Nel futuro di Seagate soluzioni di storage di tipo ibrido

Nel futuro di Seagate soluzioni di storage di tipo ibrido

Spessore sempre più contenuto per i futuri hard disk di Seagate, adatti all'utilizzo in sistemi notebook di ridotte dimensioni anche in abbinamento a tecnologie ibride

di pubblicata il , alle 10:31 nel canale Storage
Seagate
 

Il futuro delle soluzioni di storage passa, secondo Seagate, attraverso un bilanciamento tra tradizionale archiviazione con piatti magnetici, quindi classici hard disk, e i benefici dati dai modelli ibridi nei quali vengono introdotte memorie solid state per velocizzare le attività di lettura e scrittura dei dati.

L'azienda americana è da tempo presente in questo settore con proprie unità ibride; i piani di sviluppo futuri vanno sempre più in questa direzione non solo nel settore consumer ma anche in quello enterprise, senza dimenticare l'ambito desktop. Gli hard disk ibridi di Seagate hanno infatti sino ad ora trovato spazio di utilizzo nei sistemi notebook, ma da questi verranno estesi anche a soluzioni più tradizionali.

L'integrazione di chip memoria NAND all'interno di tradizionali hard disk permette di ottenere un incremento delle prestazioni di queste unità decisamente importante: non siamo a livello di quanto ottenibile con un SSD che è basato su sola memoria allo stato solido ma in ogni caso l'esito è preferibile ad un tradizionale disco magnetico.

A favore di questi sistemi anche il costo complessivo, inferiore a quello di un SSD, oltre alla possibilità di raggiungere livelli di capienza non ottenibili con SSD, a meno di non far fronte ad un investimento considerevole e fuori dalla portata della maggior parte dei clienti.

Non solo soluzioni ibride nel futuro di Seagate: l'azienda ha infatti confermato l'interesse verso tradizionali hard disk dallo spessore sempre più contenuto, con altezze pari a 7 e 5 millimetri a seconda dei modelli. Si tratta di proposte che sono state pensate per l'abbinamento ai sistemi notebook dallo spessore più contenuto, pensando in primo luogo proprio ai sistemi Ultrabook di nuova generazione.

Lo sforzo di Seagate in questa direzione non si è ancora concretizzato in annunci di nuovi prodotti, ma lascia intendere come l'azienda voglia continuare a porsi sul mercato in modo competitivo nei confronti della rivale Western Digital, che ha già anticipato l'intenzione di proporre modelli da 5 millimetri di spessore.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
calabar05 Novembre 2012, 15:40 #1
Visto il costo tutto sommato contenuto di pochi GB di memoria flash e i prezzi alti degli hard disk, potrebbe essere un ottimo momento per sostituire tutti i dischi tradizionali con unità ibride e far fare un bel passo avanti allo storage su disco.
Ormai le tecnologie ci sono, i costi cominciano a diventare contenuti... secondo me i dischi classici così come li conosciamo potrebbero anche sparire.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^