Nuovi box RAID 5,25 pollici da Enermax

Nuovi box RAID 5,25 pollici da Enermax

Enermax presenta un box da installare all'interno del case per ospitare due dischi EIDE configurabili in modalità RAID

di pubblicata il , alle 16:16 nel canale Storage
Enermax
 

Enerpoint Computers (www.enermax.it) annuncia l’imminente arrivo in Italia di una nuova serie di periferiche dedicate al RAID (Redundant Array of Inexpensive Disks).

Enermax

La serie ES-352-B/W per 2 dischi rigidi EIDE da 3,5” è disponibile in due colori, bianco e nero.

La replicazione/ricostruzione hardware è integrata; l’ES-352-B/W può inoltre contare su applicazioni per effettuare scambi e inserimenti a caldo, Hot Swap.

Il client software DynaRemote fornito in dotazione permette di monitorare tramite Internet il carico della CPU, la temperatura, la memoria, eventuali guasti dell’unità disco rigido e lo stato di ricostruzione dei dati.

La notifica degli allarmi è automatica, tramite posta elettronica.

I sistemi operativi con i quali sono garantite le perfette funzionalità sono Windows 98 SE/Me/2000/XP/2003 Server.

La serie ES-352-B/W sarà disponibile dal 15 settembre 2004 presso tutti i rivenditori e i distributori di prodotti Enermax presenti sul territorio italiano ad un prezzo ancora da stabilire.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

22 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
cionci08 Settembre 2004, 16:29 #1
Bellini...non avevo mai pensato ad una replicazione meccanica del disco... Interessante...
strubi9908 Settembre 2004, 17:07 #2

connessione ?

Belli ma una curiosità; al PC lo "scatolotto" come si connette ? USB2? FireWire? SCSI?
Dim3nsionZer008 Settembre 2004, 17:20 #3
x strubi:
sono interni, si attaccano al canale ATA.
sidewinder08 Settembre 2004, 17:22 #4
leggendo la scheda su http://www.enermax.it/scheda_tecnic...iferiche%20Raid sembra che lo devi montare all'interno su 2 slot da 5" 1/4 e ci attacchi coma un normale hd

Se sono corrette, diventerebbe molto interessante...
mom475108 Settembre 2004, 18:16 #5
Boh, secondo me fatto così ha senso fino ad un certo punto.
Dal momento che hanno deciso di utilizzare ben 2 vani da 5.25" adiacenti (sottraendo prezioso spazio a lettori e masterizzatori), potevano almeno farcene stare 3 di dischi e permettere di configurare un bel RAID 5.
sirus08 Settembre 2004, 18:18 #6
vendendolo estermanemente sembra proprio vada attaccato a due slot 5 e 25, all'interno del case!!! bella la soluzione
cionci08 Settembre 2004, 18:24 #7
Originariamente inviato da mom4751
Boh, secondo me fatto così ha senso fino ad un certo punto.
Dal momento che hanno deciso di utilizzare ben 2 vani da 5.25" adiacenti (sottraendo prezioso spazio a lettori e masterizzatori), potevano almeno farcene stare 3 di dischi e permettere di configurare un bel RAID 5.

Questo raid non lo configuri... E' un Raid 1 fisico...fatto meccanicamente portando lo stesso bus a due dischi uguali...
mom475108 Settembre 2004, 18:45 #8
Originariamente inviato da cionci
Questo raid non lo configuri... E' un Raid 1 fisico...fatto meccanicamente portando lo stesso bus a due dischi uguali...


azz... e funziona?
Voglio dire: quando perdi il mirror, come diavolo lo ricostruisci?
Non può essere così semplice, deve esserci per forza della logica supplementare.
Zerk08 Settembre 2004, 20:07 #9
tre dischi sarebbero stati troppo per le temperature che sviluppamo (imoh)
~efrem~08 Settembre 2004, 23:18 #10
sapevo che stavano per uscire oggettini simili, ho già montato l'equivalente solo con dischi da 2" da portatili. Funzionano molto bene, c'è una logica integrata che gestisce il raid 1, la connessione avviene attraverso un normalissimo canale ide...

X mom4751

apparte il "prezioso spazio" per lettori e masterizzatori, il target di un apparecchio simile non è assolutamente quello del pc da casa, ma piccoli server e workstation che necessitano di ridondanza dei dati. Anche e soprattutto su schede madri che non hanno interfacce raid integrate... considerando poi che in installazione qualsiasi SO lo vede come un disco unico, e quindi non c'è bisogno di nessun driver aggiuntivo, una bella semplificazione, soprattutto in casi critici.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^