QNAP TS-351, tre unità possono bastare (per RAID5)

QNAP TS-351, tre unità possono bastare  (per RAID5)

Un NAS molto particolare, QNAP TS-351: un insolito tre unità, che si offre all'utenza che vuole spendere poco ma senza rinunciare alla configurazione RAID 5. Il tutto godendo delle ottime qualità del sistema di gestione QNAP QTS e dell'universo di app che l'azienda mette a disposizione, sia in QTS stesso sia per il mondo mobile

di pubblicata il , alle 13:21 nel canale Storage
Qnap
 

Per qualche motivo, i NAS con cui siamo soliti confrontarci e che magari prendiamo in considerazione in fase di acquisto hanno sempre un numero pari di unità. Eppure ci sono delle eccezioni, come ad esempio QNAP TS-351, che dispone di tre unità principali da 3,5 pollici, a cui si affiancano due slot M.2 PCIe di seconda generazione. Insolito, decisamente, ma con un suo perché. Già, perché costruire e/o acquistare un NAS a 3 unità?

Oltre agli ingombri ridotti (non certo fra le caratteristiche più importanti con cui giudicare un NAS...) c'è sicuramente quello del prezzo e delle configurazioni possibili. Un NAS a due unità può essere troppo limitante, in quando possiamo al massimo optare per catene RAID 0 o 1, mentre la scelta si estende alla ben più utilizzata RAID 5 salendo ai normali NAS a quattro unità. QNAP TS-351, dotato appunto di tre unità disco, permette di avere una configurazione RAID 5 spendendo meno, qualora il risparmiare denaro sia fra le priorità, ma non si vuole comunque rinunciare ai benefici che un NAS garantisce. Semplificando moltissimo, possiamo ricordare che con la modalità RAID 5, per la quale servono almeno 3 hard disk identici, si può tollerare la rottura di un hard disk senza perdere dati, ma con velocità superiori rispetto al "mirroring" RAID 1 in quanto i dati vengono distrubuiti su tutti i dischi. Maggiori velocità di lettura rispetto a RAID 1, insomma, ma contemporaneamente la sciurezza di non perdere nulla se si guasta un disco.

Attenzione: non stiamo parlando del costo in sé del NAS stesso, certo non esoso ma non tanto distante da un quattro unità anche dello stesso marchio. Parliamo del costo non certo trascurabile dei dischi ad elevata capacità. Rimandiamo alcune considerazioni di prezzo finale alle conclusioni, passando ora a descrivere questo insolito modello di casa QNAP.

  QNAP TS-351
CPU Intel® Celeron J1800 dual-core 2,41GHz (burst 2,58 GHz)
Memoria 2GB SODIMM DDR3L (1 x 2GB) - uno slot libero per update
Memoria flash 512MB (sistema operativo)
Unità disco 3,5" 3
Unità disco M.2 2, formato 2280 NVMe limite 500MB/s PCIe Gen2x1)
SSD Cache Acceleration Sì, o col terzo disco, oppure con uno o due M.2
Gigabit Ethernet 1
Porte USB 2 USB 2.0, 1 USB 3.0
HDMI output 1, HDMI 1.4a (1080p)
Dimensioni (altezza, larghezza, profondità) 142 × 150 × 260,1 mm
Ventola 1 - 9cm
Rumorosità 21,8 db(A)
Alimentatore Esterno, 65W

QNAP TS-351 è un NAS il cui cuore operativo è costituito da una CPU Intel Celeron J1800 dual core, supportata da 2GB di RAM. Il quantitativo è forse un po' troppo limitato per ambienti virtualizzati, ma c'è da dire che è previsto uno slot SO-DIMM vuoto (visibile nella galleria immagini) in modo da renderlo adatto all'esigenza. Il sistema operativo è ospitato su un eMMC Apacer da 512MB, mentre come già anticipato gli slot per dischi da 3,5 pollici sono tre.

