Nuovo SSD Plextor M3S con interfaccia SATA III

Nuovo SSD Plextor M3S con interfaccia SATA III

Plextor rinnova la propria gamma di SSD con la famiglia M3S, equipaggiata con controller Marvell e compatibile con le specifiche SATA III

di pubblicata il , alle 08:02 nel canale Storage
Plextor
 

La gamma di SSD disponibili sul mercato viene arricchita dalla nuova famiglia M3S presentata da Plextor, un nome noto agli appassionati di qualche anno fa per gli ottimi masterizzatori ottici. PCLaunches, a questo indirizzo, ci offre qualche informazione in più sulle nuove unità.

Plextor

Il form factor scelto è quello ormai tipico di queste componenti, ovvero 2,5 pollici, mentre le prestazioni dichiarate sono molto interessanti: 525MB al secondo in lettura e 445MB al secondo in scrittura sono valori che vanno ad affiancarsi alla migliore concorrenza, mentre di tutto rispetto è anche il valore di iops dichiarato, che arriva fino a 70.000 (dati ovviamente dichiarati).

Le nuove unità SSD Plextor sono realizzate sfruttando l'apprezzato controller Marvell compatibile SATA III - 6Gbps, mentre il chip memoria utilizzati sono marchiati Toshiba, realizzati con processo produttivo a 24nm.

I tagli disponibili sono di 128GB e 256GB, offerti rispettivamente a 199,99 e 349,99 Dollari USA, mentre per la prima parte del 2012 è atteso un modello da 512GB per la cifra di $699,99, sempre valuta USA. Le unità saranno commercializzate con software per la clonazione e staffa di montaggio per bay da 3,5 pollici, al fine di utilizzare tali unità anche in sistemi server e desktop, mentre da apprezzare è la garanzia di 5 anni.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

18 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
e90s6021 Novembre 2011, 08:43 #1

plextor vs m4 crucial

sarà il plextor migliore dell'm4 crucial??
emanuele8321 Novembre 2011, 08:45 #2
lo scopriremo solo vivendooo ooo...
Mparlav21 Novembre 2011, 08:55 #3
Sulla carta è migliore dei rispettivi Crucial M4 (maggiori iops in scrittura sui 4K e sequenziale) chiaro che incide poco nelle prestazioni daily, prezzi sostanzialmente in linea, ed offre 5 anni di garanzia.

Da tenere d'occhio.

ulk21 Novembre 2011, 08:56 #4
Soliti prezzi, dove pensano di andare non si capisce bene.
mentalrey21 Novembre 2011, 09:05 #5
be' sai, se la concorrenza offre prestazioni simili o anche leggermente inferiori,
che motivazione avrebbero di inserire il disco a meta' del prezzo di mercato?
TheMonzOne21 Novembre 2011, 09:21 #6
Originariamente inviato da: mentalrey
be' sai, se la concorrenza offre prestazioni simili o anche leggermente inferiori,
che motivazione avrebbero di inserire il disco a meta' del prezzo di mercato?
Se ne vendo il doppio alla metà del prezzo guadagno lo stesso...ma se il prezzo è la metà della concorrenza probabilmente ne venderei il quadruplo di quelli che venderei a prezzo pieno...quindi il margine lo avrei lo stesso.
Magari non la metà, ma già scendere di 50-100$ rispetto alla concorrenza, se il prodotto è valido, è garanzia di successo nelle vendite IMHO. Forse una strategia di vendita un po' aggressiva ogni tanto non farebbe male.
stuz8721 Novembre 2011, 09:31 #7
ma si è capito poi se questi SSD sono affidabili nel tempo?
Se vedo simili prezzi un pò mi viene il timore di spendere un patrimonio per vedere dopo qualche anno, i miei dati che si volatilizzano da un momento all'altro.
Smentitemi!
H.D. Lion21 Novembre 2011, 09:53 #8
Da questo punto di vista non c'è il problema, basta mettere i propri dati in un HD tradizionale (magari montato in un server costruito ad HOC) e passa la paura...
In compenso OS, programmi e giochi schizzano sull'SSD... :-)
rb120521 Novembre 2011, 10:01 #9
Originariamente inviato da: stuz87
ma si è capito poi se questi SSD sono affidabili nel tempo?
Se vedo simili prezzi un pò mi viene il timore di spendere un patrimonio per vedere dopo qualche anno, i miei dati che si volatilizzano da un momento all'altro.
Smentitemi!


Beh, gli SSD iniziano ad essere in giro da diversi anni ormai, se ci fossero sistematici problemi di affidabilità del tipo che dici tu sentiresti bestemmie in dolby sorround da ogni parte in internet, e non è così.
Nel mio piccolo, il mio Vertex 2 ormai ha più di un'anno, circa 5 TB scritti e letti e non ho avuto nessunissimo problema, solo grosse soddisfazioni. Idem per gli altri 3 SSD che ho acquistato/fatto acquistare dopo di quello.

EDIT: mi dimenticavo di aggiungere che, dopo un'anno e 5 TB scritti, il mio SSD riporta il 99% di vita restante. In pratica, se continuo ad usarlo così, mi dura 100 anni. E ho su pure il pagefile e la cache
calabar21 Novembre 2011, 10:20 #10
@TheMonzOne
Magari fosse così.
Innanzi tutto le nand costano, e non poco. Certo, al momento i margini sono elevati, ma quanto?
Poniamo (giusto a titolo di esempio, senza pretese di realtà che una SSD ti costi 40 e lo vendi a 100. Ora tu per vendere di più decidi di dimezzare il prezzo, vendendoli a 50. Il risultato: è che dovrai vendere 6 volte tanto per avere lo stesso margine.
Quello degli SSD è un settore nuovo, in forte sviluppo: richiede molti investimenti, e avere certi margini ha ancora un senso.

Inoltre ridurre il prezzo in quel modo non farebbe si che tu riesca a vendere e gli altri no: anche gli altri sarebbero costretti ad abbassare i prezzi (a meno che tu non abbia scorte limitate, nel qual caso possono sostanzialmente fregarsene), e questo innescherebbe una battaglia sui prezzi che porterebbe tutti a guadagnare meno.

Il vero abbassamento dei prezzi si avrà quando si abbasseranno i costi e la produzione delle celle di memoria sarà maggiormente sostenibile per le masse (inutile vendere a poco quando vendendo a "di più" riusciresti comunque a smaltire la produzione).

@stuz87
Sono molto affidabili, più dei dischi meccanici. Non avendo parti in movimento, non hanno problemi di usura e rottura.
L'unica pecca sta nel numero limitato di cicli di scrittura delle nand, che però una volta bloccate in scrittura consentono ancora l'accesso ai dati in lettura.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^