Plextor, nuova serie di SSD M6 SATA, mSATA e PCI Express

Plextor, nuova serie di SSD M6 SATA, mSATA e PCI Express

Rinnovo completo della gamma SSD da parte di Plextor che approfitta del CeBIT di Hannover per presentare i nuovi prodotti, articolati in numerosi form factor e interfacce

di pubblicata il , alle 12:29 nel canale Storage
Plextor
 

Plextor è uno dei pochi produttori che mette a disposizione della clientela una ricca serie di opzioni per quanto riguarda i propri SSD. Sono molti infatti a presentare SSD con interfaccia SATA e form factor 2,5 pollici, mentre il numero viene ridimensionato se si estende l'offerta anche ai formati mSATA, M.2 e NGFF, spesso destinati ai listini per gli OEM e di difficile reperibilità per il mercato consumer.


Plextor M6S

Presso il CeBIT di Hannover Plextor presenta la nuova famiglia M6, che andiamo brevemente a descrivere. M6S è la versione SATA6Gbs 2,5 pollici, equipaggiata con il noto controller Marvell e i nuovi chip Toshiba 19 nm Toggle NAND flash. Le prestazioni dichiarate sono di 520MB al secondo in lettura e 440MB al secondo in scrittura, con IOPS fino a 94000. La serie va a sostituire la M5, e i tagli disponibili arrivano fino a 512GB.


Plextor M6M

Plextor M6M è di fatto la versione mSATA di M5S, poiché ne ricalca in tutto e per tutto le caratteristiche tecniche a parte il connettore e il form factor. Trovano quindi conferma le prestazioni precedentemente elencate così come il taglio massimo, anche in questo caso di 512GB.


Plextor M6E

Del tutto differente è Plextor M6E, poiché sfrutta l'interfaccia PCI Express al fine di eliminare il collo di bottiglia imposto da SATA 6Gbps. Le prestazioni dichiarate parlano di 770MB al secondo in lettura e 625MB al secondo in scrittura, sebbene da alcuni test condotti presso lo stand questi valori sembrano fin troppo cautelativi. Si tratta di un insolito caso in cui un'azienda dichiara prestazioni inferiori a quelle reali, ma aspettiamo di avere il prodotto in test per fornire informazioni più precise in merito.

M6E è comunque un prodotto particolare: il PCB con staffa è di fatto un adattatore, nel quale viene inserito un SSD nel formato M.2 / NGFF. Questi formati sono ad oggi aperti, con possibilità di realizzare prodotti dotati di connettori e dimensioni differenti, motivo per cui non è ancora il caso di chiamarli standard. Resta il fatto che M5E si offre al pubblico casalingo alla ricerca delle massime prestazioni per la propria sottosezione storage, con un prodotto pronto all'uso e installabile in un case con almeno uno slot PCI Express libero.

Si tratta di un annuncio non corredato da prezzi, anche se vi è da dire che Plextor non ha un vero e proprio listino imposto. Gli interessati sono quindi invitati a tenere d'occhio gli store online nelle prossime settimane, al fine di farsi un'idea anche solo approssimativa.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
StIwY07 Marzo 2014, 13:05 #1
Felice possessore di un Plextor M5S 128Gb Xtreme Edition con memorie Toshiba da 19nm, una scheggia e va liscio come l'olio. Dovrebbe avere più visibilità Plextor in questo senso.
calabar07 Marzo 2014, 13:19 #2
Gli M5S erano ottimi (e anche gli M5P, ottima soluzione di fascia media), speriamo che questi si mantengano sugli stessi livelli.

Interessante la versione su PCI-E, se dovesse avere un prezzo non troppo superiore a quella normale, potrebbe valere la pena di farci un pensierino.
ziozetti07 Marzo 2014, 13:36 #3
Ogni volta che leggo Plextor non posso fare a meno di pensare all'UltraPlex 40max!
gi0v307 Marzo 2014, 21:13 #4
da felicissimo possessore di un m5m da 256 gb che mi manda avanti il portatile, non vedo l'ora di leggere le recensioni
kliffoth08 Marzo 2014, 11:04 #5
Secondo me è l'unica alternativa a Samsung.
Io alla fine ho preso un 840 pro, ma fino all'ultimo il Plextor M5 è rimasto come opzione
sinadex12 Marzo 2014, 20:43 #6
Originariamente inviato da: pulsar68
Fra l'altro noto che Plextor continua con le NAND MLC... bene
perchè? non sono inferiori alle SLC?
kliffoth13 Marzo 2014, 08:58 #7
Originariamente inviato da: sinadex
perchè? non sono inferiori alle SLC?


Si ma sono migliori delle TLC, per quanto alla fine gli SSD durano più di un HDD, il problema è che sono esposti a morti per eventi improvvisi.

Per inciso le SLC non credo siano presenti su prodotti consumer (e gli SSD sono virtualmente asenti nel mercato prosumer), ed hanno un costo non indifferente.
s12a13 Marzo 2014, 09:06 #8
Nel thread ufficiale mi sembra siano morti spontaneamente sia Pro che "lisci" in egual misura, dunque il discorso lascia il tempo che trova. I guasti sono indipendenti dal tipo di memorie. Sono le stesse discussioni che si facevano quando sono usciti gli SSD con memorie MLC quando la "normalità" erano quelli SLC, e non hanno basi razionali.

Considerata fra l'altro la diffusione sul mercato italiano dei Samsung 840 con memorie TLC, se ci fosse realmente una difettosità marcata specifica per questo tipo di memorie, le lamentele in merito sarebbero ben maggiori.
kliffoth13 Marzo 2014, 09:25 #9
Originariamente inviato da: s12a
Nel thread ufficiale mi sembra siano morti spontaneamente sia Pro che "lisci" in egual misura, dunque il discorso lascia il tempo che trova. I guasti sono indipendenti dal tipo di memorie. Sono le stesse discussioni che si facevano quando sono usciti gli SSD con memorie MLC quando la "normalità" erano quelli SLC, e non hanno basi razionali.

Considerata fra l'altro la diffusione sul mercato italiano dei Samsung 840 con memorie TLC, se ci fosse realmente una difettosità marcata specifica per questo tipo di memorie, le lamentele in merito sarebbero ben maggiori.


Forse mi sono espresso male: intendevo dire che gli SSD in genere durano più di un HDD, anche con TLC, e casomai il problema è che sono esposti a morti improvvise, indipendentemente dal tipo di NAND.

Per certi versi, considerando che la tecnologia degli SSD è in rapido cambiamento, avrebbe perfino una logica prendere un prodotto meno duraturo (ripeto parliamo pur sempre di decenni -dai 256 GB in su- con le TLC) ma più economico.

PS io ho sia un 840 pro (256 Gb) sia un 840 evo (500 Gb) messi sullo stesso PC

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^