Samsung 870 QVO, nuova gamma di SSD SATA consumer fino a 8 terabyte

Samsung 870 QVO, nuova gamma di SSD SATA consumer fino a 8 terabyte

Samsung ha presentato gli 870 QVO, una famiglia di SSD SATA che si spinge fino alla capacità dii 8 TB, raddoppiando quanto offerto dai precedenti 860 QVO. L'obiettivo è quello di aumentare la pressione competitiva sugli hard disk.

di pubblicata il , alle 08:21 nel canale Storage
Samsung
 

Samsung ha presentato gli SSD SATA 870 QVO, soluzioni basate su memoria 3D NAND quad-level cell (QLC) di seconda generazione pensate per garantire un'elevata capacità: nello specifico gli SSD 870 QVO sono proposti nei modelli da 1, 2, 4 e 8 TB con un prezzo al pubblico suggerito a partire da 158,09€ per il modello da 1 TB. Non è stato comunicato il listino degli altri modelli, ma negli Stati Uniti si parla dei seguenti prezzi: 130 dollari per 1 TB, 250 dollari per 2 TB, 500 dollari per 4 TB e intorno ai 900 dollari per 8 TB.

Con questi SSD, Samsung non ha nessuna velleità prestazionale (se è ciò che cercate puntate sugli SSD M.2), ma il suo vero obiettivo è quello di spingere sulla capacità e in qualche modo aumentare la pressione competitività sugli hard disk.

Quest'ultimi rimangono decisamente più lenti persino di un SSD SATA, ma sono ancora meno costosi se pensiamo che un disco consumer da 8 TB costa anche meno di 200 euro. Vero, è un disco da 3,5 pollici e l'SSD SATA da 2,5 pollici può essere installato anche nei portatili, ma permane comunque un gap, che comunque è molto più ridotto nelle capacità di 1 - 2 TB: l'introduzione del modello da 8 TB va quindi vista più in prospettiva che come un acquisto valido nell'immediato.

"Dopo il lancio del primo SSD QLC Samsung 860 QVO, nel 2018, rilasciamo i nostri SSD QVO di seconda generazione, che offrono una capacità raddoppiata di 8 TB, oltre a prestazioni migliorate e una maggiore affidabilità", ha dichiarato Mike Mang, Vice President del Memory Brand Product Biz Team di Samsung Electronics. "I nuovi 870 QVO permetteranno a un maggior numero di consumatori di beneficiare dei vantaggi prestazionali di un SSD con capacità simili a quelle di un HDD".

I Samsung 870 QVO, limitati dall'interfaccia SATA 6 Gbps, offrono velocità di lettura e scrittura sequenziale fino a 560 MB/s e 530 MB/s, mentre i valori casuali sono rispettivamente pari a 98.000 IOPS e 88.000 IOPS. Si tratta di prestazioni frutto della presenza della tecnologia Intelligent TurboWrite, che accelera le scritture facendo lavorare una parte della memoria in modalità SLC. Si tratta di un sistema dinamico che si spinge fino a 42 GB per il modello da 1 TB e fino a 78 GB per quelli da 2, 4 e 8 TB.

Per quanto concerne la longevità, il modello da 1 TB può gestire 360 TBW, fino ad arrivare ai 2880 TBW della soluzione da 8 TB. I modelli sono accompagnati da software Data Migration e Magician 6 rinnovati per aggiornare, gestire e ottimizzare gli SSD con semplicità.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
frankie01 Luglio 2020, 09:36 #1
Alla fine questo, come la versione EVO, satura la SATA3, quindi le differenze, seppur esistenti sono minime da un punto di vista prestazionali.

Io personalmente sento di più la differenza tra PC della USB3 che in alcuni casi va ad una certa velocità, in altri molto meno.

