Nuovi SSD Velox V55 and Slim S55 da Silicon Power

Nuovi SSD Velox V55 and Slim S55 da Silicon Power

Aggiornamento di gamma in campo SSD per Silicon Power, che presenta le nuove serie Velox V55 e Slim S55. Basate su controller SandForce, le nuove unità sono pensate per essere vendute a un prezzo particolarmente aggressivo

di Alessandro Bordin pubblicata il , alle 10:19 nel canale Storage
 

Silicon Power, una delle aziende più attive nel settore dei chip memoria e relativi prodotti correlati, ha aggiornato la propria gamma SSD con il preciso intento di offrire prodotti sul mercato particolarmente accattivanti dal punto di vista del prezzo. Sono due le nuove serie consumer offerte al pubblico, differenziate fondamentalmente per lo spessore.

Silicon Power

Silicon Power Velox V55 è una serie di SSD "classici": lo spessore è di 9,5mm, l'interfaccia è di tipo SATA 6Gbps e le capienza disponibili sono di 60GB, 120GB e 240GB.  Di seguito le prestazioni dichiarate nei singoli benckmark, come riportato da Techpowerup:

o CrystalDiskMark 5cycle/1000MB: Read speed: 520 MB/s max; Write speed: 460 MB/s max
o AS SSD: Read speed: 510 MB/s max; Write speed: 470 MB/s max
o ATTO: Read speed: 550 MB/s max; Write speed: 440 MB/s max

Silicon Power Slim S55 altro non è che la versione slim del Velox V55: cambia lo spessore dell'unità (7mm), mentre per il resto rimane tutto identico alla serie citata in precedenza. Il controller utilizzato su tutte le unità è il ben noto SandForce, mentre la garanzia è di 3 anni. Le intenzioni di Silicon Power (ovvero di proporre unità dal prezzo molto competitivo) non sono ancora verificabili, ma invitiamo a tenere d'occhio i listini degli shop online nelle prossime settimane.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Willy_Pinguino02 Aprile 2013, 14:00 #1
non capisco dal punto di vista della produzione quale sia la differenza... son daccordo che una unità alta 2 mm in meno possa essere utile per qualcuno, ma non capisco perchè differenziare la produzione, visto che comunque si finisce per agire solo sulla parte del case, visto che l'elettronica ha spessori ben inferiori...
se poi la differenza serve solo per avere una differenza di prezzo tra le 2 linee, mi pare una operazione commerciale abbastanza deprecabile...

se invece ci sono differenze anche a livello di elettronica, mi devono spiegare perchè spendere per progettare 2 linee differenti invece che cambiare solo il case esterno...

se invece i 2 prodotti avranno lo stesso prezzo, tutto bene, buon per gli utenti...
Manuel_29602 Aprile 2013, 21:13 #2
Willy, ho un Zenbook Asus UX32VD ed il disco è da 7mm. I nuovi portatili ultrasottili non hanno lo spazio fisico per dischi di maggior spessore. Immagino ce ne siano molti con questo problema.
djfix1302 Aprile 2013, 23:24 #3
mah...cambiate il sata che ormai è vecchio e non sta dietro a questi SSD
amd-novello03 Aprile 2013, 08:27 #4
Se ho capito ció che intendeva willy è ”farli tutti da 7mm?"

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^