OCZ Octane, ora in capacità anche da 1TB

OCZ Octane, ora in capacità anche da 1TB

Capacità anche da 1TB per la serie Octane di OCZ, che ricordiamo essere equipaggiata con il nuovo controller Indilinx Everest e dotata di interfaccia SATA 6Gbps

di pubblicata il , alle 08:16 nel canale Storage
OCZ
 

Novità per OCZ, sebbene non stiamo parlando di una nuova serie ma di un singolo modello della famiglia Octane, equipaggiata con il nuovo controller Indilinx Everest e dotata di interfaccia di connessione Serial ATA 6Gbps.

Il motivo per cui tale aggiunta al listino è segnalata a mezzo news è presto detto: come riportato da Techpowerup, il nuovo SSD che andrà ad arricchire le fila della serie Octane è un modello da ben 1TB, una vera rarità nel panorama SSD storage. Oltre al già citato controller Indilinx, l'unità è equipaggiata con chip memoria NAND Flash MLC 25nm, dispone di una cache di 512MB DRAM e vanta prestazioni nell'ordine dei 460MB al secondo in lettura e 330MB al secondo in scrittura.

Si tratta di valori leggermente inferiori ai top di gamma odierni, ma rimangono in ogni caso molto elevati, specie se paragonati ai tradizionali hard disk. Purtroppo mancano indicazioni sul prezzo dell'unità, che non sarà certamente basso.

Rimane in ogni caso il fatto che anche nel campo degli SSD si inizi a parlare di capienze da 1TB, sebbene bisognerà aspettare ancora un paio di anni prima di poterli ritenere alla portata del pubblico consumer.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

15 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Paganetor03 Maggio 2012, 09:05 #1
Non capisco: prima i dischi meccanici con cache SSD, adesso SSD con cache Dram... non è che l'SSD è di qualità scarsa (per contenere i costi) e le prestazioni sono date dalla lettura diretta dalla ram?
AceGranger03 Maggio 2012, 09:11 #2
Originariamente inviato da: Paganetor
Non capisco: prima i dischi meccanici con cache SSD, adesso SSD con cache Dram... non è che l'SSD è di qualità scarsa (per contenere i costi) e le prestazioni sono date dalla lettura diretta dalla ram?


dopo 1 secondo e mezzo la cache è piena/vuota, la velocita è comunque data dalle nand.

La DRAM era presente anche nei Vertex 1 ben 3 anni fa. Che ci sia o meno non è un indice di qualita buona o scarsa, semplicemente il controller e il firmware sono stati pensati per lavorare con uno spazio temporaneo per lo stoccaggio dei dati.
Muzio03 Maggio 2012, 09:13 #3
gli ssd hanno tutti un cache ram. l'ssd è di qualità scarsa ovviamente, ocz entry-level.
Paganetor03 Maggio 2012, 09:27 #4
A quel punto allora che differenza c'è tra un SSD+ram e un HD meccanico+ram, a parte il fatto che impiega un po' più di tempo a caricare all'avvio i dati in ram? tanto è dalla memoria che legge, non dal disco vero e proprio...
AceGranger03 Maggio 2012, 09:36 #5
Originariamente inviato da: Paganetor
A quel punto allora che differenza c'è tra un SSD+ram e un HD meccanico+ram


reattivita di un topo morto contro quella di una lepre ?

Originariamente inviato da: Paganetor
a parte il fatto che impiega un po' più di tempo a caricare all'avvio i dati in ram?


giusto un po è...

Originariamente inviato da: Paganetor
tanto è dalla memoria che legge, non dal disco vero e proprio...


e i dati nella DRAM del disco sono comparsi dal nulla ? andranno o verranno sempre dal piatto o nand e quindi l'uno sara sempre un topo morto ( 4-6 ms di accesso medio ) e l'altro sempre una lepre ( 0,2 ms di accesso medio )
Mparlav03 Maggio 2012, 09:48 #6
E' il primo ssd 1TB nel taglio da 2.5", ma costa 2.2 euro/GB contro gli 0.85 euro/GB dell'Octane 512GB, quindi direi tranquillamente che può restare giusto a listino

Le nand sono sempre le stesse Intel 25nm sincrone presenti in altri modelli, ma non le Tier1 presenti ad esempio sugli OWC o sugli Intel 520 (le nand vengono selezionate alla stregua delle ram).
Paganetor03 Maggio 2012, 10:00 #7
ok, ma il software di gestione caricherà in background i dati che ritiene più utili/utilizzati... mi spiego: se il processo è
sistema operativo chiede un file-->il SW carica da SSD a ram-->il SO legge la ram

Allora a cosa serve mettere la roba in ram visto che deve comunque attendere la lettura da ssd?

Io credo invece che il processo sia più trasparente, il SW carica in background le informazioni (e quindi che ci impieghi 5 secondi con l'SSD o 20 con l'HD meccanico cambia poco) e poi l'accesso avviene dalla ram...

frankie03 Maggio 2012, 10:11 #8
@paganetor, anche gli HD hanno cache Dram!!! Idem con stessa funzione per SSD. Gli HD con SSD sono degli ibridi.
Serve in generale per avere dati piu' uniformi e meno a scatti sia in lettura ma soprattutto in scrittura.
Paganetor03 Maggio 2012, 10:19 #9
un conto è avere la classica cache (32-64 mega), un'altra cosa sono 512 mega! Serve, oltre che come buffer, come vero e proprio disco al quale accede il sistema. E' quello che non mi torna...
rb120503 Maggio 2012, 10:31 #10
Da quello che so, la cache negli SSD è usata prevalentemente durante la scrittura e per le operazioni di garbage collection.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^