Sulla scheda madre trovano spazio, inoltre, due slot PCIe, sebbene limitati a PCIex2 Gen 1, che nella pratica significa massimo 500MB/s di transfer rate. C'è da fare però una considerazione, che riprenderemo poi nelle conclusioni: gli eventuali SSD montati sono di caching, quindi solo per gestione interna dei flussi e dello spostamento/caricamento/scrittura dati. 500MB/s è comunque superiore al miglior transfer rate ottenibile dai dischi meccanici, quindi non si avrebbero benefici ricorrendo a velocità dell'interfaccia maggiori.

Completano la descrizione base 2 porte USB 2.0, una porta 3.0, nonché l'uscita HDMI 1.4a, in grado di gestire flussi fino a 1080p. Lasciamo per ultima la porta ethernet: si tratta di una singola 1Gbit (su un prodotto "value" non si poteva chiedere certo una 10Gbit Ethernet), ma due non avrebbero guastato, da usare in link aggregation. L'alimentatore è esterno, da 65W, mentre al raffreddamento provvede la ventola da 9cm situata nella parte posteriore.

L'installazione dei dischi avviene senza l'utilizzo di utensili, con incastri semplici e intuitivi anche per chi non è solito trafficare con l'hardware. Il contenuto della confezione prevede, oltre al NAS (che include i 3 cassettini con i relativi plug per gli hard disk), un cavo ethernet, l'alimentatore esterno con cavo a muro estraibile, due dissipatori adesivi per gli SSD M.2 e una breve manualistica per la prima installazione.

Il software QTS di QNAP non ha bisogno di grandi presentazioni: si tratta di un sistema di gestione molto completo che abbiamo più volte analizzato, che mette a disposizione dell'utente un'interfaccia "ad app" e una miriade di funzioni, molte delle quali disponibili anche da smartphone e tablet attraverso app specifiche e gratuite.  Con questo modello in particolare e con soli 2GB di memoria risultano sicuramente ridimensionate le potenzialità in fatto di virtualizzazione e gestione flussi 4K, ma restano tutte le possibilità di gestione, anche remota, di quanto archiviato all'interno del NAS. Da segnalare inoltre la piena compatibilità con i cloud più diffusi (Google Drive e Dropbox, per esempio), ma anche Plex Media Server, Apple Time Machine, iTunes Server e molto altro ancora.

Considerazioni

Riteniamo più importanti le considerazioni legate a questo prodotto, più che a un test prestazionale che molto dipende dal limite della porta Ethernet (circa 100MB/s) e dai dischi installati. Cerchiamo di "capire" QNAP TS-351, per sapere se fa al caso vostro o se è meglio rivolgere le proprie attenzioni altrove.

Iniziamo col dire cosa non è QNAP TS-351: non è un NAS che punta tutto sulle prestazioni o su un utilizzo multimediale massiccio. No 4K in uscita, porte limitate nella bandwidth. L'ottimo corredo software di casa QNAP, ricchissimo di funzionalità, è ovviamente tutto a disposizione, ma è indubbio che questo NAS nasce per avere un ottimo quantitativo di spazio di archiviazione limitando i costi, senza rinunciare a una catena RAID 5. Rispetto a un due unità configurabile in RAID 1 significa avere più spazio a disposizione e migliori prestazioni. Avremmo preferito, come già detto, l'adozione di due porte ethernet. Facciamo ora due conti su quanto verrebbe a costare un sistema RAID 5 fatto e finito, senza SSD di caching, rispetto ad un 4 unità.

