OCZ Agility EX, continua l'ascesa degli SSD

OCZ Agility EX, continua l'ascesa degli SSD

La società americana presenta una nuova serie di SSD caratterizzati da un rapporto prezzo/prestazioni particolarmente interessante

di pubblicata il , alle 09:13 nel canale Storage
OCZ
 

Che il segmento delle unità a stato solido sia uno dei più dinamici degli ultimi tempi è fuori discussione: i produttori si sfidano quotidianamente con prezzi sempre più aggressivi, incrementi prestazionali e di capacità. Oggi è il turno di OCZ, nota società Californiana che presenta sul mercato Agility EX, una nuova serie di SSD.

OCZ Agility EX

Caratterizzata da un controller Indilinx Barefoot, la nuova serie è in grado di garantire un buffer di 64MB, affiancato a moduli NAND di tipo SLC, ben più costosi di quelli MLC, ma anche più performanti. OCZ ha così deciso di sviluppare un prodotto in grado di posizionarsi come una soluzione caratterizzata da un interessante rapporto prezzo/prestazioni, solo in quest'ottica si spiega l'impiego dei moduli SLC.

Le caratteristiche tecniche, riportate dal comunicato stampa ufficiale, parlano di una velocità di lettura pari a 255MB/s e una in scrittura di 195MB/s; l'MTBF (mean time before failure) è fissato a 1,5 milioni di ore. Il primo modello appartenente alla serie Agility EX sarà caratterizzato da una capienza di 64GB e avrà un prezzo al pubblico di 399 dollari americani, al cambio attuale circa 280 euro.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

17 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
gas7828 Agosto 2009, 09:21 #1
[...]prezzo al pubblico di 399 dollari americani, al cambio attuale circa 280 euro.


Diciamo pure "al cambio attuale circa 399 euro"...
Eraser|8528 Agosto 2009, 09:25 #2
il prezzo è ancora molto alto.. ma considerando le performance, è sicuramente preferibile all'ormai vecchiotto x25-e.. anche se con 100 euro in più ti prendi l'x25-m da 160 (se rispettano il cambio fissandolo a 299.. ).. altrimenti allo stesso prezzo
RaZoR9328 Agosto 2009, 09:26 #3
Originariamente inviato da: Eraser|85
il prezzo è ancora molto alto.. ma considerando le performance, è sicuramente preferibile all'ormai vecchiotto x25-e.. anche se con 100 euro in più ti prendi l'x25-m da 160
Vecchiotto l'intel x25-e? Aspettiamo di vedere i dati nella scrittura/lettura random di file 4k e I/O.
deepdark28 Agosto 2009, 09:38 #4
"399 dollari americani, al cambio attuale circa 280 euro." anche nelle migliori delle ipotesi (280 euro invece che 399) siamo sempre fuori prezzo visto che gli intel costano 180-200 euro e sono più performanti oltre che più capienti...
avvelenato28 Agosto 2009, 09:38 #5
Al di là degli enthusiast, imho, la memoria SLC diventa overkill rispetto alle necessità di un comune desktop, che non farà operazioni di scrittura intensiva tanto frequenti.

ritengo che il maggior vantaggio dei chip slc risieda non tanto nelle prestazioni, che con un ottimo controller diventano raggiungibili perfettamente anche dai chip mlc, ma dall'affidabilità in ambiti di uso intensivo, e quindi la prima cosa che mi viene in mente è l'utilizzo per database in sostituzione dei 15krpm sas.
tant'è che non capisco come mai non siano ancora emersi sistemi ssd sas da parte di intel e ocz, attualmente produttori dei migliori modelli di ssd in grado di competere per prestazioni con i dischi ssd di classe enterprise prodotti per i settori militari e aerospaziali.
calabar28 Agosto 2009, 09:44 #6
@deepdark
Gli intel da 200 euro (non qui ma in germania, vedremo quando arriveranno qui) sono MLC, con velocità nettamente inferiori (70/200 contro 195/255).
Gli x25-e, che invece sono SLC, hanno ben altri prezzi.
Eraser|8528 Agosto 2009, 09:45 #7
Originariamente inviato da: RaZoR93
Vecchiotto l'intel x25-e? Aspettiamo di vedere i dati nella scrittura/lettura random di file 4k e I/O.


si, prestazionalmente è forse tutt'ora uno dei migliori.. però resta sempre vecchiotto :P Già se utilizzassero il nuovo processo produttivo per i chip di memoria, sistemassero ulteriormente il firmware con l'esperienza maturata dall'x25-m (anche se in questo caso ci sono meno problemi da parte del firmware... con gli slc è tutto più "semplice" da questo p.d.v.) e abbassassero un po' il prezzo per via del nuovo processo produttivo.. consumerebbe meno e sarebbe già molto più appetibile
RaZoR9328 Agosto 2009, 10:07 #8
Originariamente inviato da: calabar
@deepdark
Gli intel da 200 euro (non qui ma in germania, vedremo quando arriveranno qui) sono MLC, con velocità nettamente inferiori (70/200 contro 195/255).
Gli x25-e, che invece sono SLC, hanno ben altri prezzi.
è da secoli che si ripete : i dati in sequenziale (quelli che riportano) non contano nulla.
deepdark28 Agosto 2009, 10:15 #9
Originariamente inviato da: calabar
@deepdark
Gli intel da 200 euro (non qui ma in germania, vedremo quando arriveranno qui) sono MLC, con velocità nettamente inferiori (70/200 contro 195/255).
Gli x25-e, che invece sono SLC, hanno ben altri prezzi.


La differenza per un [U]utente normale [/U]tra un SLC e un MLC è pari a nulla. Si guarda solo il prezzo e la capienza.

Il transfer rate massimo non serve a nulla, ammenocchè non si spostino [U]continuamente[/U] grossi file da hard disk a hard disk.
OutOfBounds28 Agosto 2009, 11:26 #10
Se possono offrire un slc a questo prezzo, che immagino sarà il modello di punta, vediamo cosa si inventano per la fascia media

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^