L'evoluzione degli hard disk creerà problemi a Windows XP

L'evoluzione degli hard disk creerà problemi a Windows XP

Il passaggio da hard disk con blocchi da 512 Byte a soluzioni con settori da 4KB andrà ad inficiare le prestazioni del vecchio sistema operativo di Microsoft

di Gabriele Burgazzi pubblicata il , alle 10:28 nel canale Storage
MicrosoftWindows
 

Solo il mese scorso, il 65,5% dei PC a livello mondale utilizzavano Windows XP come sistema operativo principale, il 16,5% Windows Vista e solo il 9% Windows 7. Guardando in prospettiva futura, i recenti accordi che Microsoft ha preso con molte aziende a livello mondiale per l'implementazione di Windows 7, faranno diminuire ulteriormente la percentuale di sistemi con Windows XP.

A contribuire alla discesa del vecchio sistema operativo di casa Microsoft troviamo però anche un altro elemento: Windows Vista, Windows 7 insieme a OS X Tiger, Leopard e Snow Leopard oltre a molteplici versioni linux-based sono in grado di supportare senza problemi hard disk sviluppati con settori da 4KB. Windows XP invece no.

Il 2011 potrebbe rappresentare l'anno che determinerà il definitivo crollo di Windows XP; proprio per l'anno prossimo, infatti, tutti i produttori di hard disk hanno deciso, insieme ad IDEMA (Internation disk drive equipment and material association) di convertire l'intera produzione di unità, passando da soluzioni con settori da 512 byte a quelle con settori da 4KB. La possibilità di impiegare tutti i nuovi hard disk con Windows XP rimarrà comunque presente: le specifiche per le nuove soluzioni produttive prevedono un allineamento con la vecchia disposizione dei settori da 512 byte.

Tutto questo porterà però un lato negativo, che andrà ad impattare sulle prestazioni: Windows XP, si troverà infatti a trattare i nuovi hard disk come soluzioni più vecchie e saranno necessarie due operazioni di chiamata, vista la presenza di un emulation layer per consentire il corretto funzionamento. Secondo i primi dati, il calo prestazionale dovrebbe essere quantificabile in un 10%.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

151 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Zerk11 Marzo 2010, 10:36 #1
Il 10% è più che accettabile
GiulianoPhoto11 Marzo 2010, 10:36 #2
basta XP....con tutto il rispetto per un OS di successo che è stato...ma BASTA.

Ormai è troppo vetusto per affrontare le nuove sfide HW e SW. Purtroppo molte soluzioni aziendali continuano a essere sviluppate per questo OS .....

Questi problemi sono stati colpa di microsoft che ha dormito con questo sistema.
g.dragon11 Marzo 2010, 10:39 #3
tanto xp nel 2011 nn lo usera piu nessuno..con quello che costano oggi i pc e limitati ai soli 3,5giga di ram sara impossibile utilizzarlo...ormai col passare del tempo i software (giochi e programmi di lavoro) richiedono sempre piu ram e considerando che un utente medio cambia il pc ogni 2/3 anni vorrei sapere chi userà ancora il vecchio S.O. che deve ''ringraziare'' x il suo attuale uso il fallimento di vista...e poi nel 2011 ci saranno gli ssd quindi problema risolto...o sbaglio=???
manowar8411 Marzo 2010, 10:42 #4
Originariamente inviato da: g.dragon
tanto xp nel 2011 nn lo usera piu nessuno..


si certo ma hai visto le percentuali di vista? quanti anni sono passati?
g.dragon11 Marzo 2010, 10:45 #5
hai letto il mio post?? vista è stato un fallimento..conosco gente (molta)che acquistava il pc disistallava vista e istallava xp..
PS guarda le % di seven e nioterai che in 4 mesi ha venduto la meta di quello che ha venduto vista in 2/3 anni
al13511 Marzo 2010, 10:45 #6
Originariamente inviato da: manowar84
si certo ma hai visto le percentuali di vista? quanti anni sono passati?


hai seguito molto gli sviluppi di seven eh
ha venduto piu seven in 6 mesi che vista in 3 anni
xp nel 2011 sara' come win98 ora
Nip11 Marzo 2010, 10:46 #7
Se è solo il 10% l'utente non se ne accorge neppure, specialmente se viena da un disco da 80 GB vecchio di 5 anni... età media dei pc "client" da me in ufficio.
nitro8911 Marzo 2010, 10:47 #8
Originariamente inviato da: g.dragon
tanto xp nel 2011 nn lo usera piu nessuno..con quello che costano oggi i pc e limitati ai soli 3,5giga di ram sara impossibile utilizzarlo...ormai col passare del tempo i software (giochi e programmi di lavoro) richiedono sempre piu ram e considerando che [U]un utente medio cambia il pc ogni 2/3 anni[/U] vorrei sapere chi userà ancora il vecchio S.O. che deve ''ringraziare'' x il suo attuale uso il fallimento di vista...e poi nel 2011 ci saranno gli ssd quindi problema risolto...o sbaglio=???

*2 minimo
Redux11 Marzo 2010, 10:48 #9
Essendo da poco passato a w7 64bit, mi sto ancora chiedendo perchè abbia aspettato così tanto: un altro mondo.

Ciò non toglie che a livello professionale siamo ancora tutti fermi ad xp, ma è altrettanto vero che è fermo pure l'hardware, quindi la notizia non mi sconvolge

Sicuramente in sede di aggiornamento del parco macchine dovrà valutarsi definitivamente l'abbandono di xp, ma c'è tempo
Micene.111 Marzo 2010, 10:48 #10
ah pero parecchio il 10% (se per 10% intendono l'impatto sulla velocita di trasmissione dati dell'hd)...sicuramente un buon motivo per passare a 7

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^