Qnap TS-932X: super NAS a 9 unità per proiettarsi nel futuro (a costo accessibile)

Qnap TS-932X: super NAS a 9 unità per proiettarsi nel futuro (a costo accessibile)

Esistono soluzioni NAS di vario tipo, ma alcune più di altre richiedono di essere spiegate un po': c'è modo e modo di archiviare dati in rete. Ecco il nostro approfondimento su Qnap TS-932X, un 9 unità pensato per l'azienda che investe nel futuro.

di pubblicata il , alle 12:41 nel canale Storage
Qnap
 

Se volessimo farci un'idea rapida di Qnap TS-932X (qui le info sul sito ufficiale), avendo magari un po' di esperienza su modelli più piccoli come i 2 o 4 unità, rischieremmo di cadere in un facile tranello: è un NAS con 9 unità invece che 2 o 4, cosa ci sarà mai di altro? Un tranello, appunto, che pur in buona fede non ci permetterebbe di cambiare il punto di vista che abbiamo consolidato nel tempo.

Un NAS da 2 o 4 unità può essere usato dalla piccola azienda ma anche dall'utente casalingo, per necessità che sono soprattutto di carattere quantitativo. Tanto spazio insomma, molto più che su un disco esterno singolo, con l'immenso vantaggio di avere un livello di sicurezza enormemente superiore grazie alla possibilità di recuperare o utilizzare direttamente i dati anche in caso di guasto ad uno dei dischi (possiamo affermare con un certo margine di sicurezza che nessuno opta per la configurazione RAID 0 nei NAS).

Esistono contesti però in cui diventano fondamentali anche le prestazioni e tutta una serie di funzionalità, non alla portata dei NAS più semplici. In un contesto di questo tipo si colloca Qnap TS-932X, dove quel 9 indica appunto il numero di unità installabili. Intanto prendiamo in esame la scheda tecnica, per poi passare a qualche considerazione di utilizzo reale.

 

Qnap TS-932X

Numero di unità 9
Tipologia unità: 5 bay da 3,5 pollici
4 bay da 2,5 pollici
SoC AnnapurnaLabs Alpine AL-324 ARM® Cortex-A57 quad-core 1.7GHz
Memoria 2 oppure 8 GB SODIMM DDR4 (1 x 2, 1 x 8 GB) massimo 16GB
Memoria Flash 512 MB (Dual boot OS protection)
Porte Gigabit Ethernet (RJ45) 2
Porte 10 Gigabit Ethernet 2 x 10G SFP+
Dimensioni 224,7 × 182,7 × 223,6 mm
Alimentatore Esterno, 120 W, AC 100-240 V

Qnap TS-932X sfrutta un SoC Arm, AnnapurnaLabs Alpine AL-324 ARM Cortex-A57 quad-core 1.7GHz, in abbinamento a un quantitativo di memoria SODIMM (a seconda del modello) che può essere di 2GB oppure 8GB, espandibile fino a 16GB. Uno dei punti di forza è la presenza di due porte Gigabit Ethernet e due 10 Gigabit Ethernet, per un totale di 4. Un modello abbastanza simile di QNAP, TVS-951X, punta su un processore più performante ma ha solo due porte, una Gigabit l'altra 10 Gigabit. Parleremo dei prezzi più avanti, per capire che TS-932X può risultare azzeccato anche sotto quell'aspetto.

A chi serve un NAS del genere?

Restando sul pratico, questo NAS dispone di 5 slot per unità da 3,5 pollici (ma con adattatore si possono installare anche quelle da 2,5 pollici, HDD o SSD), più altre 4 solo 2,5 pollici (verosimilmente per l'utilizzo di SSD in questo formato). Con un approccio da utente casalingo vien da chiedersi a cosa serva tutta questa abbondanza se non per aumentare la capienza complessiva, ma è qui che il NAS sotto analisi gioca le proprie carte.

Per la prima volta con SoC Arm troviamo la soluzione proprietaria Qtier: si tratta di un sistema di auto tiering (anche altre soluzioni concorrenti ne dispongono, sia chiaro, anche se sotto altro nome) che permette di spostare automaticamente i dati più utilizzati o suscettibili a picchi di lavoro su unità ad alte prestazioni, mentre i dati, cold, (quelli utilizzati meno di frequente) su unità ad alta capacità. Verosimilmente, nel primo caso i dati verranno spostati sui Solid State Drive, nel secondo sui dischi meccanici da 3,5 pollici.

Si tratta di una tecnologia veramente importante per un'azienda: permette di avere prestazioni di trasferimento eccezionali con i dati di maggior accesso, senza dover utilizzare un NAS interamente costituito da SSD. Il tutto gestito appunto da questa tecnologia in automatico, appena è messa nelle condizioni si "studiare" la frequenza di accesso ai dati e a quali. Per dirla come si usa nel settore, si ottiene un TCO di archiviazione più basso. TCO sta per Total Cost of Ownership e in questo caso riferito allo storage: si può investire su unità molto veloci solo per una parte della capienza complessiva, optando per molto più economici hard disk meccanici per il resto.

