Samsung presenta i dischi 2,5 pollici Spinpoint M7

Samsung presenta i dischi 2,5 pollici Spinpoint M7

Nuova famiglia di dischi in casa Samsung con la serie rugged Spinpoint M7 da 2,5 pollici e capienza massima di 500GB

di pubblicata il , alle 11:35 nel canale Storage
Samsung
 

Samsung ha presentato una nuova famiglia di dischi rigidi da 2,5 pollici, Spinpoint M7. Questa nuova serie appartiene alla categoria definita rugged, che fa della maggiore resistenza rispetto ai dischi tradizionali la propria caratteristica principale. Queste unità nascono in previsione di utilizzi intensivi dei portatili che ne saranno equipaggiati, soggetti a continui spostamenti ed esposti ad urti accidentali di lieve entità.

Samung dichiara per Spinpoint M7 una resistenza ad accelerazioni fino a 400G con disco operativo, adeguandosi alla concorrenza rugged di pari caratteristiche e dimensioni. Le nuove unità saranno disponibili nei tagli di 250GB, 320GB, 400GB e 500GB; fatta eccezione per il modello meno capiente, i dischi Spinpoint M7 adottano due piatti in grado di ospitare un massimo di 250GB ciascuno ed utilizzati interamente o solo in parte in base alla capienza totale del disco stesso.

Ci prendiamo la libertà di non parlare di prestazioni poiché la fonte, PC Launches, indica un incremento del 18% rispetto alle altre unità da 2,5 pollici che, in mancanza di indicazione di modelli precisi, non significa assolutamente nulla. Il rotore vanta un regime di rotazione di 5400 giri, la cache ammonta a 8MB e l'interfaccia è l'ormai standard SATA, compatibile con le specifiche 3.0Gbps e NCQ.

Adottare nella famiglia Spinpoint M7 le note tecnologie Samsung SilentSeek e NoiseGuard, votate entrambe ad ottimizzare la silenziosità operativa. Nessuna indicazione riguardante i prezzi di commercializzazione, mentre la disponibilità è annunciata per fine mese.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
lzeppelin22 Aprile 2009, 12:27 #1
400 G ?
già 4 G mi sembrerebbero tanti.
cosa intendono di preciso?
IlVice..22 Aprile 2009, 12:41 #2
Non si parla dell'accellerazione costante, ma di quella quasi istantanea che avviene quando il disco tocca terra quando cade. Siccome la sua velocità passa da quella di caduta a zero in un tempo brevissimo, il valore risulta molto alto.
fdg122 Aprile 2009, 12:55 #3
Originariamente inviato da: lzeppelin
400 G ?
già 4 G mi sembrerebbero tanti.
cosa intendono di preciso?


Beh, considera che in un urto le accellerazioni in gioco sono dell'ordine del centinaio di G per piccole frazioni di tempo (pensa che un corpo umano circa 70 Kg, in un incidente stradale a bassa velocità, tipo 50 km/h, raggiunge un'accelerazione tale da esercitare sulla cintura una forza di qualche tonnellata).
Demone_Horobi22 Aprile 2009, 14:01 #4
Anche la mia pancia sta esercitando sulla cintura una forza di qualche tonnellata :\
leddlazarus22 Aprile 2009, 14:12 #5
7200 rpm e 16 MB cache faceva schifo?

già che si lancia una nuova linea perchè non farlo bene
fdg122 Aprile 2009, 14:16 #6
Originariamente inviato da: Demone_Horobi
Anche la mia pancia sta esercitando sulla cintura una forza di qualche tonnellata :\


AHAHAHAH
Ovviamente intendevo quella di sicurezza...
moGio22 Aprile 2009, 14:21 #7
perche' questi dischi mettono in primo piano la robustezza e non le prestazioni assolute...
un po' come pretendere che una jeep abbia il motore di una ferrari

@Demone_Horobi - si salvi chi puo'...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^