Niente supporto alla memoria Optane per le CPU Intel Pentium e Celeron

Niente supporto alla memoria Optane per le CPU Intel Pentium e Celeron

L'azienda americana spinge le soluzioni Optane anche per il caching di sistemi economici, ma questo non può avvenire con alcune CPU delle famiglie Celeron e Pentium

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 07:41 nel canale Storage
OptaneCeleronPentiumIntelKaby Lake
 

Intel ha recentemente annunciato i primi prodotti commerciali basati su tecnologia Optane, nome che identifica memorie specificamente indirizzate all'utilizzo quale storage locale o per il caching dei dati contenuti in tradizionali hard disk meccanici. Particolarmente interessante questo secondo ambito, in quanto con un SSD di ridotta capacità e costo contenuto è possibile velocizzare i tempi di accesso ad un tradizionale hard disk meccanico contenuto nel proprio sistema, salvaguardandone i benefici in termini di capienza.

Le specifiche di funzionamento indicate da Intel sul proprio sito web indicano però che le soluzioni SSD Optane per il caching di hard disk non siano compatibili con molte versioni di processore Intel di ultima generazione basate su architettura Kaby Lake. Nello specifico parliamo dei processori Intel delle famiglie Pentium e Celeron, posizionate come proposte d'ingresso nel mercato e per questo motivo utilizzate nei sistemi di fascia entry level che più di altri possono beneficiare dell'abbinamento tra un hard disk meccanico tradizionale e una soluzione SSD di ridotte dimensioni per il caching.

intel_optane_600.jpg

In particolare sono i processori Celeron G3930, Celeron G3950, Pentium G4560, Pentium G4600 e Pentium G4620 incluse anche le versioni a basso consumo con suffisso T, a non vantare supporto alle memorie Optane. Questa scelta limita la possibilità di diffusione delle memorie Optane quali SSD di caching: in questo ambito infatti sono tipicamente i sistemi più economici quelli che beneficiano della novità, in quanto abbinati per questioni di budget a tradizionali hard disk meccanici che con il caching via SSD possono ottenere significativi incrementi prestazionali.

Ricordiamo inoltre come le memorie Optane richiedano una scheda madre di ultima generazione compatibile per poter operare correttamente, affiancata da una CPU della famiglia Kaby Lake. Ulteriori informazioni sulla tecnologia Intel Optane sono accessibili dal sito web dell'azienda, a questo indirizzo.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

12 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Luca6931 Marzo 2017, 08:44 #1
Ma Intel non ci aveva già provato con Intel Smart Response Technology (SRT)?
Che differenza fa con Optane?
coschizza31 Marzo 2017, 09:29 #2
Originariamente inviato da: Luca69
Ma Intel non ci aveva già provato con Intel Smart Response Technology (SRT)?
Che differenza fa con Optane?


tecnicamente è la stessa cosa cambia che nella prima i usano dischi SSD mentre in questa la nuova memoria un ordine di grandezza piu veloce negli accessi casuali e con una resistenza all'usura superiore.
lucusta31 Marzo 2017, 09:34 #3
SRT sfrutta la gerarchia di storage da driver dischi, optane dovrebbe sfruttare la gerarchia cache.
optane si presenta piu' come un layer tra RAM e HDD; una sorta di RAM L2, mentre SRT è una sorta di pre-fetching dello storage.
le due cose sono coincidenti nel data set se SRT usa HW compatibile con la velocità di Optane, ma non lo sono nel verso opposto, sulla paginazione, in quanto la RAM pagina sull'HDD solo con il file di swap.

diventa quindi una tecnologia molto ostica da poter valutare in rapporto all'economicità:
in data set (quindi un uso prettamente database dello storage con alto indice di richieste), converrebbe SRT, piu' economico.
in paginazione da ram e quindi con un esteso uso della ram di sistema, converrebbe Optane, ma Optane è molto meno conveniente della RAM stessa e quindi io personalmente userei SRT + aumento del quantitativo di RAM (hai piu' flessibilità d'impiego).
diverso invece il discorso su macchine economiche con poca RAM, in cui puoi avvalerti di una estensione di paginazione comunque veloce... ma non è economicamente sostenibile.

insomma, 32GB son troppi e costano troppo per sanare alcune cose, 16GB sono pochi per altre e comunque costano piu' della RAM...
per ora un setting adeguato a queste tecnologie è giustificabile solo in sistemi con database estesi ed elevate interazioni con esso in un ambiente in cui la RAM viene strà usata: AI, ma di quelli corposi (e fatti su HSA o CPU, perche' su GPU, per ora, comanda la stessa GPU per la dimensione dei blocchi data set da elaborare per ogni step).
buono, assai buono, per Phi, con entrambe le tecnologie (Optane e SRT); antieconomico per soluzioni professionali di diversa natura;
inutile per quelle consumer;
e sul settore consumer a basso livello non c'è manco da pensarci...

sull'ultra mobile c'era la possibilità che avesse un senso compiuto, ma costa troppo e non consuma come promesso, quindi ancora nand per altri 10 anni minimo.
AlexSwitch31 Marzo 2017, 09:59 #4
Originariamente inviato da: lucusta
SRT sfrutta la gerarchia di storage da driver dischi, optane dovrebbe sfruttare la gerarchia cache.
optane si presenta piu' come un layer tra RAM e HDD; una sorta di RAM L2, mentre SRT è una sorta di pre-fetching dello storage.
le due cose sono coincidenti nel data set se SRT usa HW compatibile con la velocità di Optane, ma non lo sono nel verso opposto, sulla paginazione, in quanto la RAM pagina sull'HDD solo con il file di swap.

