Kingston Wi-Drive, disco da 16GB WiFi

Kingston Wi-Drive, disco da 16GB WiFi

Kingston presenta Wi-Drive, un disco esterno basato su memoria flash capace di fornire un accesso WiFi. Sviluppato specificatamente per i dispositivi smartphone e tablet si caratterizza per la sua particolarità

di Gabriele Burgazzi pubblicata il , alle 12:02 nel canale Storage
Kingston
 

La permeazione di iPad o più generalmente di tablet è un dato di fatto ed è uno dei fenomeni che ha caratterizzato l'ultimo anno di mercato: avere un dispositivo completamente touchscreen che permetta di gestire le funzionalità principali, come navigazione web o fruizione dei contenuti multimediali è, all'atto pratico, estremamente comodo.

Uno dei limiti di questi dispositivi è però rappresentato dallo storage messo a disposizione: che sia di 16 o 32GB, la capacità è comunque limitata rispetto alle normali soluzioni PC. Ecco allora che, in questa direzione, Kingston presenta Wi-Drive un disco con memoria flash caratterizzato da connessione mini-USB ma anche e soprattutto WiFi.

Kingston

Il principio di funzionamento è piuttosto semplice e prevede l'affiancamento ad una normale memoria flash, un modulo WiFi che permette di creare un hot spot cui collegarsi con dispositivi tablet o smartphone: soluzioni che, per definizione, non permettono il collegamento diretto di periferiche esterne.

Kingston

La procedura è estremamente semplice e, se per copiare contenuti (siano essi audio, foto o video) è sufficiente collegare l'unità alla porta USB al PC e trasferirli, per fruire il materiale è invece necessario installare l'apposita app Wi-Drive, disponibile per iOS e Android sui rispettivi market.L'unità è compatta e leggera e non rappresenta un problema portarlo in giro: l'accensione richiede qualche secondo, il tempo di avviarsi e creare la rete. Sarà ora sufficiente collegarsi via WiFi alla rete create ad hoc dal dispositivo di Kingston e avviare l'applicazione dedicata: ecco allora a nostra disposizione tutti i contenuti trasferiti in precedenza.

Kingston

Dal punto di vista del funzionamento il prodotto di Kingston è sicuramente molto semplice da utilizzare e adempie ai propri doveri in modo soddisfacente: il raggio di copertura WiFi è buono, ma è bene tenere presente che più ci si allontana dal prodotto e più lentamente i contenuti verranno caricati sul dispositivo.

Kingston

L'unità, durante il funzionamento scalda in prossimità del modulo WiFi: lo chassis è completamente chiuso e non ci sono infatti punti per il ricircolo dell'aria. Wi-Drive di Kingston ha un prezzo al pubblico di circa 50 euro nel taglio da 16GB: un costo non proprio contenuto, ma che può starci considerata la particolarità del prodotto. I dubbi vengono però quando si pensa al reale utilizzo dell'unità: avere un disco da 16GB dedicato solo a tablet e smartphone, oggettivamente, sembra uno scenario un po' troppo limite.

[HWUVIDEO="1038"]Kingston Wi-Drive, 16GB con connessione WiFi[/HWUVIDEO]

 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

26 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ste =]12 Dicembre 2011, 13:06 #1
si ma info su COME funziona?
devo avere una presa di corrente? va a batteria? giusto due cose fondamentali che avreste dovuto scrivere
Portocala12 Dicembre 2011, 13:09 #2
Non ho un tablet, ma a occhio 16GB non bastano come spazio ? Cosa cavolo ci devi tenere sopra se lo usi un paio d'ore?
StyleB12 Dicembre 2011, 13:29 #3
totalmente inutile su qualsiasi dispositivo che abbia un ingrasso per memorie esterne, inoltre porterebbe un certo numero di peggioramenti al tutto come:

1- un adattatore usb a chiavetta te lo tirano dietro ed è molto più piccolo di questo coso ed è la soluzione più "grossa" in quanto ormai quando hai una micro sd con adattatori per Mini-sd e SD standard, ottieni l'accesso ad ogni sistema.
2- la maggior parte dei cellulari, palmari e altro possono venir usati come "dispositivi di archiviazione" tramite l'apposita opzione e un collegamento bluetooth/wi-fi.
3- girare con le connessioni wireless sempre accese o continuare ad accenderle e spegnerle porta ad una drastica diminuzione dell'autonomia del device.
4- l'hdd stesso necessita di alimentazione, ergo, 2 dispositivi da mettere sotto carica.

diciamo quindi che va bene solo per coloro che si son presi per risparmiare l'iphone da 8gb e si sono accorti che ora come ora con 8gb ci fai gran poco.
X3n012 Dicembre 2011, 15:01 #4
va giusto bene per gli ipad, ma questo perchè apple non permette connessioni esterne, altrimenti è inutilerrimo
mantelvaviz12 Dicembre 2011, 15:21 #5
se lo vendessero a 100€*per 64gb secondo me avrebbe senso
illidan200012 Dicembre 2011, 15:25 #6
su (molti, almeno i più recenti) terminali android hai l'usb host, e tutto ciò non ha senso...
Stappern12 Dicembre 2011, 16:01 #7
bah utile solo per ipad,ma poi dai è enorme!!
vampirodolce112 Dicembre 2011, 16:16 #8
Inutile perche':
-gia' adesso faccio la stessa cosa condividendo i dischi del pc (2000 GB e non solo 16)
-50 euro per 16GB sono un prezzo esagerato
-e' scomodo ed ingombrante, da chiarire inoltre se avra' bisogno di alimentatore esterno

Puo' avere un senso solo se riesce a fare della facilita' un suo punto di forza e qui e' una manna per l'utente con capacita' medio-basse. Per noi altri invece e' perfettamente inutile.
frankie12 Dicembre 2011, 17:36 #9
Solo a me sembra avere una forma che è un insieme di linee spigolose e arrotondate di aspetto gradevole?
SuperSandro12 Dicembre 2011, 17:59 #10
Ciò che mi dispiace e di non avere una cantina dove mettere in produzione 'ste cose da rivendere a utenti "evoluti" (!!) con margini del 100 / 200 % (almeno).

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^