OWC presenta il nuovo SSD Mercury Electra MAX 6G da 2TB

OWC presenta il nuovo SSD Mercury Electra MAX 6G da 2TB

Specializzata in prodotti al 100% compatibili con sistemi Apple, OWC si fa apprezzare per una qualità media dei propri prodotti molto buona. In questi giorni fa il proprio esordio un nuovo SSD, Mercury Electra MAX 6G, che raggiunge l'interessante capienza di ben 2TB

di Alessandro Bordin pubblicata il , alle 14:31 nel canale Storage
 

OWC, acronimo di One World Computing, si impegna da sempre a fornire soluzioni per l'aggiornamento dei sistemi soprattutto per quanto riguarda hard disk, SSD e moduli memoria. Il marchio non ha mai nascosto la propria predisposizione ad offrirsi al pubblico dei possessori di sistemi Apple, garantendo la compatibilità al 100% dei propri accessori (cosa per nulla scontata, se si pensa ai moduli memoria ad esempio).

In questi giorni OWC ha presentato un SSD davvero interessante, che va sotto il nome di Mercury Electra MAX 6G, contraddistinto dalla capacità di ben 2TB. Le caratteristiche principali possono essere riassunte nell'interfaccia SATA 6Gbps (già chiara dalla sigla), prestazioni nell'ordine dei 500MB/s in lettura e scrittura e garanzia di 3 anni, mentre mancano indicazioni sul controller utilizzato.

OWC

Poco male, poiché il prodotto si offre a quel pubblico che cerca un SSD molto capiente, regalando nuove prestazioni e un gran numero di GB a sistemi Mac (ma non solo) non di recentissima generazione, che possono così rivivere una nuova giovinezza.

Il prezzo di listino in USA è fissato in 799,00 Dollari, ma lo street price viene dato al di sotto dei 700,00 Dollari. Una cifra che rimane elevata, ma è in ogni caso interessante viste le prestazioni e i 2TB a disposizione, specie per ridare vita a sistemi MacBook Pro dotati di unità disco 2,5 pollici e pagati cifre molto elevate. Sono in molti ad optare per l'aggiornamento del vecchio sistema soprattutto sul fronte unità disco-SSD, sia considerando la spesa iniziale affrontata per questi sistemi, sia per la cifra da sborsare per acquistarne eventualmente uno nuovo proprio per guadagnare in prestazioni. Spendere 700,00 Dollari potrebbe essere comunque conveniente, allungando sensibilmente la longevità di un sistema "datato" e dotandolo al contempo di prestazioni davvero interessanti.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

14 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Cooperdale21 Gennaio 2016, 14:52 #1
Prima o poi a forza di comprare hardware mi ridurrò sul lastrico. Ma ne sarà valsa la pena.
MaxP421 Gennaio 2016, 15:26 #2
Due di questi da sostituire ai dischi nel mio LaCie Thunderbolt e ho risolto!!!
hot_blaster21 Gennaio 2016, 16:15 #3
Sono l'unico a pensare che 256Gb per un SSD siano puoi che sufficienti?
Cr4z3321 Gennaio 2016, 16:37 #4
Originariamente inviato da: hot_blaster
Sono l'unico a pensare che 256Gb per un SSD siano puoi che sufficienti?


Sì, perché non consideri situazioni diverse dalla tua (es. un NAS).
hot_blaster21 Gennaio 2016, 16:55 #5
Originariamente inviato da: Cr4z33
Sì, perché non consideri situazioni diverse dalla tua (es. un NAS).


Sbaglio o nei NAS servono unità di memoria che riescano a sopportare migliaia di scritture e letture? E soprattutto unità di memoria con qualcosa di più di 3 miseri anni di garanzia...

Sta roba a me sembra la classica fregatura per i possessori di un Mac.
Personaggio21 Gennaio 2016, 16:58 #6
Originariamente inviato da: Cr4z33
Sì, perché non consideri situazioni diverse dalla tua (es. un NAS).


io sul NAS quando trasferisco file saturo la banda di 2Gbps (2 Gbit ETH in aggragation) e sono solo dischi meccanici, che me ne faccio di SSD, trall'altro con quei soldi mi faccio un NAS nuovo.
demon7721 Gennaio 2016, 17:02 #7
Originariamente inviato da: Cr4z33
Sì, perché non consideri situazioni diverse dalla tua (es. un NAS).


