Memory-Tech, più investimenti per la versione cinese di HD-DVD

Memory-Tech, più investimenti per la versione cinese di HD-DVD

Memory-Tech crede molto nel progetto HD-DVD per il mercato cinese, al fine di far decollare questa particolare versione con lo slancio offerto dalle Olimpiadi

di Alessandro Bordin pubblicata il , alle 11:06 nel canale Storage
 

Tempo fa il DVD Forum ha approvato un "nuovo" standard DVD, dotato di caratteristiche leggermente diverse da quelle dell'HD-DVD e destinato al solo mercato cinese. Le motivazioni alla base di una scelta del genere sono molteplici, e vanno da un costo di produzione inferiore fino allla creazione di un mercato tutto cinese, che dovrebbe limitare il fenomeno della pirateria.

Questo standard viene visto di buon occhio dal produttore Memory-Tech, che ha deciso di incrementare gli sforzi per farne uno standard reale e alla portata dell'utente medio cinese. Le previsioni parlano di circa due milioni di pezzzi per l'anno 2007, mentre dovrebbero letteralmente decollare nell'anno 2008, sullo slancio delle Olimpiadi di Beijing. LA notizia viene riportara da CDRInfo, che invitiamo a consultare per eventuali approfondimenti.

La declinazione cinese dell'HD-DVD prevede una codifica diversa, AVS (Advanced Audio Video Coding Standard), che renderà il materiale scritto illeggibile sui lettori HD-DVD tradizionali. Semplicità di fabbricazione e costi della licenza delle tecnologie utilizzate inferiori saranno inoltre due punti cardine per la diffusione di questi supporti, in un Paese sconfinato dalle potenzialità enormi.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
YakumoFujii20 Novembre 2006, 11:24 #1
Ottima cosa,
E' dalla nascita del dvd che i fan dell'animazione e della cinematografia giapponese sono vittime della piaga della pirateria.
Forse non molti sanno che esiste un mercato di DVD cinesi a bassissimo prezzo che riproducono alla bene e meglio prodotti audiovideo nipponici (a volte sono semplici riversamenti di vhs su supporto digitale fatto con vhs in cascata con un dvd recorder) e che vengono smerciati in tutto il mondo facendoli passare per originali con relativo aumento di prezzo (ne abbiamo alcuni esempi anche in italia di ditte che lucrano su questo fenomeno i cui dvd hanno persino il marchio della siae -_-) e tutto questo perchè in cina non esistono leggi sul copyright.
In questo modo almeno il mercato dovrebbe morire visto che gli hd-dvd cinesi non saranno compatibili con il resto del mondo. Loro saranno contenti perchè avranno i loro supporti più economici e noi saremo contenti perchè vedremo arrivare sui nostri mercati prodotti di importazioni di qualità più elevata.
Sig. Stroboscopico20 Novembre 2006, 13:25 #2

x YakumoFujii

Ma che cavolo stai a dire.

Sembra che la ristampa di Neo Genesis Evagelion costa 40 euro al pezzo solo per causa dei cinesi.

La verità è che in italia abbiamo degli editori che sono dei fetenti, per politica dei prezzi, scelta dei materiali da pubblicare e per assoluta incapacità manageriale.

Ti ricordi tutte le beghe che si sono fatti da soli la Yamato e la Dinamic? Era colpa dei cinesi?!

