Plextor M6M, mSATA ad elevate prestazioni presto disponibile

Plextor M6M, mSATA ad elevate prestazioni presto disponibile

Abbiamo già parlato delle novità Plextor presentate al CeBIT di Hannover; emergono in questi giorni ulteriori dettagli sulle unità mSATA, utilizzate sempre più di frequente nei PC portatili

di Alessandro Bordin pubblicata il , alle 11:35 nel canale Storage
Plextor
 

In questa news abbiamo già parlato delle novità presentate al CeBIT da Plextor, marchio apprezzato dagli appassionati sia per le unità ottiche di masterizzazione del passato, sia per le nuove soluzioni Solid State Drive, sebbene poco premiate in termini di vendite assolute. Il mercato SSD è veramente difficile da scalare, specie se vi si muovono realtà come Samsung in grado di produrre tutto in casa e tenere di conseguenza prezzi più bassi dei concorrenti.

Plextor

Gli SSD Plextor sono comunque molto ben ripagati dalla soddisfazione di chi li possiede, motivo per cui possono essere annoverati fra le soluzioni più riuscite del mercato. Un merito di Plextor è anche quello di commercializzare i propri SSD in diversi formati, senza fermarsi al classico 2,5", slim o meno che sia. Nelle ultime ore Plextor ha annunciato la disponibilità delle nuove unità M6M mSATA a partire dal secondo trimestre dell'anno, aggiungendo quindi un'informazione importante a quelle già note dalla kermesse tedesca.

Il controller della nuova famiglia Plextor M6x è il Marvell 88SS9188 SATA 6Gbps, chiamato a gestire chip NAND Flash Toshiba 19nm. I tagli che vedremo in associazione al formato mSATA saranno di 128GB, 256GB e 512GB, con prestazioni dichiarate che parlano di 440MB in scrittura e 520MB in lettura, con 94K IOPS/80K IOPS rispettivamente in lettura e scrittura sequenziale.

Emergono altre informazioni riguardanti i test di validazione: per assicurare la stabilità operativa i nuovi SSD M6M Plextor passano attraverso un'analisi accurata dei chip e test di approfondimento per ogni singolo modello, cosa che avviene anche con altri marchi ma solo per le serie enterprise (è una delle differenze fra i modelli OCZ Vertex e Vector, ad esempio).

Il formato mSATA sta godendo di una diffusione sempre maggiore all'interno dei PC ultra-portatili, siano essi Ultrabook o no. Se da una parte permettono di mantenere gli ingombri molto ridotti, dall'altra vanno incontro a un problema di eventuale aggiornamento dell'unità per la poca scelta che il mercato offre, ben diversa da quella delle classiche unità da 2,5 pollici. Plextor, insieme a Crucial, sono le realtà che da sempre hanno prestato attenzione a questo aspetto, presentando una gamma di SSD molto varia dal punto di vista del form factor.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Rubberick26 Marzo 2014, 12:11 #1
buono + competitor ci sono e forse + si abbasseranno i prezzi perchè finora il fatto che un msata costi il doppio di un sata ne frena un pò l'adozione
al13526 Marzo 2014, 12:21 #2
Originariamente inviato da: Rubberick
buono + competitor ci sono e forse + si abbasseranno i prezzi perchè finora il fatto che un msata costi il doppio di un sata ne frena un pò l'adozione





veramente un msata costa un po meno di un sata. proprio perche non è dotato dello chassis e altre accortezze.
terahash8426 Marzo 2014, 12:27 #3
Ma se ormai la teconologia SATA è superata dall'SSD, perchè cercare di migliorare ancora una teconologia ormai superata?
A questo punto meglio un "mSSD" che costa meno di un SSD
s12a26 Marzo 2014, 13:25 #4
Il recentemente introdotto sul mercato Crucial M550 ha un controller Marvell 88SS9189. Cosa cambia dall'88SS9188 di questo Plextor M6M ?
aled197426 Marzo 2014, 14:54 #5
Originariamente inviato da: al135
veramente un msata costa un po meno di un sata. proprio perche non è dotato dello chassis e altre accortezze.


sicuro che gli msata costino meno dell'equivalente sata?

ciao ciao
Marci26 Marzo 2014, 15:05 #6
Originariamente inviato da: terahash84
Ma se ormai la teconologia SATA è superata dall'SSD, perchè cercare di migliorare ancora una teconologia ormai superata?
A questo punto meglio un "mSSD" che costa meno di un SSD


Mi sa che hai le idee un po confuse
Un disco SSD con cosa si connette al pc? (Si, lo so che ci sono anche quelli su PCI Express)
Sata è la connessione del disco alla Mobo, SSD è la tecnologia basata su memoria flash e non sui piatti rotanti.
Questi sono degli SSD che invece di essere formato 2.5" con attacco Sata hanno un form factor Minicard e sono su slot MSata (quello degli Ultrabook per intenderci). Io stesso sul mio portatile ho questo slot e mi farebbe molto comodo prenderne uno visto che ho il 128GB e quello da 1TB pieni.
al13527 Marzo 2014, 13:51 #7
Originariamente inviato da: aled1974
sicuro che gli msata costino meno dell'equivalente sata?

ciao ciao


costano piu o meno uguale , in alcuni casi qualche euro in meno (ma si tratta veramente di uno o due euro) in altri stesso identico prezzo.
ciao!
aled197427 Marzo 2014, 14:00 #8
sarà, sui samsung serie 840 la differenza è di circa 30€ in più per la versione m-sata

magari dipende da marca a marca

mi mandi in PM uno o due link su quelli che hai trovato?

ciao ciao
terahash8427 Marzo 2014, 14:14 #9
Comunque sia, per me sono per così dire irrilevanti....un prodotto già superato dalla sua uscita....
al13527 Marzo 2014, 19:58 #10
Originariamente inviato da: terahash84
Comunque sia, per me sono per così dire irrilevanti....un prodotto già superato dalla sua uscita....


non abbiamo capito a cosa ti riferisci
cosa è superato ? il controller sata? e per quale motivo?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^