PQI, storage su USB interno per tecnologia ReadyBoost

PQI, storage su USB interno per tecnologia ReadyBoost

Singolare soluzione proposta da PQI, che mette a disposizione un quantitativo di memoria flash da installare all'interno del PC

di Alessandro Bordin pubblicata il , alle 08:35 nel canale Storage
 

USB

Dopo le chiavette USB, la tecnologia Turbo Memory di Intel ed i dischi ibridi, ecco che il quadro si complica ulteriormente. A presentare una quarta alternativa per mettere a disposizione del sistema un quantitativo aggiuntivo di memoria NAND Flash destinato all'ottimizzazione delle prestazioni arriva anche PQI, con una singolare soluzione.

L'idea è quella di sfruttare i connettori a 10 pin presenti sulla scheda madre solitamente utilizzati per aggiungere staffe con porte USB o pannellini frontali con le più disparate funzioni, sviluppando una specie di cartuccia contentente un quantitativo di memoria NAND Flash da 512 MB fino a 2 GB, ovviamente con le stesse finalità di ottimizzazione delle prestazionipromesse dalle soluzioni concorrenti.

USB

A darne la notizia è Akihabara, anche se non vengono precisati tempi, modi e soprattutto certezza di un futuro per la soluzione di PQI. Quel che è certo è che tale soluzione sarà destinata esclusivamente ai sistemi desktop, mancando di fatto lo spazio per ospitare simili dispositivi all'interno di un PC portatile.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

39 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Sig. Stroboscopico29 Maggio 2007, 08:42 #1
Ottima idea veramente!

Peccato che con quel profilo sembra occupare due connettori...

-__-
Yokoshima29 Maggio 2007, 08:47 #2
Ma infatti si prende il connettore da 10pin che di solito da supporto a 2 usb. Quello che mi chiedo è: ma allora in realtà si usa 1 connettore come hub su 2 porte o questo aggeggio si ciuccia la banda di ben 2 porte?

Cmq mi sembra una scelta logica inserire una cosa del genere all'interno del pc e non all'esterno.
vega300429 Maggio 2007, 08:49 #3
non ne capisco davvero l'utilità, chiunque si compri 1 pc assemblato al giorno d'oggi ci trova come minimo 1 GB di Ram preistallato, molto + spesso si vedono quelli con già 2 GB di ram onboard, e si iniziano anche a vedere modelli con ben 4GB di ram preistallati. ReadyBoost presenta vantaggi solo con configurazioni al disotto di 1 GB, vantaggi che poi decrescono con l'aumento della ram. Penso ci sia ancora molta gente che ha Pc con memorie DDR 1 , che attualmente costano davvero una miseria. Le chiavette usb da 1 GB costano sui 10 euro.. chi mai comprerebbe una cosa del genere?
Mister2429 Maggio 2007, 08:53 #4
Originariamente inviato da: vega3004
non ne capisco davvero l'utilità, chiunque si compri 1 pc assemblato al giorno d'oggi ci trova come minimo 1 GB di Ram preistallato, molto + spesso si vedono quelli con già 2 GB di ram onboard, e si iniziano anche a vedere modelli con ben 4GB di ram preistallati. ReadyBoost presenta vantaggi solo con configurazioni al disotto di 1 GB, vantaggi che poi decrescono con l'aumento della ram. Penso ci sia ancora molta gente che ha Pc con memorie DDR 1 , che attualmente costano davvero una miseria. Le chiavette usb da 1 GB costano sui 10 euro.. chi mai comprerebbe una cosa del genere?


Quoto in pieno, visto il prezzo delle chiavette usb e il vantaggio che hanno nel poter essere usate anche per il trasporto dei dati.
Brigno29 Maggio 2007, 09:02 #5
Se si potesse fare il boot potrebbe essere ottimo per sistemi industriali o "altamente specializzati".

Elimini il disco fisso che insieme all'alimentatore (e alle ventole) è il punto debole dei PC.
Ci sono già i disc on chip da montare sul connettore PATA (molto ingombrante) e sui PC 104 potrebbero contribuire a diminuire ulteriormente lo spazio richiesto.

