Marzo 2011, 19:08 #10
per il discorso sicurezza fallace, se mi si fotte 1/1 unico hard disk perdo tutto, se si fotte 1/2 raid 0 perdo tutto, se si fotte 1/2 su raid 1 non perdo nulla, se perdo 1/2 perdo meta, perdere 2/2 bisogna chiarmarsi fantozzi ragioner ugo.

nell'ambiente casalingo il 2% fa il backup del disco.

per i prezzi "Nel nostro uso casalingo la maggior convenienza la si ha nel prendere il taglio più grande economicamente abbordabile" significa semplicemente prendere quello con minor rapporto euro/gb, attualmente i 3tb sono sui 160-170 se prendi i 2 "mezzi"(qui mi son sbagliato essendoci anche i 2tb) in ogni caso se prendi 2x2 e 2x1,5 spendi meno e ottieni = o di piu.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^