OCZ, in mostra al CeBIT i modelli SSD PCI-Express Z-Drive m84 e p88

OCZ, in mostra al CeBIT i modelli SSD PCI-Express Z-Drive m84 e p88

Anche OCZ cala i propri assi al CeBIT di Hannover, mostrando modelli di SSD PCI-Express che superano il GB al secondo in lettura e scrittura

di Alessandro Bordin pubblicata il , alle 11:07 nel canale Storage
OCZ
 

OCZ è forse uno dei produttori più attivi nel panorama Solid State Drive. Senza dubbio il settore delle memorie Flash, specie se abbinate alle unità di archiviazione interne SSD, è uno dei più redditizi per le aziende di settore, forti non solo dei margini interessanti, ma anche delle previsioni di crescita che parlano del 500% per quest'anno rispetto al 2009.

Si spiega dunque l'ingresso di moltissime realtà nell'arena SSD, un settore non solo in fortissima espansione ma anche in grado di garantire guadagni impensabili in altre categorie merceologiche. Una voglia di competere rafforzata dal fatto che i Solid State Drive sono periferiche tutto sommato semplici, con controller e chip memoria messe a disposizione da terze parti.

Il caso di OCZ è in ogni caso leggermente differente, poiché si trova in prima linea in questo settore praticamente dalla prima ora, con modelli che esulano dai semplici dischi con form factor di 2,5 pollici. E' il caso dei modelli Z-Drive, mostrati al CeBIT di Hannover, realizzati utilizzando l'interfaccia PCI-Express e il montaggio della circuiteria su PCB in stile scheda video.

Due le periferiche di questo tipo mostrate la CeBIT, modelli Z-Drive m84 e p88, con il chiaro intento non solo di stabilire record in fatto di transfer rate massimi sostenibili, ma anche di portare la capienza a livelli molto elevati, offrendosi dunque come la soluzione definitiva in ambito enterprise e high-end desktop.

OCZ

Il modello Z-Drive m84 è infatti disponibile nei tagli di 256GB, 512GB e 1TB, con transfer rate dichiarati di ben 870MB al secondo il lettura e 780MB al secondo in scrittura. Limiti portati ancora più in alto dal modello Z-Drive p88, dove le capienze salgono a a 512GB, 1TB e ben 2TB, con transfer rate in tutti casi ben oltre il GB al secondo: OCZ dichiara infatti 1,3GB al secondo in lettura e 1,2GB al secondo in scrittura. Entrambe le unità utilizzano chip NAND Flash di tipo MLC e l'interfaccia PCI Express 8X, mentre non vi è, ad ora, nessuna indicazione riguardanti disponibilità sul mercato e prezzi.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

37 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Tsaeb05 Marzo 2010, 11:11 #1
si accettano pagamenti in reni, fegato e cuore...
michelemsn05 Marzo 2010, 11:15 #2
semplicemente fantastici..
Horizont05 Marzo 2010, 11:18 #3
lol sembrano 8 sodimm messe su una scheda di silicio
pierluigi8605 Marzo 2010, 11:19 #4
che mostriciattoli, io vorrei tanto uno di questi cosi nel mio caso sui 64gh a 100 euro. Spero di riuscirci per l' anno prossimo
Shida05 Marzo 2010, 11:22 #5
Ecco se escono mostri del genere è un bene per la fascia media. Caleranno di brutto tutte le soluzioni 60-80gb
!fazz05 Marzo 2010, 11:26 #6
Originariamente inviato da: Shida
Ecco se escono mostri del genere è un bene per la fascia media. Caleranno di brutto tutte le soluzioni 60-80gb


ma anche no, non sono dischi per fascia media calcola che il vecchio zdrive 1TB costa 1500€
nick09105 Marzo 2010, 11:38 #7
a me gli ssd pci sembrano più logici di quelli sata, specialmente su desktop e server
in futuro le nand che si montano sulla scheda madre come le ram
g.dragon05 Marzo 2010, 11:42 #8
una sola parola: INCREDIBILE!!!!!!!!!
elevation105 Marzo 2010, 11:45 #9
anche io aspetto dei buoni ssd da 64 o 80gb a 100euro... mi interessano solo per s.o. e programmi...
Edgar8305 Marzo 2010, 11:45 #10
Mostruoso!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^