Quando ci saranno SSD da 2Tb che costano 80 euro magari ci faccio un pensiero.. adesso mi pare un tantinello sprecato usare SSD per un nas!
demon7721 Gennaio 2016, 17:07 #8
Originariamente inviato da: Personaggio
2 Gbit ETH in aggragation


Scuasmi, mi spieghi meglio questa cosa?
Hai attaccato al router con due cavi distinti le due ethernet del NAS?
hot_blaster21 Gennaio 2016, 17:12 #9
Originariamente inviato da: Personaggio
io sul NAS quando trasferisco file saturo la banda di 2Gbps (2 Gbit ETH in aggragation) e sono solo dischi meccanici, che me ne faccio di SSD, trall'altro con quei soldi mi faccio un NAS nuovo.


Data la mia ignoranza in materia vorrei chiederti, riesci a scrivere a 2 Gb/sec su degli HDD? Che memorie usi?
Un NAS tipicamente è un calcolatore indipendente, separato da un PC Desktop, come fai a superare la tipica banda massima di 1Gb/sec classico di Ethernet?
Personaggio21 Gennaio 2016, 18:00 #10
Originariamente inviato da: hot_blaster
Data la mia ignoranza in materia vorrei chiederti, riesci a scrivere a 2 Gb/sec su degli HDD? Che memorie usi?
Un NAS tipicamente è un calcolatore indipendente, separato da un PC Desktop, come fai a superare la tipica banda massima di 1Gb/sec classico di Ethernet?


Il NAS che vedi in firma ha 4 porte ethernet, che possono essere aggregate per avere un unico flusso da 4Gbps. Ovviamente sul PC ho solo 2 porte, e con un driver di intel (Windows non te lo fa) posso aggregare le 2 porte, anche se solo una è intel. Così ho una connessione logica tra PC Desktop e NAS di 2Gbps formato dalla aggregazione di 2 canali fisici a 1Gbps.

Lo stesso NAS ha 5 HD in RAID5, questo porta a moltiplicare per quasi 4 le velocità di scrittura e lettura (legge e scrive contemporaneamente da e su 5HD diversi, ma scrive il 20%(1/5) in più La velocità con un RAID5 è teoricamente tante volte quanti sono gli HD meno la quantità di HD che si possono rompere senza perdere dati, sta poi alla qualità del controller RAID arrivare il più vicino al limite teorico, ma quest'ultimo è un problema che ti puoi porre solo se hai 10ine di HD in RAID, quando sono così pochi la differenza fra controllers è minima.

Io uso, attualmente 3 SEAGATE da 4TB e 2 WD RED da 6TB. Questo NAS usa una tecnologia RADI proprietari per sfruttare tutto lo spazio, quindi crea un RAID5 da 4*5TB di cui 16 sono per i dati, la velocità è quindi x4 tanto in lettura che scrittura, un RAID1 da 2x2TB di cui 2TB per i dati sfruttando lo spazio rimanente nei 2 WD RED, in questo caso la velocità di lettura è x2, quella di scrittura è uguale. Poi viene fatto un RAID0 logico (non cambiano le prestazioni) fra le due matrici RAID per avere a disposizione 18TB per i dati complessivi contro i 24 installati (1/4 di spazio è usato per la ridondanza dei dati, significa che se si rompe un HD, il più grande è di 6TB, non perdi dati)
Facendo 2 conti se poniamo come lettura e scrittura di un solo HD 100, per la lettura ho:
100/18=5.5
5.5*16*4+5.5*2*2=356+22=378
in scrittura ho:
100/18=5.5
5.5*16*4+5.5*2*1=356+11=367

Quindi in soldoni in lettura ho una velocità media 3.8 volte superiore ad un HD singolo, in scrittura 3.7 volte. Parliamo quindi di quasi 500MBps che sono 4Gbps di velocità di trasferimento.
In ogni caso un unica connessione Ethernet da 1Gbps teorica, nella pratica si satura anche con un solo HD se si stanno leggendo dati scritti in sequenza.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^