Gli metti il DOS o LINUX o XP emb. e sei apposto.
Altri utilizzi (realmente utili)... non li vedo !
I24Zi3L29 Maggio 2007, 09:12 #6
Per me si continua a fare l'errore di paragonare queste soluzioni alle classiche chiavette USB. Sopratutto dal punto di vista del prezzo. Non me ne intendo ma se fossero veramente la stessa cosa i produttori non parteciperebbero a questa folle corsa per creare nuove soluzioni perché se no ci prenderemo tutti una bella chiavetta USB bella capiente e ci installeremo un sistema operativo. Ma non penso proprio che sia la stessa cosa...
Haran Banjo29 Maggio 2007, 09:13 #7

ReadyBoost di Windows Vista? Sostanzialmente inutile

Cito da
http://www.megalab.it/news.php?id=1644

La tecnologia integrata nel nuovo Windows, pensata per velocizzare alcune operazioni del sistema, si rivela alla prova dei fatti l’ennesimo buco dell’acqua di Microsoft.

PC World ha pubblicato un breve ma interessante test sulle prestazioni di ReadyBoost, il componente integrato in Windows Vista che sfrutta le memorie flash USB per incrementare le prestazioni generali del sistema operativo. Il test ha portato alla luce la fondamentale inutilità della tecnologia, che nel migliore dei casi non fa notare grossi incrementi nelle prestazioni, e nel peggiore agisce addirittura negativamente su di esse.

ReadyBoost è una tecnologia propria del nuovo, discusso sistema operativo a finestre che, sfruttando i tempi di accesso delle memory stick USB - enormemente inferiori rispetto a quelli dei dischi fissi a tecnologia magnetica - usa i volumi rimuovibili come una sorta di cache aggiuntiva, memorizzando al loro interno informazioni quali parti del file di swap e i dati necessari al caricamento dei programmi usati di frequente.

Il trick funziona dividendo le informazioni di questa nuova cache in tanti piccoli frammenti sparpagliati sulla pen drive: essendo la velocità di accesso ai dati superiore rispetto a quella dell'hard disk, esso dovrebbe agire molto positivamente lato prestazioni. Almeno in teoria…

In pratica, con i tre drive USB usati per il mini-test di PC World - DataTraveler ReadyFlash da 1 Giga di Kingston, JumpDrive Lightning da 4 Giga di Lexar e Twister EZ Drive sempre da 1 Giga di Ritek - non si sono ottenuti miglioramenti particolarmente significativi. Addirittura nel caso della pen drive di Lexar il benchmark ha fatto registrare persino un peggioramento nelle prestazioni.

Per chi fosse curioso dei dettagli rimando all'articolo originale, contenente tra le altre cose le specifiche dei sistemi impiegati per il test e il software adoperato.
http://www.pcworld.com/article/id,131742/article.html
Mister2429 Maggio 2007, 09:13 #8
Originariamente inviato da: Brigno
Se si potesse fare il boot potrebbe essere ottimo per sistemi industriali o "altamente specializzati".

Elimini il disco fisso che insieme all'alimentatore (e alle ventole) è il punto debole dei PC.
Ci sono già i disc on chip da montare sul connettore PATA (molto ingombrante) e sui PC 104 potrebbero contribuire a diminuire ulteriormente lo spazio richiesto.

Gli metti il DOS o LINUX o XP emb. e sei apposto.
Altri utilizzi (realmente utili)... non li vedo !


Dalle normali chiavette usb si può fare il boot, quindi penso anche da questa.
http://en.wikipedia.org/wiki/Live_USB
Mister2429 Maggio 2007, 09:18 #9
Originariamente inviato da: I24Zi3L
Per me si continua a fare l'errore di paragonare queste soluzioni alle classiche chiavette USB. Sopratutto dal punto di vista del prezzo. Non me ne intendo ma se fossero veramente la stessa cosa i produttori non parteciperebbero a questa folle corsa per creare nuove soluzioni perché se no ci prenderemo tutti una bella chiavetta USB bella capiente e ci installeremo un sistema operativo. Ma non penso proprio che sia la stessa cosa...


Il fatto che non consideri è che i produttori non cercano soluzioni nuove per noi, ma che permetta a loro di fare più soldi mettendocelo nel .
Si inventano quindi delle chiavette usb di forma quadrata con un attacco un po' diverso e costo triplo (se va bene) contando che qualche utonto abbocca sempre.
faber8029 Maggio 2007, 09:18 #10
ragazzi vi dò un'alternativa economicissima (nn è farina del mio sacco, ma funziona lo stesso e bene):

1. comprate una scheda pci (o pci express) per espansioni di porte usb 2.0, con 1-2 connessioni anche all'interno

2. comprate 1-2 pen usb 2Gb (con trasfer rate decente).

...fatto ! avete la stessa cosa (con costi trascurabili)

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^