Samsung PM1633a, SSD da 16TB in formato 2,5 pollici: è il più capiente al mondo

Samsung PM1633a, SSD da 16TB in formato 2,5 pollici: è il più capiente al mondo

L'azienda coreana ha annunciato una nuova unità SSD per il mercato enterprise, il più "capiente al mondo" stando alla nota rilasciata alla stampa

di pubblicata il , alle 11:01 nel canale Storage
Samsung
 

Samsung è uno dei colossi di maggiore prestigio in ambito storage e fra i maggiori innovatori nella categoria, sia lato consumer che quello enterprise. La società ha oggi annunciato un nuovo modello di unità SSD pensato proprio per quest'ultima categoria, l'SSD con la maggiore capacità al mondo. Con Samsung PM1633a i coreani toccano punta 15,36TB all'interno di un form factor da 2,5 pollici, valori che pongono il nuovo modello nell'Olimpo delle unità a stato solido.

Samsung PM1633a

L'unità era stata già preannunciata la scorsa estate, con la società che l'aveva mostrata all'interno di uno chassis rack a due unità che integrava ben 48 modelli identici, per un totale di 768TB a disposizione del cliente, tutti attraverso SSD. Samsung ha raggiunto il valore record di 15,36TB stipando all'interno di un'unica unità ben 512 chip di memoria V-NAND da 256Gb, sovrapposti in 16 layer per formare un singolo package da 512GB. Unendo 32 di questi package si arriva alla soglia di 15,36TB.

Samsung ha utilizzato la tecnologia V-NAND di terza generazione che consente di utilizzare singoli moduli da 256 gigabit da 48 layer aumentando sensibilmente le performance, la capacità di storage e l'affidabilità delle nuove soluzioni rispetto al predecessore (PM1633), che utilizzava moduli V-NAND da 128 gigabit e 32 layer. Le prestazioni di Samsung PM1633a sono assolutamente interessanti: fino a 200.000 IOPS e 32.000 IOPS in lettura e scrittura random, 1200MB/s in lettura e scrittura sequenziale.

In paragone, Samsung afferma che le IOPS in scrittura e lettura random sono "approssimativamente 1000 volte superiori rispetto a quelle permesse dagli hard-disk SAS", mentre di circa il doppio rispetto a quelle degli SSD SATA tradizionali. Samsung PM1633a utilizza un'interfaccia SAS da 12Gb/s abbinata ad un totale di 16GB di memoria DRAM, oltre ad un firmware sviluppato appositamente che riesce a gestire grossi quantitativi di file simultaneamente.

Per quanto concerne l'affidabilità, il nuovo modello vanta una durata nel tempo dalle 2 alle 10 volte rispetto ad un SSD tradizionale basato su tecnologie flash MLC planari o TLC NAND. Supporta, stando ai dati rilasciati dalla società, fino a 1 DWPD (drive writes per day), il che significa che ogni giorno possono essere scritti oltre 15TB di dati senza riscontrare problematiche di varia natura. 

Samsung PM1633a sarà venduto inizialmente in versione da 15,36TB, ma seguiranno a breve altre soluzioni che arriveranno fino ad un minimo di 480GB. Fra i modelli intermedi ne troveremo da 7,68TB, 3,84TB, 1,92TB e 960GB. Probabilmente esorbitanti i prezzi, non ancora annunciati pubblicamente, dal momento che ci troviamo di fronte a soluzioni pensate esclusivamente per il mercato enterprise, e non di certo per usi domestici o tipici dell'utente comune.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

23 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
gd350turbo03 Marzo 2016, 11:04 #1
Uno mi farebbe comodo, potrei sostituire i 4 x 4TB di hard disk convenzionali...

Peccato solo che probabilmente dovrei fare un mutuo ventennale per acquistarlo !
demon7703 Marzo 2016, 11:26 #2
Secondo me questo è un segno tangibile del fine vita degli HDD.

Di fatto oggi è presente sul mercato un SSD con una capienza che nessun HDD può raggiungere ed al contempo una velocità che nessun HDD potrà mai permettersi.
Il resto è questione di prezzo, ora certamente alto ma destinato a scendere regolarmente, come è accaduto con tutti gli SSD fin ora.

HAMR per Hdd è prevista per il lontano 2018..
Quindi o gli hdd HAMR sfornano unità da 40 TB e passa a prezzi super concorrenziali o la corsa è finita.
roccia123403 Marzo 2016, 11:52 #3
Originariamente inviato da: gd350turbo
Uno mi farebbe comodo, potrei sostituire i 4 x 4TB di hard disk convenzionali...

Peccato solo che probabilmente dovrei fare un mutuo ventennale per acquistarlo !


Con un gemello per avere il backup


Originariamente inviato da: demon77
Secondo me questo è un segno tangibile del fine vita degli HDD.

Di fatto oggi è presente sul mercato un SSD con una capienza che nessun HDD può raggiungere ed al contempo una velocità che nessun HDD potrà mai permettersi.
Il resto è questione di prezzo, ora certamente alto ma destinato a scendere regolarmente, come è accaduto con tutti gli SSD fin ora.

HAMR per Hdd è prevista per il lontano 2018..
Quindi o gli hdd HAMR sfornano unità da 40 TB e passa a prezzi super concorrenziali o la corsa è finita.


