Lite-On, stop alla produzione di DVD recorder col proprio marchio?

Lite-On, stop alla produzione di DVD recorder col proprio marchio?

Lite-On si dedicherà principalmente alla produzione di apparecchi per conto terzi

di Alessandro Bordin pubblicata il , alle 10:22 nel canale Storage
 

I risultati deludenti nelle vendite di lettori e masterizzatori DVD da tavolo a marchio Lite-On hanno costretto la casa taiwanese a rivedere la propria politica commerciale, scegliendo quindi di continuare la produzione soprattutto per conto di altri marchi.

I fatti confermerebbero come negli Stati Uniti i modelli a marchio Lite-On siano stati abbastanza snobbati dal pubblico Consumer Electronics, probabilmente più propensi a spendere soldi per apparecchi con marchi più famosi (con meccanica prodotta da Lite-On magari...).

Migliori i risultati in europa e soprattutto nel Regno Unito, dove evidentemente la gente si fa meno problemi di brand ad acquistare un prodotto come può essere un lettore/masterizzatore DVD da tavolo. Ad ogni modo, stando alle dichiarazioni circolanti in rete fra le quali citiamo quelle di Hexus, Lite-On rivedrà le proprie politiche commerciali prediligendo la produzione di apparecchi destinati ad essere venduti con altri marchi (OEM), ritirandosi dal mercato USA entro breve termine.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

12 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ErminioF27 Ottobre 2006, 10:25 #1
Vabeh, se smettono solo di produrre quelli da tavolo non se ne sentirà la mancanza, almeno qui da noi.
gabri7427 Ottobre 2006, 10:33 #2

se....

facessero un lettore Divx con ingresso usb e uscita DVI a 49 €....lo comprerei subito!
spetro27 Ottobre 2006, 10:47 #3
Mah, io ho proprio un Lite-On da tavolo. In effetti è abbastanza modesto qualitativamente. Fa quello che deve fare ma non eccelle, diciamo.
In effetti penso proprio che mi rivolgerei ad altre marche dovessi cambiarlo. Anche perché ora sono calati tutti molto di prezzo.
Marcus Scaurus27 Ottobre 2006, 11:05 #4
Secondo me il cliente la deve pure conoscere la marca, i suoi pregi e le sue caratteristiche...
Altrimenti il marketing a che serve?
Detto questo non so quanti soldi potesse spenere lite-on per investire sul mercato americano, ma certo che il publico devi anche saperlo convincere... Altrimenti non nascerebbe mai nessun nuovo marchio no?
ReverendoMr.Manson27 Ottobre 2006, 11:18 #5
Ti sembrerà strano ma quello che ha fatto Lite-On è proprio una strategia di marketing, esattamente di trade marketing, che visti i tempi e la sua situazione è scelta ideale.
Fare marketing non vuol dire fare pubblicità (o meglio non solo)
JohnPetrucci27 Ottobre 2006, 11:29 #6
Se si tratta solo di masterizzatori e lettori dvd da tavolo, credo sia una scelta sensata, sarebbe stato diverso invece se lo stop alla produzione col proprio marchio riguardava i masterizzatori per pc, dove i Lite-on da quello che si sente e si legge in giro sono tra i migliori.
NuT27 Ottobre 2006, 12:32 #7
Confermo, avevo un masterizzatore CD LiteOn sul PC qualche anno fa (ora l'ho riciclato sul PC dello studio di mio padre): mai avuto un masterizzatore migliore.
fferrali27 Ottobre 2006, 13:30 #8
I Lite-ON 48x , Masterizzatori CD erano divini , leggevano anche i sassi
Capellone27 Ottobre 2006, 14:32 #9
ho avuto (e ho tutt'ora) vari apparecchi Lite-ON ed alcuni li ho anche consigliati ad amici; ottimi prodotti, non sen'è mai rotto uno in garazia, leggono anche i dischi rovinati, nessun problema con le protezioni anticopia, masterizzano bene e velocemente.
non ho mai usato DVD recorder Lite-on ma credo che in Europa possano ritagliarsi una feta di mercato tra i prodotti popolari venduti negli ipermercati e grandi magazzini di elettronica.
Marcus Scaurus27 Ottobre 2006, 14:53 #10
Originariamente inviato da: ReverendoMr.Manson
Ti sembrerà strano ma quello che ha fatto Lite-On è proprio una strategia di marketing, esattamente di trade marketing, che visti i tempi e la sua situazione è scelta ideale.
Fare marketing non vuol dire fare pubblicità (o meglio non solo)


Pienamente d'accordo! Mi sono spiegato male evidentemente!
Intendevo semplicemente dire che lo sbarco in America sarà costato soldi alla compagnia, per cui questa ritirata sembra evidenziare un fallimento nella conquista del pubblico. Che poi ora come ora sia anche una mossa strategica nulla in contrario. Però che testimoni il mancato raggiungimento di un obiettivo penso che sia fuor di ogni dubbio

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^