Comunque stai tranquillo.
I cinesi continuerebbero a produrre HD-DVD per l'occidente. La scelta del AVS è prettamente commerciale per mettere su un loro standard (i cinesi non sono solo nazionalisti, sono anche espansionisti).
I giapponesi comunque stampano in cina i dvd e gli eventuali nuovi supporti e vendono a 1/3 del prezzo usato in patria o in italia usando nomi di ditte fittizie.
DevilsAdvocate20 Novembre 2006, 14:10 #3
Quindi ora lo standard HD-DVD "liscio" perde un circa un quinto
del mondo come potenziali acquirenti......
uvz20 Novembre 2006, 15:46 #4
Quando crearono le macroaree in modo che un lettore dvd non potesse leggere un disco di un'atra area, fecero l'area 6 soltanto per la Cina. Ma lei si creò uno standard suo, mi sembra di ricordare dopo averlo scelto fra 3 tipi diffenti. Allora interpretai questa cosa come un controllo maggiore su quello che entra nel loro territorio (controlli di regime, censura, etc.). Penso che con questo hd-dvd cinese sia la stessa cosa. Pensate a quanti documentari "contro il governo Cinese" che potrebbero vedere i cinesi, quanti documentari su cose non riconosciute dal loro governo. Non potendo disporre di lettori "standard" sono tagliati fuori dall'informazione (a parte Internet che non so come facciano a tenerla sotto controllo, essendo così vasta); ma probabilmente in questo sono aiutati dalla povertà.
YakumoFujii21 Novembre 2006, 09:43 #5
Originariamente inviato da: Sig. Stroboscopico
Ma che cavolo stai a dire.

Sembra che la ristampa di Neo Genesis Evagelion costa 40 euro al pezzo solo per causa dei cinesi.

La verità è che in italia abbiamo degli editori che sono dei fetenti, per politica dei prezzi, scelta dei materiali da pubblicare e per assoluta incapacità manageriale.

Ti ricordi tutte le beghe che si sono fatti da soli la Yamato e la Dinamic? Era colpa dei cinesi?!

Comunque stai tranquillo.
I cinesi continuerebbero a produrre HD-DVD per l'occidente. La scelta del AVS è prettamente commerciale per mettere su un loro standard (i cinesi non sono solo nazionalisti, sono anche espansionisti).
I giapponesi comunque stampano in cina i dvd e gli eventuali nuovi supporti e vendono a 1/3 del prezzo usato in patria o in italia usando nomi di ditte fittizie.

Forse non hai letto bene il mio commento, non ho mai parlato dei dvd nostrani e me ne guardo bene, su questo argomento mi trovo d'accordo con te!
Io parlo dei DVD di importazione. Purtroppo in italia arriverà si e no il 2% della produzione di anime nipponica, pertanto se ti interessa un titolo che sai non verrà mai tradotto (e te ne potrei citare 10000 di capolavori che non verranno mai nel nostro paese) l'unico modo è ricorrere al fansub o se sei proprio malato (come me) ai dvd di importazione!
Impara a leggere prima di inveire, non stavo parlando di Dynamic e Yamato (che per carità, sono dei ladri pure loro, ma almeno un po di lavoro dietro alle loro produzioni c'è ma di altre ditte che si limitano ad importare dvd cinesi spacciandoli per originali giapponesi e facendoli pagare dai 40 ai 130 euro a disco quando a loro costeranno si e no 5 euro comprese le spese di spedizione importazione. Il punto è che a causa di questi simpaticoni (di cui appunto abbiamo almeno un esempio noto anche in italia) è difficilissimo nonchè impossibile trovare sul nostro mercato dvd VERAMENTE originali.
L'unica soluzione è importare privatamente, ma le spese di spedizione dal giappone per materiale audio/video sono impossibili per il privato, ed ecco qui la fregatura.
Non mi sembra di aver mai citato le ditte italiane (Dalle quali personalmente non acquisto mai... facendo il fansubber come hobbie, quando un anime arriva in italia io l'ho già visto da almeno un anno, senza censure e senza adattamenti strampalati )
Spero di aver chiarito l'equivoco e spero che cercherai di leggere un po meglio la prossima volta
Per quanto riguarda la proliferazione degli hd-dvd pirata, resta comunque il fatto che il maggior mercato di honk kong resta quello interno, il quale di sicuro non sceglierà l'hddvd più costoso, quindi sono certo che la pirateria non is fermerà, ma almeno subirà una bella batosta, e se a quel punto importare un hddvd dalla cina costerà quanto importarlo dal giappone, magari le cose cambieranno (o almeno lo spero)

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^