  3 unità 4 unità
NAS QNAP TS-351 290 Euro  
NAS QNAP TS-431P2-4G   360 Euro
WD Red 8TB o Seagate IronWolf NAS 240 Euro x 3 240 Euro x 4
Capacità in RAID 5 (circa) 16TB 24TB
Totale: 1010 Euro 1320 Euro
Costo al TB in RAID 5 63€/TB 55€/TB

Un vantaggio del modello QNAP TS-351, che per molti potrebbe costituire la soluzione ideale, è quello di poter avere un NAS RAID 5 e 16TB di spazio a circa 1000 Euro, tutto compreso. Sebbene il costo per TB (in RAID 5) sia superiore a quello della simulazione a 4 unità, il costo complessivo di quest'ultima risulta ben superiore. Certo, si potrà anche aggiungere la considerazione che la soluzione a 4 unità dispone di una velocità superiore in lettura, oltre che alla doppia porta ethernet, ma è bene ricordare che QNAP TS-351 nasce per contenere i costi, che costituiscono una voce molto importante per società di piccole dimensioni o anche per realizzare un NAS casalingo capiente.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Perseverance03 Settembre 2019, 13:49 #1
A vedere i costi degli hardisk e dei NAS, il prezzo finale è simile per un RAID 1 con due dischi o un RAID 5 con tre dischi, a parità di dimensione utile allo storage. Preferibile il RAID 1.
marco_zanardi03 Settembre 2019, 14:44 #2

Confronto sballato!!!

Il confronto tra 3 e 4 bay va fatto a parità di capacità!

Alla fine la differenza sta solo nel NAS, quindi 70€!!!

emb03 Settembre 2019, 14:48 #3
Intanto sarebbe preferibile precisare in ogni articolo che parla di storage che: visto che la maggior parte degli utenti che allestiscono un array raid (con ridondanza dati, quindi escluso lo striping) lo fanno nell'illusione di fare un sistema "sicuro", questo è in realtà un ERRORE notevole. (il raid non ha nulla a che fare con la sicurezza se non per un suo effetto collaterale)

Originariamente inviato da: Perseverance
A vedere i costi degli hardisk e dei NAS, il prezzo finale è simile per un RAID 1 con due dischi o un RAID 5 con tre dischi, a parità di dimensione utile allo storage. Preferibile il RAID 1.


Non capisco come si possa considerare "preferibile" una tecnologia così inefficiente come un RAID1.

Poi sul prodotto in questione ho le mie perplessità, non credo che sia una buona scelta per fare un raid5, molto meglio prendere un 4 slot e tenersi un bay per espansioni eventuali.
Ma potrebbe essere una buona scelta per chi invece sta pensando a un 2 bay e magari decide di spendere qualcosa in più per avere anche qua più possibilità di espansione e/o di mettere dischi dedicati (ad esempio mettere un disco ad hoc dedicato a una videosorveglianza).

Suggerirei inoltre al redattore di sottolineare bene che un eventuale seconda porta gb ethernet anche in caso di possibile link aggregation (tra l'altro deve essere supportata non solo dal NAS ma ovviamente anche dallo switch) non produrrebbe un incremento di banda su un singolo task. Nemmeno se il pc inoltrante la richiesta fosse a sua volta dotato di link aggregation (cosa MOLTO difficile già di per se)!
Servirebbe solo in caso di richieste multiple di i/o da parte di schede di rete diverse, in questo modo potrebbe splittare i vari i/o sulle varie porte per decongestionarle, ma è un uso tipico di tipo small office, scenario che IMHO esula dalla scelta di questo tipo di prodotto.
Per aumentare la banda "realmente" ci vuole la 10 gigabit (ovviamente devono averla anche i clients e nella rete non ci devono essere colli di bottiglia).
WarSide03 Settembre 2019, 14:48 #4
Qualcuno mi spiega a cosa servono 2 slot m2 su un nas con quella CPU?
Rubberick03 Settembre 2019, 14:59 #5
Originariamente inviato da: emb
Intanto sarebbe preferibile precisare in ogni articolo che parla di storage che: visto che la maggior parte degli utenti che allestiscono un array raid (con ridondanza dati, quindi escluso lo striping) lo fanno nell'illusione di fare un sistema "sicuro", questo è in realtà un ERRORE notevole. (il raid non ha nulla a che fare con la sicurezza se non per un suo effetto collaterale)



Non capisco come si possa considerare "preferibile" una tecnologia così inefficiente come un RAID1.


