"Professional Disc for Data" da Sony

"Professional Disc for Data"  da Sony

Sony presenta ufficialmente il formato "Professional Disc for Data" a laser blu, in grado di sostituire entro breve i supporti Magneto Ottici, la cui tecnologia è ormai vecchia di ben 15 anni

di Alessandro Bordin pubblicata il , alle 16:23 nel canale Storage
Sony
 

Sony ha annunciato la produzione di unità di storage che andranno a sostituire i dischi magneto-ottici (secondo Sony). Il formato, denominato Professional Disc for Data, sfrutta quello che sono delle cartucce contenenti dei dischi sulla falsa riga dei DVD, scritti utilizzando un laser blu.

Negli attuali dischi magneto-ottici, CD e DVD viene utilizzato un laser rosso, che ha una lunghezza d'onda maggiore e un'area di scrittura sulla superficie del disco maggiore. Il laser blu (sfruttato anche nella tecnologia Blu Ray) permette di avere un raggio più piccolo che garantisce una maggior densità di dati registrabili sullo stessa superficie. 

Attualmente i dischi magneto-ottici di Sony possono archiviare fino a 9 GB di dati, mentre la nuova tecnologia permetterà di immagazzinarne fino a 23,3.

Le esigenze che portano a scegliere un'unità magneto-ottica sono ovviamente di tipo professionale, per storage programmati in orari di solito non lavorativi. La grande diffusione di macchine sempre più potenti e performanti, unita ad una grande disponibilità di spazio sull'hard disk delle singole postazioni, ha reso insufficienti le periferiche di backup in un tempo molto breve.

Rimangono in uso solo in alcuni sistemi dove è richiesto il frequente salvataggio di una grande quantità di dati in condizioni di sicurezza (per esempio nelle banche).  

Sony metterà in commercio ai primi di novembre il modello interno BW-F10 (costo approssimativo 3300 dollari), insieme a supporti "recordable" e "rewritable", rispettivamente al prezzo di 45 e 50$. Cifre di questo genere non devono affatto stupire in quanto siamo in ambito puramente professionale.

Per prevenire ogni dubbio chiariamo subito che allo stato attuale il formato Blu Ray e Professional Disc for Data, pur sfruttando una tecnologia praticamente identica, non sono fra loro compatibili.

Nel 2005 sarà presentata la seconda generazione, con capienze di 50GB ottenibili mediante supporti a doppio strato, mentre è atteso per il 2007 il lancio di supporti da 100GB (due strati per faccia) e dispositivi in grado di scriverli.

Purtroppo la guerra di standard non conosce limiti: Plasmon, per sostituire il Magneto-Ottico, ha sviluppato il formato UDO Ultra Density Optical, da 30GB e delle stesse dimensioni di un magneto- ottico (future generazioni da 60 e 120GB).

Toshiba e NEC, sfruttando la tecnologia a raggio blu, stanno sviluppando l'Advanced Optical Disc, con capacità di 20GB per supporti a singola faccia e 36GB per i doppio strato. E' stata inoltre avanzata la richiesta al DVD Forum di riconoscere questo standard come il successore naturale di quelli attualmente in commercio (DVD-R/+R - -RW-+RW).

Confusi? Siete in ottima e numerosa compagnia.


Fonti: Yahoo, CDFreaks

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

35 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
nightmare8230 Ottobre 2003, 16:32 #1
mamma mia che marasma!!!....
....ahh.....se solo ripenso ai bei tempi in cui regnavano i floppy da 5 e 1/4".....che nostalgia....byez
lasa30 Ottobre 2003, 16:46 #2
Molte di queste notizie sono più che altro oroscopi per il futuro....
lucusta30 Ottobre 2003, 16:49 #3
bhe'.. se oggi siamo cosi' confusi per supporti 2D, tra' 10 anni come staremmo pensando a quelli 3D?
**mUs3**30 Ottobre 2003, 17:05 #4
ma plasmon non faceva biscotti ???
Jaxoon30 Ottobre 2003, 17:06 #5
altro che masterizzatori multi-standard... In futuro avremo tutti un tower con 3 o 4 masterizzatori diversi!
spetro30 Ottobre 2003, 17:14 #6
Ma non si rendono conto che non avere uno standard è un freno incredibile alle nuove tecnologie?

Comunque dovendo scegliere tra qualcosa di nuovo io mi affiderei a Plasmon, ha più possibilità di una buona crescita e sviluppo (è una battuta )
ErminioF30 Ottobre 2003, 17:17 #7
Plasmon ?_?
Cmq i dvd doppia faccia dovrebbero durare parecchio...la generazione successiva dovrebbe permettere un salto molto maggiore che 20 Gb...o si passa a qualcosa > 50, altrimenti inutile fare un nuovo standard raddoppiando la capacità, si fa solo confusione
JoJo30 Ottobre 2003, 17:50 #8
Prossimamente avremo HDD Milupa, Schede Madri Pampers e per finire Schede Video della CHICCO!!
1pixel30 Ottobre 2003, 18:13 #9
Originariamente inviato da **mUs3**
ma plasmon non faceva biscotti ???


**mUs3** !! ho capito perchè hai sto avatar...
troppo simpatica!
Reader30 Ottobre 2003, 18:23 #10
Come si può permettere la messa in commercio di tutti questi standard ??? Già c'è abbastanza confusione con i vari DVD R/RW e DVD +R/RW. Perchè non si lavora per rendere compatibili al massimo possibile questi standard già presenti...insomma un DVD doppio strato e a doppia faccia quando arriverà, supererà i 19GB, allora? E' forse poco ??? Ma fatemi il piacere !!! Capisco che la tecnologia debba andare avanti, ma che razza di modo è questo ??? Ci vorrebbe un organismo che impedisca ai produttori di mettere in commercio prodotti di questa diversità...si deve rispettare uno standard, in tal modo tutte le vendite confluiranno su quel prodotto ed i prezzi dovrebbero abbassarsi più velocemnte che altrimenti.
Invece seguendo questa linea ci saranno molteplici supporti...che si distribuiranno parte qui parte lì, come potranno mai i prezzi abbassarsi ? Non basterà la feroce concorrenza tra 10 o 100 standard diversi...ci vuole un unificazione.
Domanda: il DVD FORUM non ha il potere di fare questo ??? Che scelga uno standard o che cerchi di crearlo ed infine sconsigli ogni altro standard a noi consumatori, anche i produttori di Sistemi Operativi dovranno dargli retta...e allora i produttori dovranno mollare la presa...basta con questa ca**o di confusione che create ne abbiamo abbastanza lo volete capire ???

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^