Ci sono comunque altre frecce nell'arco del Qnap TS-932X, come ad esempio gli snapshot (registrano lo stato di dati e sistema per consentire eventuale recupero dati dall’eliminazione accidentale o attacchi malware), supporto ai container LXC e Docker e molto altro, consultabile sul sito ufficiale.

Se per diversi NAS equipaggiati con SSD il collo di bottiglia può essere proprio la presenza di porte Ethernet con poca bandwith (gli SSD son spesso ben più veloci dell'interfaccia attraverso cui i dati dovranno passare), non è il caso di Qnap TS-932X, che di porte ne ha ben 4, due delle quali da ben 10 Gigabit. Se da una parte è vero che si tratta di una infrastruttura di rete non ancora diffusa a causa dei costi, risulta sicuramente lungimirante optare per un NAS di questo tipo in ottica futura.

Arriviamo ai costi, anche perché Qnap all'atto della presentazione ha parlato di NAS economico (ovviamente rapportato al target di utilizzo). Qnap TS-932X si trova intorno ai 750 Euro (senza dischi, ovviamente...), ovvero circa 150 Euro in meno del fratello QNAP TVS-951X che ha certo un processore leggermente più potente di Intel, più RAM, ma la metà delle porte. Non c'è dubbio su quale sia la soluzione più intelligente in ottica di investimento, anche per il futuro. Il consiglio è di optare per la versione con 8GB di RAM, oppure di acquistare direttamente un modulo SODIMM da 16GB nel caso si trovi in commercio solo il TS-932X con 2GB.

[HWUVIDEO="2923"]Qnap TS-932X, i vantaggi di un NAS a 9 unità[/HWUVIDEO]

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

15 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
\_Davide_/24 Aprile 2020, 13:40 #1
750€ di NAS con un processore Annapurna?

Il formato potrebbe essere sfruttato per bene con 2 SSD per S.O. e virtualizzazione, 2 SSD cache, 3/4HDD di archivio ed 1/2 hot spare/espansione
mattia.l24 Aprile 2020, 13:42 #2
ma che senso ha l'immagine SSD vs SAS vs SATA? il primo è una tecnologia e le altre 2 sono interfacce
turcone24 Aprile 2020, 13:45 #3
Originariamente inviato da: mattia.l
ma che senso ha l'immagine SSD vs SAS vs SATA? il primo è una tecnologia e le altre 2 sono interfacce


per farti capire la velocità dato che ci sono pure le macchine sotto
sembrava un'immagine ovvia ma forse non è cosi per tutti
giuliop24 Aprile 2020, 14:46 #4
Originariamente inviato da: turcone
per farti capire la velocità dato che ci sono pure le macchine sotto
sembrava un'immagine ovvia ma forse non è cosi per tutti


Quel che è ovvio è che non abbia senso "ma forse non è cosi per tutti".

Gli SSD in formato 2,5" supportati usano SATA come interfaccia: sono dei furgoncini o delle Maserati?
Emin00124 Aprile 2020, 16:01 #5
Così non ha senso, ma basta anteporre HD e il confronto regge:SSD sata, HD sas e HD sata. Manca semplicemente la tipologia di disco.
giuliop24 Aprile 2020, 16:20 #6
Originariamente inviato da: Emin001
Così non ha senso, ma basta anteporre HD e il confronto regge:SSD sata, HD sas e HD sata. Manca semplicemente la tipologia di disco.


Quindi se ad un'immagine che non ha senso perché gli manca un'informazione essenziale aggiungi l'informazione essenziale che le dà senso, allora ha senso. Hm, su questo credo siamo tutti d'accordo.
\_Davide_/24 Aprile 2020, 17:14 #7
Diciamo che hanno dato per scontata l'informazione. Oltretutto sarei curioso di vedere il troughput con 4 SSD in RAID e quel procio!

Il mio con AL212 a 1.7GHz non riesce a passare i 71 MB/s con 4 dischi in RAID5, nonostante questo ci hanno ugualmente piazzato una bella SFP+ 10Gb/s
turcone25 Aprile 2020, 00:01 #8
i miei sensi di ragno percepiscono dei troll in questo post
giuliop25 Aprile 2020, 00:04 #9
Originariamente inviato da: turcone
i miei sensi di ragno percepiscono dei troll in questo post


https://it.wikipedia.org/wiki/Argumentum_ad_hominem"][U]Ad hominem[/U][/URL]. Riprova, sarai più fortunato.
turcone25 Aprile 2020, 10:49 #10
Originariamente inviato da: giuliop
https://it.wikipedia.org/wiki/Argumentum_ad_hominem"][U]Ad hominem[/U][/URL]. Riprova, sarai più fortunato.


CVD

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^