diventa quindi una tecnologia molto ostica da poter valutare in rapporto all'economicità:
in data set (quindi un uso prettamente database dello storage con alto indice di richieste), converrebbe SRT, piu' economico.
in paginazione da ram e quindi con un esteso uso della ram di sistema, converrebbe Optane, ma Optane è molto meno conveniente della RAM stessa e quindi io personalmente userei SRT + aumento del quantitativo di RAM (hai piu' flessibilità d'impiego).
diverso invece il discorso su macchine economiche con poca RAM, in cui puoi avvalerti di una estensione di paginazione comunque veloce... ma non è economicamente sostenibile.

insomma, 32GB son troppi e costano troppo per sanare alcune cose, 16GB sono pochi per altre e comunque costano piu' della RAM...
per ora un setting adeguato a queste tecnologie è giustificabile solo in sistemi con database estesi ed elevate interazioni con esso in un ambiente in cui la RAM viene strà usata: AI, ma di quelli corposi (e fatti su HSA o CPU, perche' su GPU, per ora, comanda la stessa GPU per la dimensione dei blocchi data set da elaborare per ogni step).
buono, assai buono, per Phi, con entrambe le tecnologie (Optane e SRT); antieconomico per soluzioni professionali di diversa natura;
inutile per quelle consumer;
e sul settore consumer a basso livello non c'è manco da pensarci...

sull'ultra mobile c'era la possibilità che avesse un senso compiuto, ma costa troppo e non consuma come promesso, quindi ancora nand per altri 10 anni minimo.


Perchè costano troppo? L'unità di cache da 32Gb costa 77 Dollari e quella da 16GB ne costa 44.... Non mi sembrano costi esorbitanti. Quanto costa un buon modulo di ram DDR4 da 16 e da 32GB?
calabar31 Marzo 2017, 10:08 #5
Sicuramente non è un grosso problema oggi nel settore consumer, dove la linea Optane così com'è è fondamentalmente inutile per l'utente medio, ma per il futuro e la maturazione di queste memorie le cose possano cambiare.

Non mi è ben chiaro in cosa consista il mancato supporto, perchè immagino che se commercializzassero un SSD tradizionale con memorie memorie 3D-XPoint (ossia non da usare come cache come quelli appena arrivati sul mercato) non ci siano problemi anche con celeron e pentium. O forse mi sfugge qualcosa?

Originariamente inviato da: coschizza
mentre in questa la nuova memoria un ordine di grandezza piu veloce negli accessi casuali e con una resistenza all'usura superiore.

Veloci sono veloci, ma molto meno rispetto a quanto prospettato inizialmente: per questo temo si dovrà aspettare ancora una o due generazioni di memorie 3D-XPoint.
benderchetioffender31 Marzo 2017, 10:45 #6
Originariamente inviato da: lucusta
sull'ultra mobile c'era la possibilità che avesse un senso compiuto, ma costa troppo e non consuma come promesso, quindi ancora nand per altri 10 anni minimo.


quoto tutto, ottima analisi

nel mobile, magari tra qualche evoluzione, potrebbe diventare un unica memoria? magari prima di 10 anni ....
tuttodigitale31 Marzo 2017, 13:59 #7
le aspettative sono, ancora prima di un'analisi prestazionale, del tutto disattese....
Intel indica un tempo di accesso di ben 6us in lettura e 16us in scrittura......avevano detto che erano 1000x più veloce degli SSD, e avevano tempi accesso nell'ordine dei ns....oggi sappiamo che la prima incarnazione delle memorie 3dxpoint saranno [U]fino a[/U] 4,5x più veloci....

E ancora l'unico test prestazionale è stato fatto con il fake_test Intel (pardon Bapco...) e nessun confronto è stato fatto con un SSD anche economico.

Per di più Intel avrebbe ritirato delle slide per non avere problemi legali dovuti a prestazioni immaginarie...

https://semiaccurate.com/2017/03/27...e-ethical-line/
tuttodigitale31 Marzo 2017, 14:12 #8
Originariamente inviato da: benderchetioffender
quoto tutto, ottima analisi

nel mobile, magari tra qualche evoluzione, potrebbe diventare un unica memoria? magari prima di 10 anni ....



di Optane non è nota neppure la tecnologia usata....

le ReRam sono memorie velocissime che in configurazione 1T1R sono il 30% più veloci delle RAM stesse (ma non hanno nessun vantaggio sul livello di integrazione), e possono, secondo studi aumentare le prestazioni se venissero usate al posto delle cache l2 SRAM 6T all'interno di una CPU.....

in teoria quindi non ci sarà spazio per le RAM come le conosciamo oggi in futuro....ovviamente prima andrebbe affrontato il problema del numero limitato di scritture...(Anche se ci sono stati studi i nproposito secondo i quali affiancando la SRAM è possibile estendere a 5 anni di lavoro continuativo, la durata di una RAM basata su ReRam)
Mparlav31 Marzo 2017, 16:33 #9
Prima che arrivino gli Optane P4800X nel settore server:
http://www.anandtech.com/show/11208...d-xpoint-memory

è probabile che sul mercato siano già presenti i Samsung Z-ssd:
http://www.anandtech.com/show/11206...ows-off-a-z-ssd
lucusta31 Marzo 2017, 23:45 #10
Originariamente inviato da: AlexSwitch
Perchè costano troppo? L'unità di cache da 32Gb costa 77 Dollari e quella da 16GB ne costa 44.... Non mi sembrano costi esorbitanti. Quanto costa un buon modulo di ram DDR4 da 16 e da 32GB?


io ero rimasto al doppio del prezzo...
77 potrebbero essere piu' appetibili, si.
il fatto è che comunque lo farei in concomitanza di un M.2...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^