Nuovi OCZ Vector 180 e piani per lo sviluppo di soluzioni M.2

Nuovi OCZ Vector 180 e piani per lo sviluppo di soluzioni M.2

L'incontro con OCZ ci ha permesso di vedere il nuovo SSD Vector 180, ma anche di capire quali siano i piani di OCZ per il futuro immediato, specie per quanto riguarda i nuovi form factor

di pubblicata il , alle 12:21 nel canale Storage
OCZ
 

La recente acquisizione di OCZ da parte di Toshiba è stata tutto sommato indolore, senza particolari conseguenze per il produttore di SSD sul fronte roadmap. Lo testimonia la presentazione di una nuova linea di SSD enterprise ma adatta anche all'utente appassionato, che di fatto costituisce un aggiornamento di una linea già presente sul mercato.

OCZ Vector 180, infatti, porta in dote rispetto ai precedenti Vector un firmware leggermente rivisto per lavorare al meglio con i chip Toshiba 19nm, oltre ad offrire oggi anche il taglio da 960GB, mentre la serie precedente si fermava a 480GB. L'interfaccia è sempre di tipo SATA 6Gbps, mentre vengono confermate le ottime prestazioni prossime ai 550MB al secondo e 500MB al secondo rispettivamente in lettura e scrittura, con 100.00 IOPS in letture random 4K.

Ne abbiamo approfittato per avere anche altre informazioni, ovvero l'eventuale presentazione di serie con form factor mSATA e M.2. Questi form factor godono di una diffusione sempre maggiore in virtù della loro compattezza, e praticamente tutta la concorrenza di OCZ vanta già in listino diverse linee di questo tipo. La diffusione di sistemi PC con chipset Intel serie 9, inoltre, porterà in ogni PC uno slot M.2, capace non solo di usare meno spazio all'interno dello chassis (nel caso dei desktop il problema è quasi inesistente), ma anche di fornire l'interfaccia PCIe e relativi benefici prestazionali.

OCZ sta lavorando per presentare effettivamente le proprie linee M.2, ma servirà attendere con buona probabilità l'inizio del prossimo anno. Non si tratta di un problema legato al form factor in sé, quanto alla finalizzazione del nuovo controller Indilinx che potrà gestire anche velocità molto elevate in nome della compatibilità con PCIe. Meglio tardi ma con dispositivi che funzionano al loro meglio, sembra essere il motto di OCZ e per certi versi non hanno torto.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
tuvok96005 Giugno 2014, 13:47 #1
e' vero, i primi vertex avevano problemi, il mio Vertex 3 si fallò ma l'assistenza fu eccellente
Ora con 2 vector 150 in raid mi trovo benissimo...ma soprattutto sto tranquillo con i 50gb giornalieri per 5 anni.
E' vero è stata acquistata da toshiba...se questo consente di continuare a fare ottimi prodotti e di siluppare ben venga!
Anche se è vero che ormai molte marche sono affidabili e offrono durate considerevoli
ps. ho anche altri ssd di altre marche non è che ho avuto sempre e solo ocz

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^