Te lo spiego subito a Zio.. quel coso è un giocattolo in termini di potenza.

Un nas a mio avviso è innanzitutto un posto dove stoccare i propri dati. Una volta si utilizzavano anche per questioni velocistiche ma ora come ora con tutte le altre alternative è un safe storage se uno lo usa con coscienza..

Buttarci su un raid5 e poi in caso ti crasha recuperarlo è un casino, con un banale raid1 sei bello safe e se pure ti parte tutta l'elettronica del nas, stacchi il disco, lo infili in un altro pc e leggi i dati senza problemi..
emb03 Settembre 2019, 15:00 #6
Originariamente inviato da: marco_zanardi
Il confronto tra 3 e 4 bay va fatto a parità di capacità!

Alla fine la differenza sta solo nel NAS, quindi 70€!!!


Certo, non vedo proprio il senso di quella parte dell'articolo, oltretutto prendere un prodotto a più bay e volerli a tutti i costi riempire sin da subito lascia il tempo che trova. Ok se si fa un raid 5 si incrementa l'efficienza, ma ci si "gioca" la possibilità di espansione o di installazione di un volume separato per eventuali usi alternativi e separati.

Poi in realtà non si può fare il confronto diretto, troppo diversi gli HW dei due NAS, il 3 bay con cpu intel, il TS-431P2-4G con due cores in più ma con architettura ARM, la differente dotazione di ram e di porte di rete....
emb03 Settembre 2019, 15:09 #7
Originariamente inviato da: Rubberick
Te lo spiego subito a Zio.. quel coso è un giocattolo in termini di potenza.

Un nas a mio avviso è innanzitutto un posto dove stoccare i propri dati. Una volta si utilizzavano anche per questioni velocistiche ma ora come ora con tutte le altre alternative è un safe storage se uno lo usa con coscienza..


Evidentemente non mi sono espresso in maniera comprensibile: io ho parlato di tutt'altro, non della potenza.
Un array RAID1 e/o RAID5 non hanno nulla a che fare con il "safe". Sono tecnologie che sono state sviluppate UNICAMENTE per incrementare la continuità di servizio.
Sul fronte della "maggior sicurezza" resta solo un effetto collaterale, che anche se incrementa leggermente le probabilità a livello stocastico, certo non permette di ritenere minimamente al sicuro i dati ivi custoditi.

E anche per quanto riguarda la continuità di servizio ci sarebbe da specificare che se non si va a ridondare anche: il controller, la logica, il PSU e la connessione alla rete, essa sarà comunque a rischio.

Buttarci su un raid5 e poi in caso ti crasha recuperarlo è un casino, con un banale raid1 sei bello safe e se pure ti parte tutta l'elettronica del nas, stacchi il disco, lo infili in un altro pc e leggi i dati senza problemi..


Prima cosa, ti crasha cosa?
Se parli di un disco continua tutto a funzionare.
Se parli del nas, smonti i dischi e li metti su un altro NAS del medesimo produttore. E cmq lo dicevo qua sopra che una ridondanza dei soli dischi è un po' una fesseria...
E' comunque possibile collegare i dischi a un PC con controller che supporti il RAID 5, dotato di un SO che legge le formattazioni EXT3, EXT4 o quella specifica usata dal NAS e leggere tutto.
Ovviamente, un backup è FONDAMENTALE e come altra alternativa è quella di fare un rebuild dello stesso e hai i tuoi dati con poco sbattimento.
thecatman04 Settembre 2019, 00:02 #8
Originariamente inviato da: WarSide
Qualcuno mi spiega a cosa servono 2 slot m2 su un nas con quella CPU?


il QNAP TS-1635AX-8G NAS monta un ARMv8 Cortex-A72 e riesce a gestire 12hdd da 3,5 più 4 ssd per la cache.
arm in questione va come un celeron n3060 che a sua volta è superiore dal 10 a l 20% rispetto al j1800.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^