Nuovo controller SandForce in un SSD Adata da 1,8GB/s? Forse

Nuovo controller SandForce in un SSD Adata da 1,8GB/s? Forse

Presso lo stand di Adata abbiamo notato qualcosa di strano, ovvero la presenza di un SSD da 2,5 pollici molto particolare, serie SX2000, che viene accreditato di ben 1,8GB al secondo. E ci hanno detto che...

di pubblicata il , alle 08:21 nel canale Storage
ADATA
 

Girando per il Computex ci si può imbattere in qualcosa di interessante in ogni momento. Non tanto per l'ovvia presenza di nuovi prodotti, quanto per la lingua lunga che il personale asiatico tende ad utilizzare molto più spesso di quanto ci si possa attendere dai colleghi europei o nordamericani.

Abbiamo così scoperto che Adata ha messo in mostra una nuova serie di SSD enterprise siglato SX2000, che stupisce sia per la capienza di 1,6TB, sia per le velocità incredibili considerando il form factor di 2,5 pollici standard. Sull'etichetta identificativa si parla di 1,8GB al secondo in lettura e scrittura e fino a 200.000 IOPS. L'interfaccia non può essere ovviamente SATA per questioni di bandwidth, ma è piuttosto la PCIe 4x.

Adata

Ovvia la domanda su quale controller fosse integrato al proprio interno e ci è stato detto che si tratta del nuovo LSI/SandForce. Fine dei dettagli ovviamente, ma è singolare che siano già in giro modelli con l'atteso controller SandForce che dovrebbe superare i limiti di quelli utilizzati largamente sugli SSD attuali. Se le cose stanno così in LSI/SandForce devono aver lavorato sodo in tempi recenti, tanto da far ipotizzare un futuro a tutta birra per gli SSD.

Resta ora da chiarire la situazione con LSI/SandForce, che incontreremo fra un paio di giorni. Molto probabilmente non riusciremo a scoprire molto di più, ma sicuramente l'interesse verso i controller di nuova generazione è alto. 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Mparlav05 Giugno 2013, 09:53 #1
Il particola interessante è proprio il singolo chip a "muovere" gli 1.8 GBs sul sequenziale e soprattutto, i 200.000 iops sul random read 4K.
Ma trattasi comunque di una soluzione enterprise, con un'interfaccia appena ratificata, dove soluzioni con queste prestazioni sono già disponibili.

Storicamente LSi debutta prima con una soluzione enterprise, ma quelle consumer seguono a breve, vediamo se entro l'anno esce qualcosa che svecchia l'SF-228x.
Rubberick05 Giugno 2013, 11:49 #2
se è quello in foto pero' l'attacco sembra un sata3
aled197405 Giugno 2013, 20:13 #3
secondo me la foto trae un po' in inganno, anche a me sembra un sata, ti linko però un'immagine del disco:

Link ad immagine (click per visualizzarla)
[SIZE="1"](clicca per ingrandire)[/SIZE]

come puoi leggere sull'etichetta è davvero pci-ex4

ciao ciao

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^