Già.
Non oggi, non domani, ma i meccanici sono destinati, se non a scomparire, a diventare una nicchia della nicchia, alla pari di zipdrive, floppy, backup su nastro e simili.

HAMR è un po' come half life 3. Con l'unica differenza che di HAMR ogni tanto ne parlano, solo per rinviare di un'altro anno la presunta disponibilità.

Giusto per dire... qualche anno fa le previsioni davano HAMR sul mercato nel 2015/2016.

Anzi:

http://www.guru3d.com/news-story/hd...technology.html

Articolo di ottobre 2014 in cui si legge: "TDK recently talked about the latest tech in HDDs that support heat-assisted magnetic recording (HAMR) technology. HDDs based on this technology may hit the market in late 2015 or early 2016 and will get huge volume sizes, think capacities of up to 15TB here. "
In altre parole, già oggi dovremmo avere HDD HAMR fino a 15TB di capacità.

https://it.wikipedia.org/wiki/HAMR_(informatica)
Ok, affidabile o non affidabile, ma si parla di 2009 per HAMR.

Ora si dice 2018??

Mah, da qui a due anni può succedere di tutto, e già gli ssd sono passati avanti per quanto riguarda la capacità. Rimane ""solo"" il rapporto €/gb, nettamente a favore degli HDD, anche se la differenza si sta costantemente assottigliando.

Il nocciolo della questione sta tutto nel fatto che la tecnologia a piatti rotanti è obsoleta e ha raggiunto il limite sia di velocità (da parecchio) sia di capacità.
Mparlav03 Marzo 2016, 11:59 #4
A fine giugno dovremmo vedere unità consumer da 2.5" - 7 mm - 4TB (850 Evo), probabilmente offerte a meno di 800 euro (e quelli da 1TB a 200-250 euro).
gd350turbo03 Marzo 2016, 12:58 #5
Originariamente inviato da: Mparlav
A fine giugno dovremmo vedere unità consumer da 2.5" - 7 mm - 4TB (850 Evo), probabilmente offerte a meno di 800 euro (e quelli da 1TB a 200-250 euro).


Siamo molto lontani dalla convenienza !
Un hard disk 4tb, costa 150 euro...
riporto03 Marzo 2016, 12:59 #6
Originariamente inviato da: Mparlav
A fine giugno dovremmo vedere unità consumer da 2.5" - 7 mm - 4TB (850 Evo), probabilmente offerte a meno di 800 euro (e quelli da 1TB a 200-250 euro).


Bene bene, il momento di farmi un NAS completamente privo di parti meccaniche si avvicina!
SoxxoZ03 Marzo 2016, 13:00 #7
Originariamente inviato da: demon77
Secondo me questo è un segno tangibile del fine vita degli HDD.

Di fatto oggi è presente sul mercato un SSD con una capienza che nessun HDD può raggiungere ed al contempo una velocità che nessun HDD potrà mai permettersi.
Il resto è questione di prezzo, ora certamente alto ma destinato a scendere regolarmente, come è accaduto con tutti gli SSD fin ora.

HAMR per Hdd è prevista per il lontano 2018..
Quindi o gli hdd HAMR sfornano unità da 40 TB e passa a prezzi super concorrenziali o la corsa è finita.

Esistono un infinità di contesti in cui la velocità non è importante, e dove l'affidabilità di riscritture
e il prezzo generalmente di 5 volte inferiore daranno vita lunga agli dischi rotanti forse anche fino al 2020.

Originariamente inviato da: riporto
Bene bene, il momento di farmi un NAS completamente privo di parti meccaniche si avvicina!

?? per un NAS che richiede una dimensione minima di 1TB, siamo ancora a 350€ vs 60€, e andando su il divario aumenta in modo esponenziale.
Se poi viene utilizzato per il file sharing con numerose riscritture, un SSD è ancora utopia.
roccia123403 Marzo 2016, 13:14 #8
Originariamente inviato da: Mparlav
A fine giugno dovremmo vedere unità consumer da 2.5" - 7 mm - 4TB (850 Evo), probabilmente offerte a meno di 800 euro (e quelli da 1TB a 200-250 euro).


Ottimo!

Originariamente inviato da: gd350turbo
Siamo molto lontani dalla convenienza !
Un hard disk 4tb, costa 150 euro...


Beh, 800€ sarà il prezzo di lancio .
Ok, sicuramente non scenderà ai livelli di un 4TB meccanico (che prima o poi scenderà pure mannaggia alla pupazza, siamo ancora SOPRA i prezzi pre-alluvione, che risale al 2011, 5 anni fa), ma ad occhio e croce un 600€ circa di street price potrebbero non essere un'utopia.
Sempre tanti... ma comunque un calo notevolissimo rispetto a solo un anno fa.
SoxxoZ03 Marzo 2016, 13:18 #9
Originariamente inviato da: Mparlav
A fine giugno dovremmo vedere unità consumer da 2.5" - 7 mm - 4TB (850 Evo), probabilmente offerte a meno di 800 euro (e quelli da 1TB a 200-250 euro).

Non credo
Mparlav03 Marzo 2016, 13:30 #10
Originariamente inviato da: SoxxoZ
Non credo


Solo tenendo conto dell'attuale tecnologia (e non delle nuove nand a maggiore densità:

http://geizhals.eu/?phist=1194264&age=9999

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^