Ben venga però la differenza tra SSD x prestazioni e per archiviazione.
djfix1301 Luglio 2020, 09:52 #2
avere un pc portatile con il solo sata disponibile implica l'uso di SSD di questa categoria, ma fin'ora si stava bassi (250GB o max 500GB) per non spendere troppo su un pc cmq vecchio, spesso costretti ad avere dischi esterni da travaso per dati ingombranti come filmati o foto. piccoli e capienti direi che stiamo andando bene anche se non spenderei mai 900$ per 8 TB
Paganetor01 Luglio 2020, 10:49 #3
Diciamo che come disco "da lavoro" andrebbe benissimo.

Penso al montaggio video di file molto grandi più che al semplice storage...
Mparlav01 Luglio 2020, 11:01 #4
Sono ssd il cui unico parametro da osservare è il capacità/prezzo, ed il prezzo di lancio degli 870 QVO attualmente non è competitivo nei tagli da 1-2TB.

Meglio quelli da 4-8TB: l'860 QVO 4TB è già il più economico in commercio, ma parliamo pure sempre di 440 euro.
Unrealizer01 Luglio 2020, 11:20 #5
Sono memorie QLC, quindi le loro prestazioni in scrittura (anche lineare) crollano fino ad andare come un HDD una volta saturata la cache

Il che vuol dire che sono perfetti per usi in cui si fanno poche scritture e molte letture ho trovato il mio nuovo SSD per i giochi insomma
ilariovs01 Luglio 2020, 11:31 #6

sinceramente mi sembrano un po' cari

Sono SSD QLC, ho preso il box 500 480GB un anno fa a 42€.

Ok non ha la cache RAM ma è un qlc come questo. 158€ X un TB è piú o meno il prezzo di un sabrent Rocket 1TB pciex 3.0X4.

Sinceramente, ho visto l'MX 500 1TB in offerta un paio di volte a 99€ (per poco non l'ho preso) questo mi aspetto di vederlo Qualche € in meno non in piú.
Questo il mio pensiero.
LORENZ001 Luglio 2020, 12:52 #7
QLC? Alla larga...
aled197401 Luglio 2020, 21:26 #8
Originariamente inviato da: Paganetor
Diciamo che come disco "da lavoro" andrebbe benissimo.

Penso al montaggio video di file molto grandi più che al semplice storage...


assolutamente no invece, l'esatto contrario

per montaggio video di grandi dimensioni bisogna guardare a prodotti nvme (almeno gen3 x4) con un workload costante, ancor di più se il lavoro viene fatto in realtime con lettura/scrittura continua del progetto e non come tanti nvme che passate poche centinaia di MB di sequenziale crollano

Link ad immagine (click per visualizzarla)

e c'è di peggio, alcuni scendono ben al di sotto dei valori da ssd sata3

va da se che anche il disco OS dovrà essere pari prestazionale

è proprio per un uso "generico storage" tipo dati/videogames che trovano (forse) il loro perchè questi dischi, specie quelli capienti


Originariamente inviato da: LORENZ0
QLC? Alla larga...


concordo ma sarà il futuro e ci dovremo adeguare, i TLC mi sa che spariranno dal mondo soho-home come è stato precedentemente per SLC e MLC

del resto stanno già sviluppando e affinando i PLC
https://www.elinfor.com/news/plc-ssd-is-coming-p-11248
https://www.ilsoftware.it/articoli....per-cella_19805

ciao ciao
Unrealizer02 Luglio 2020, 10:40 #9
Originariamente inviato da: aled1974
[...]

è proprio per un uso "generico storage" tipo dati/videogames che trovano (forse) il loro perchè questi dischi, specie quelli capienti

[...]


Quoto in pieno, è esattamente il modo in cui lo userei io:

- nvme per OS e hot storage

- QLC come warm storage, roba che scrivi raramente e leggi spesso, es. io ci tengo i giochi e l'SDK android (al momento uso un MX500 da 1 TB per questo)

- dischi meccanici ridondati per il cold storage (magari su un NAS/server esterno - al momento uso 4x4TB di WD Red in un microserver hp gen10)

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^